Apri il menu principale

StoriaModifica

Il gruppo venne fondato a metà del 2007 da Chris Harms, il quale insieme ai suoi amici di Amburgo formò la band e iniziò a lavorare al primo album[1][2]. Harms originariamente chiamò il progetto Lord, che cambiò in Lord of the Lost per evitare possibili dispute con i Lordi e i The Lords[3][4]. Prima di fondare il gruppo Lord, Harms era il cantante e chitarrista del gruppo rock Philiae e dei The Pleasures, come così come musicista di progetti come Big Boy o Unterart[5].

Il singolo di debutto Dry The Rain fu pubblicato nel 2009, insieme all'album di debutto Fears del 2010 con l'etichetta indipendente Out of Line[6]. Durante la registrazione del secondo album, il gruppo incominciò una serie di tour nel 2010 a spettacoli e festival internazionali come il Wave Gotik Treffen, il Wacken Open Air e il M'era Luna Festival[7].

Nella primavera del 2011, la band pubblicò Sex on Legs come primo singolo del loro secondo album, Antagony e, per presentare l'album, partecipò con la band Mono Inc. nel loro tour di Viva Hades[8]. Nel febbraio 2014, il batterista Christian Schellhorn lasciò la band e fu sostituito da Tobias Mertens. Nel marzo 2014, la band ha suonato il loro primo tour negli Stati Uniti, che è stato finanziato dal crowdfunding. Entro due mesi i fan e gli sponsor hanno raccolto $ 12.775, superando l'obiettivo originale di $ 10.000[9].

Nel marzo 2015, il gruppo pubblicò l'album acustico Swan Songs, che ha raggiunto il numero 34 nelle classifiche GfK Entertainment, le cui esibizioni dal vivo per l'album Out of Line si sono svolte a Berlino nello stesso mese[10]. A dicembre 2015 fu pubblicato A Night To Remember - Live Acoustic In Hamburg, il DVD e il CD live del tour acustico della primavera precedente[11]. Il primo singolo The Love of God, tratto dall'album Empyrean (luglio 2016), venne pubblicato nel maggio 2016, seguito dal primo tour europeo del gruppo Make Europe Great Again con Combichrist, Filter e Rabia Sorda[12].

A dicembre 2016, il chitarrista Bo Six ha annunciato che lascerà la band per motivi professionali e privati[13], seguito da Tobias Mertens, nel luglio 2017[14].

Nel settembre 2017 il gruppo si è esibito con i KMFDM nel tour Hell Yeah con gli Inertia[15] e con gli ohGr a partire Ottobre 2017[16], che venne annullato perché non venne rilasciato il visto dal governo degli Stati Uniti[17].

Stile musicaleModifica

Il gruppo produce musica di vari generi tra cui heavy metal e glam rock, influenzati dal rock gotico, dalla musica industriale e dalla musica classica. Chris Harms ha citato come gruppi preferiti Rammstein, Marilyn Manson, Nine Inch Nails e Lady Gaga[18].

FormazioneModifica

 
Chris Harms al Rockharz Open Air 2017
  • Chris "The Lord" Harms – voce, chitarra, violoncello
  • Class Grenayde (Klaas Helmecke) (2008-) – basso elettrico
  • Gared Dirge (Gerrit Heinemann) (2010-) – pianoforte, sintetizzatore, percussioni, chitarra, theremin
  • π (Pi Stoffers) (2016-) – chitarra
  • Niklas Kahl (2017-) – percussioni
  • Sensai (Stefan Ehrhardt) (2008–2010) – chitarra
  • Sebsta Lindström (2008–2011) – chitarra
  • Any Wayst (unknown) (2008–2011) – percussioni
  • Bo Six (Borislav Crnogorac) (2009–2016) – chitarra
  • Disco (Christian Schellhorn) (2012–2014) – percussioni
  • Tobias Mertens (2014–2017) – percussioni

DiscografiaModifica

Album studioModifica

  • 2010: Fears
  • 2011: Antagony
  • 2012: Die Tomorrow
  • 2014: From the Flame Into the Fire
  • 2016: Empyrean
  • 2018: Thornstar

Album dal vivo e compilationModifica

  • 2013: We Give Our Hearts (Live auf St. Pauli)
  • 2015: Swan Songs (Acoustic/Classical)
  • 2015: A Night to Remember - Live Acoustic in Hamburg
  • 2017: Swan Songs II[19]
  • 2018: Confession: Live at Christuskirche

EPModifica

SingoliModifica

  • 2009: "Dry the Rain
  • 2011: "Sex on Legs"
  • 2012: "Die Tomorrow"
  • 2013: "See You Soon" incl. "Von Anfang an" (con Holly Loose dei Letzte Instanz)
  • 2014: "Afterlife"
  • 2014: "La Bomba"
  • 2014: "Six Feet Underground"
  • 2016: "The Love of God"
  • 2017: "Waiting for You to Die"
  • 2017: "Lighthouse"
  • 2017: "The Broken Ones"
  • 2018: "On This Rock I Will Build My Church"
  • 2018: "Morgana"

Album in vinileModifica

  • 2014: Six Feet Underground (4-Track Picture Vinyl)
  • 2015: Full Metal Whore (9-Track Picture Vinyl)

DVDModifica

  • 2012: Black to the Roots
  • 2014: One Night - Lord of the Lost & The Zielona Góra Symphony Orchestra - Live in Leipzig
  • 2015: A Night to Remember - Live Acoustic in Hamburg

SamplerModifica

  • 2011: "Do You Wanna Die Without a Scar" (Sonic Seducer sampler Cold Hands Seduction Vol. 117)
  • 2011: "Death Doesn't Kill You But I Do" (Out of Line sampler Awake the Machines, Vol. 7)

Remix e collaborazioniModifica

VideografiaModifica

Video musicaliModifica

  • 2009: "Dry the Rain" (Nikola Stahl)
  • 2010: "Last Words" (Nikola Stahl)
  • 2011: "Sex on Legs" (Nikola Stahl)
  • 2011: "Prison" (Chris Harms)
  • 2012: "Beyond Beautiful" (Moritz Krebs)
  • 2012: "Die Tomorrow" (Katya Tsyganova)
  • 2013: "See You Soon" (Jasmin Kreft)
  • 2013: "Credo" (Christian Beer)
  • 2014: "Afterlife" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2014: "La Bomba" (Michel Briegel)
  • 2014: "Six Feet Underground" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2014: "Kingdom Come" (Katya Tsyganova)
  • 2015: "Lost in a Heartbeat" (Lisa Morgenstern)
  • 2015: "Full Metal Whore" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2016: "The Love of God" (Harun Hazar)
  • 2016: "Drag Me to Hell" (Michel Briegel)
  • 2016: "In Silence" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2017: "Raining Stars" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2017: "Waiting for You to Die" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2017: "Lighthouse" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2017: "The Broken Ones" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2017: "My Better Me" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2018: "On This Rock I Will Build My Church" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2018: "Morgana" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2018: "Haythor" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2018: "Black Halo" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)
  • 2019: "Loreley" (Matteo Fabbiani & Chiara Cerami)

NoteModifica

  1. ^   Interview with Lord of the Lost Part 1, su YouTube, 2010.  
  2. ^   Interview with Lord of the Lost Part 2, su YouTube, 2010.  
  3. ^ Pamela Stahl, Interview mit Chris Harms (Lord of the Lost), in Mindbreed Onlinemagazin, 2010.
  4. ^ Lord of the Lost - Unsterblich durch Musik, in Sonic Seducer, 2009, p. 22.
  5. ^ Fürchte nicht die Angst, in Sonic Seducer, 2010, p. 26.
  6. ^ Swen Reuter, Rezension: LORD OF THE LOST - FEARS, in Powermetal, 2010.
  7. ^ Lord of the Lost Setlist at Kohlrabizirkus, Leipzig, Germany, su setlist.fm, 2010.
  8. ^ Mono Inc. w/ Lord Of The Lost, 2011.
  9. ^ Help Bring Lord Of The Lost To The USA, in Indiegogo.
  10. ^ Out of Line Weekender 2015 Setlists, 2015.
  11. ^ LORD OF THE LOST: A NIGHT TO REMEMBER - LIMITED DVD+2CD. URL consultato il 27 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 31 dicembre 2017).
  12. ^ Lord Of The Lost on MEGA Tour, Munich (GER), 2016.
  13. ^ Lord Of The Lost: Gitarrist Bo Six verlässt die Band endgültig, Sonic Seducer.
  14. ^ Tobias Mertens, Statement: Tobias Mertens - Facebook, su facebook.com, 2017.
  15. ^ KMFDM "HELL YEAH" UK TOUR 2017 W/ INERTIA & LORD OF THE LOST, Metropolis Records.
  16. ^ KMFDM "HELL YEAH" US TOUR 2017 W/ OHGR & LORD OF THE LOST, Metropolis Records.
  17. ^ German Band Lord of the Lost Claim Travel Visas Denied Without Explanation: 'The Most Bitter Disappointment in Our Career', Billboard.
  18. ^ Interview with Chris Harms (Lord of the Lost), Subexistance. URL consultato il 27 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 20 ottobre 2017).
  19. ^ New Album "Swan Songs II" Details Released By Lord Of The Lost, Metal Underground.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN305146197 · WorldCat Identities (EN305146197