Liutfrido II di Sundgau

Liutfrido II di Sundgau (745 circa – 802) fu un grande signore franco della dinastia degli Eticonidi, conte di Sundgau intorno all'anno 788.

Liutfrido II di Sundgau
Conte di Sundgau
In carica? –
802
PredecessorePirathilon
SuccessoreErchangaire
Nascita745 circa
Morte802
DinastiaEticonidi
PadreLiutfrido I d'Alsazia
MadreIltrude
ConsorteIltrude di Wormsgau
FigliUgo di Tours
Liutgarda
Leuthard di Sundgau
Basilia

Biografia

modifica

Liutfrido II di Sundgau era figlio di Liutfrido I d'Alsazia (700 - 767), duca della contea d'Alsazia, e di Iltrude.

Quando il re Pipino il Breve sconfisse gli Eticonidi, l'Alsazia viene divisa in due contee, Nordgau e Sundgau: Liutfrido deteneva quest'ultima.

 
Childerico III deposto da Pipino il Breve; questo fece cadere in disgrazia i membri della dinastia degli Eticonidi.

Liutfrido II di Sundgau sposò Iltrude, la cui identità è oggetto di discussione tra gli storici: per certuni era figlia di Otberto III,[1] ma per un certo numero di storici e genealogisti, è da identificare con Iltrude di Wormsgau, forse figlia del conte Roberto VI e di Chiltrude di Baviera, nipote di Carlo Martello.

Liutfrido II di Sundgau, discendente del duca Eticone/Adalrico d'Alsazia, aveva delle terre sul versante del Piccolo Rombach a Sainte-Croix-aux-Mines, che in seguito viene chiamato Belmont ed Echéry. Liutfrido II è definito, in un diploma di Lotario il Giovane per il convento di Eschery, come padre del conte Leutard e di suo fratello Ugo. Morì intorno all'anno 802.[2]

Discendenza

modifica

Liutfrido II d'Alsazia e Iltrude di Wormsgau ebbero quattro figli:

Ascendenza

modifica
Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Eticone Adalrico  
 
Hultrude di Burgundia  
Adalberto I d'Alsazia  
Berswinde  
 
 
Liutfrido I d'Alsazia  
 
 
 
Gerlinde di Pfalzel  
 
 
 
Liutfrido II di Sundgau  
 
 
 
 
 
 
 
Iltrude  
 
 
 
 
 
 
 
 
  1. ^ Tablettes Généalogiques des illustres Maisons des Ducs de Zaeringen ..., par Jean de Turckheim, p.20.
  2. ^ L'art de vérifier les dates des faits historiques, des chartes, des ... par Maur Dantine, Charles Clémencet, Nicolas Viton de Saint-Allais, François Clément, Ursin Durand, p.3

Bibliografia

modifica
  • Guy Perny, Adalric, duc d'Alsace, ascendants et descendants, Jérôme Do Bentzinger Éditeur, 2004

Voci correlate

modifica