Apri il menu principale
Hill GH1
Tony Brise 1975.jpg
Tony Brise su una Hill GH1
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Embassy Hill
Categoria Formula 1
Squadra Embassy Hill
Progettata da Andy Smallman
Sostituisce Lola T370
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Monoscocca in alluminio
Motore Ford Cosworth DFV V8
Trasmissione Hewland FG 400 5 rapporti manuale
Dimensioni e pesi
Passo 2573 mm
Peso 603 kg
Altro
Pneumatici Goodyear
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio di Spagna 1975
Piloti Graham Hill
Tony Brise
Rolf Stommelen
Alan Jones
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
11 0 0 0

La Hill GH1 è una vettura da Formula 1 realizzata dal team britannico Embassy Hill.

Indice

SviluppoModifica

La GH1 rappresentò la prima vettura realizzata in proprio dal team in sostituzione della precedente Lola T370 che corse nel campionato del mondo 1974.

TecnicaModifica

La vettura venne progettata dall'ex progettista della Lola Andy Smallman. Il telaio era del tipo monoscocca in alluminio realizzato dalla TC Prototypes. Come propulsore montava un Ford Cosworth DFV dalla potenza di 490 cv con 363 Nm di coppia gestito da un cambio Hewland FGA400.

Attività sportivaModifica

Il debutto ufficiale si ebbe nel Gran Premio di Spagna dove gareggiarono per il team François Migault e Rolf Stommelen. Proprio quando il pilota tedesco era in testa al Gran Premio, la perdita dell'alettone provocò la sua uscita di pista con l'uccisione di quattro spettatori. Nel Gran premio di Montecarlo proprio Graham Hill tentò di qualificarsi, ma senza fortuna. Questo gli fece prendere la decisione di ritirarsi dall'attività di pilota, per concentrarsi sulla gestione della squadra.

Sostituito Stommelen con Tony Brise (pupillo di Hill), la scuderia riuscì ad ottenere i suoi primi punti iridati al Gran Premio di Svezia proprio con Brise che arrivò sesto. Successivamente, il futuro campione del mondo Alan Jones, conquistò un ottimo quinto posto nel Gran Premio di Germania disputato al Nürburgring. Con tre punti accumulati, la scuderia si classificò 11° in classifica costruttori.[1]

NoteModifica

  1. ^ Hill GH1 Cosworth, su ultimatecarpage.com. URL consultato il 19 luglio 2014.

Altri progettiModifica

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1