Apri il menu principale

Leopold Lindtberg, nato Leopold Lemberger (Vienna, 1 giugno 1902Sils im Engadin, 18 aprile 1984), è stato un regista austriaco teatrale e cinematografico. Lavorò in Svizzera, dove si era trasferito dopo la salita al potere in Germania dei nazionalsocialisti.

Indice

BiografiaModifica

Attore teatrale dal 1924 e regista dal 1926, nel 1933 si trasferì in Svizzera per l'avvento del nazismo. Tra le sue regie teatrali si ricordano Madre coraggio (1941) e Requiem per una monaca (1955).

Nel 1945 diresse il film L'ultima speranza, la storia di un gruppo di persone che, durante la seconda guerra mondiale, cerca di attraversare le Alpi per rifugiarsi in Svizzera. Il film vinse nel 1946 il Prix International de la Paix al festival di Cannes e, nel 1947, il Golden Globe.

Diresse anche Quattro in una jeep , film vincitore dell'Orso d'Oro al Festival di Berlino, presentato in concorso anche al 4º Festival di Cannes[1].

Nel 1955, iniziò a lavorare per la televisione, dirigendo numerosi film, spesso trasposizioni di opere teatrali per il piccolo schermo ma anche un paio di episodi della serie poliziesca L'ispettore Derrick. In ambito teatrale, dal 1965 al 1968 diresse lo Schauspielhaus di Zurigo.

FilmografiaModifica

RegistaModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Official Selection 1951, festival-cannes.fr (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2013).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN74115102 · ISNI (EN0000 0000 7689 9682 · LCCN (ENn85154874 · GND (DE118728415 · BNF (FRcb14688563m (data) · WorldCat Identities (ENn85-154874