Liman (estuario)

Liman[1] (del greco medioevale λιμάνι, limàni, rifugio costiero; in greco antico λειμών, leimòn, ambiente umido) è un lemma per definire la foce di fiume con alcune caratteristiche tipiche anche delle lagune[2]: la grande ampiezza e la separazione dal mare tramite lunghi lidi sabbiosi.

Il termine è stato diffuso dai Turchi quando hanno occupato la sponda occidentale e settentrionale del mar Nero, con il significato di baia e porto[3]. In bulgaro[4], rumeno, ucraino e russo la parola indica un particolare estuario.

Il termine limàn (лиман[5]) si usa nella lingua russa per definire un ampio estuario accanto al termine gubà (губа, baia); gubà è utilizzato nelle fonti russe per gli estuari delle coste artiche (ad esempio, l'Obskaja guba, la Čëšskaja guba, la Gydanskaja guba, la Chromskaja guba, ecc.), mentre il termine liman si riferisce agli estuari delle coste ucraine del Mar Nero e per quelli del mar d'Azov[6] (esempi: liman del Dnestr, liman Suchij, liman Chadžibejc'kij, liman Tiligul'skij, liman Berezans'kij, liman Sosic'kij, liman del Dnepr, liman Moločnij)[7].

Un liman si forma alla foce di un fiume, dove il flusso è bloccato da una barra di sedimenti. Il liman può essere marittimo (la barra creata dalla corrente del mare) o fluviale (la barra creata dal flusso di un fiume maggiore alla confluenza).

I liman della costa nord-ovest del mar Nero

Tali caratteristiche si trovano in luoghi con bassa escursione di marea, per esempio lungo la costa occidentale e settentrionale del mar Nero, nel mar Baltico (laguna della Vistola, la laguna dei Curi), così come lungo la parte più bassa del Danubio. Esempi di liman: lago di Varna in Bulgaria, lago Razim (Razelm) in Romania, il liman del Dnestr[8] in Ucraina[9], il liman dell'Anadyr' nella Čukotka e il liman dell'Amur nel Territorio di Chabarovsk.

L'acqua in un liman è salmastra con salinità variabile: durante i periodi di bassa assunzione di acqua dolce può diventare molto più salina a seguito di evaporazione e dell'afflusso di acqua di mare.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Grande Dizionario Italiano A. GABRIELLI, ed.Hoepli LIMAN - Dizionario Italiano online Hoepli - Parola, significato e traduzione
  2. ^ Il Devoto-Oli. Vocabolario della lingua italiana, Le Monnier
  3. ^ Google traduttore
  4. ^ Google traduttore
  5. ^ ЛИМАН Archiviato il 4 gennaio 2014 in Internet Archive.
  6. ^ Patrizia Licini, L'EUROPA ORIENTALE IN UNA STRANA CARTA NAUTICA DI JESI, pag. 44 [1]
  7. ^ Mappa 001m--l36--(1986) (da scaricare)
  8. ^ Dnestr, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  9. ^ lyman, in Sapere.it, De Agostini.

BibliografiaModifica

  • Porro, Carlo, Guida Allo Studio Della Geografia Militare (2013). London - Forgotten Books. (Original work published 1898), p. 107. Guida Allo Studio Della Geografia Militare, su forgottenbooks.org, pp. 106-7. URL consultato il 12 marzo 2022 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2016).
  • I geositi della provincia di Venezia, a cura di Aldino Bondesan e Chiara Levorato, 2008, cap. Valli sepolte di Concordia, di Alessandro Fontana, pp. 34–35.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia