Apri il menu principale
Lorenzo Ria
Lorenzo Ria.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature - XIV (Dal 2/11/2004)

- XVI

Gruppo
parlamentare
XIV:

- La Margherita-DL-L'Ulivo

XVI:

- GRUPPO MISTO (Dal 5/11/2012 a fine legislatura)

In precedenza:

- Partito Democratico (Da inizio legislatura al 6/04/2009)

- GRUPPO MISTO (Dal 6/04/2009 al 21/09/2009)

- Unione di Centro per il Terzo Polo (Dal 21/09/2009 al 5/11/2012)

Coalizione XIV:

L'Ulivo

XVI:

PD-IdV

Circoscrizione Puglia
Collegio XIV:

11-Casarano

Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XV (Dal 4/07/2007)
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico-L'Ulivo
Coalizione L'Unione
Circoscrizione Regione Puglia
Sito istituzionale

Presidente della Provincia di Lecce
Durata mandato 1995 –
2004
Predecessore Luigi Marcelli
Successore Giovanni Pellegrino

Dati generali
Partito politico Indipendente (Dal 2012)

In precedenza:

Partito Popolare Italiano (1995-2002)

La Margherita (2002-2007)

Partito Democratico (2007-2009)

Unione di Centro (2009-2012)

Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione Avvocato amministrativista

Lorenzo Emilio Ria (Taviano, 17 maggio 1954) è un politico italiano.

Indice

BiografiaModifica

È stato sindaco di Taviano dal 1980[1] al 1997 e presidente della provincia di Lecce dal 1995 al 2004.[2]

Nel 2004 in seguito ad elezioni suppletive subentra a Massimo D'Alema come deputato della XIV legislatura della Repubblica Italiana.

Candidato senatore alle elezioni politiche del 2006 nella circoscrizione Puglia per La Margherita,[3] nel 2007 subentra a Gianni Vernetti nella XV legislatura della Repubblica Italiana.

Alle elezioni politiche del 2008 viene eletto deputato della XVI legislatura della Repubblica Italiana nella circoscrizione Puglia per il Partito Democratico, passando nel 2009 al Gruppo Misto e poi all'Unione di Centro e, nel 2012, di nuovo al Gruppo Misto.

Dal 2012 è consigliere di minoranza del comune di Racale.

Dal 2017 è consigliere di maggioranza del comune di Lecce col Partito Democratico.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica