Apri il menu principale
Luca Vecchi
LucaVecchi(RE).jpg
Luca Vecchi durante la Festa del Tricolore

Sindaco di Reggio nell'Emilia
In carica
Inizio mandato 5 giugno 2014
Predecessore Ugo Ferrari
(vicesindaco f.f.)

Dati generali
Partito politico Partito Democratico
Titolo di studio Laurea in Economia e Commercio
Università Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
Professione Commercialista

Luca Vecchi (Reggio nell'Emilia, 21 settembre 1972) è un politico italiano, attuale sindaco di Reggio Emilia.

BiografiaModifica

Laureato in Economia Aziendale presso l'Ateneo di Modena e Reggio Emilia, è dottore commercialista e revisore legale dei conti, titolare di un proprio studio.

Carriera politicaModifica

Eletto per la prima volta in Sala del Tricolore nel 2004 tra le file dei Democratici di Sinistra, rieletto nel 2009 nella lista PD con Graziano Delrio, dal 2007 al 2014 è stato capogruppo per il Partito democratico in Consiglio Comunale di Reggio Emilia. Nello stesso periodo la moglie Maria Sergio era dirigente all'urbanistica.

Nel 2014 si candida alle elezioni amministrative sostenuto da sette liste di centro sinistra, è stato eletto sindaco di Reggio Emilia al primo turno raccogliendo 46.674 voti pari al 56.4% nelle elezioni del 25 maggio. Cinque anni dopo si ricandida sostenuto da PD, +Europa, Verdi e tre liste civiche vincendo al ballottaggio con il 63.31%.

Da sindaco ha celebrato la prima unione civile d'Italia[1], in Sala del Tricolore, unendo gli scrittori Piergiorgio Paterlini e Marco Sotgiu con le norme fissate dalla legge Cirinna'. Nel 2015 aveva trascritto due matrimoni gay[2] contratti all'estero da altrettante coppie reggiane. L'11 giugno 2016 in qualità di sindaco ha inaugurato il Core[3][4], il nuovo centro onco-ematologico dell'ospedale di Reggio Emilia. Il 7 gennaio 2017 ha presieduto i festeggiamenti del 220º anniversario della nascita del Primo Tricolore (nato a Reggio Emilia il 7 gennaio 1797 proprio in Sala del Tricolore, sede del Municipio reggiano e luogo in cui si tiene il Consiglio comunale) alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.[5]

ControversieModifica

Nel 2016 finisce al centro delle polemiche poiché la moglie Maria Sergio, ex dirigente comunale all'urbanistica a tempo determinato sotto l'allora sindaco e attuale Ministro Graziano Delrio (2004-2014), ha acquistato al grezzo una casa dal crotonese Francesco Macrì, arrestato durante l'indagine sulla 'ndrangheta Aemilia.[6][7] La consorte ed il sindaco si sono opposti alla richiesta dei consiglieri comunali di opposizione di Movimento 5 Stelle e Alleanza Civica di fornire ai giornalisti tutti i documenti e relative fatture di pagamento dei lavori di completamento della casa. La moglie, ora dirigente dell'ufficio urbanistica di Modena, è originaria di Cutro in Calabria e si è scoperto essere parente del vecchio boss di quella città Salvatore Francesco Sergio (fratello di suo nonno nonché nonno di un imputato nel processo Aemilia). Inoltre secondo il pentito Antonio Valerio la donna avrebbe fatto dei favori a imprenditori di origine cutrese quando era all'urbanistica a Reggio facendo cenno ad alcune operazioni immobiliari nell'area di Pieve Modolena. Il Movimento 5 Stelle e Italia Nostra denunciano che a Modena, dove lavora ora la Sergio, si è deciso di costruire 550 nuove abitazioni quando in città ci sono 17.000 case sfitte.[8] A settembre 2017 i parlamentari Maria Edera Spadoni, Giulia Sarti, Michele Dell'Orco e Vittorio Ferraresi tornavano a chiedere le dimissioni di Maria Sergio[9] che però il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli respingeva come:"illogiche e infamanti".[10][11]Nell'ottobre 2018 il cugino di Maria Sergio, Eugenio, è stato condannato a 9 anni nel rito ordinario e a 14 in quello abbreviato nell'ambito dell'inchiesta Aemilia.[12][13] Nel febbraio 2019, Maria Sergio per quando ha lavorato a Reggio Emilia nel 2013 è stata indagata di falso ideologico e abuso d'ufficio con altri 17 dirigenti.[14]

NoteModifica

  1. ^   Erika Crispo, Unioni gay, Piergiorgio e Marco hanno detto sì: "Finalmente ci siamo riusciti", laRepubblica.it, 1º agosto 2016. URL consultato il 24 luglio 2017.
  2. ^ Vecchi sfida lo Stato e trascrive il primo matrimonio gay a Reggio, in Gazzetta di Reggio, 25 marzo 2015. URL consultato il 24 luglio 2017.
  3. ^ http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/2016/giugno/diagnosi-e-cura-tumoria-reggioemilia-inaugurato-ilcore-ricercae-innovazione
  4. ^ Diagnosi e cura tumori, a Reggio Emilia inaugurato il 'Core': 'Ricerca e innovazione', su regione.emilia-romagna.it, Regione Emilia-Romagna, 11 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 18 giugno 2016).
  5. ^ http://www.quirinale.it/elementi/Continua.aspx?tipo=Foto&key=11063.
  6. ^ La casa del sindaco Vecchi acquistata da un arrestato di Aemilia, in il Resto del Carlino, 22 gennaio 2016. URL consultato il 24 novembre 2016.
  7. ^ Il sindaco Vecchi e la casa acquistata dalla moglie da un indagato in Aemilia, in Reggionline, 23 gennaio 2016. URL consultato il 24 novembre 2016.
  8. ^ Aemilia, il pentito: “Incontro dal prefetto con Delrio? Era strategia delle cosche”. E cita la moglie del sindaco di Reggio Vecchi
  9. ^ M5S: 'Maria Sergio, la smemorata di Cutro' (lapressa.it), 27 settembre 2017. URL consultato il 27 maggio 2019.
  10. ^ Dichiarazioni del pentito, il M5S chiede le dimissioni di Maria Sergio. Muzzarelli al contrattacco (modenatoday.it), 28 settembre 2017. URL consultato il 27 maggio 2019.
  11. ^ Muzzarelli difende la Sergio: 'Attacco illogico e infamante'. Per il pentito 'i Sergio erano famiglia di mafia' (lapressa.it), 27 settembre 2017. URL consultato il 27 maggio 2019.
  12. ^ Eugenio Sergio chiese aiuto al boss senza che Maria lo sapesse, in La Pressa, 21 Dicembre 2017. URL consultato il 10 febbraio 2019.
  13. ^ Aemilia, a Eugenio Sergio 9 anni in ordinario e 14 anni in abbreviato, in La Pressa, 31 Ottobre 2018. URL consultato il 10 febbraio 2019.
  14. ^ Paolo Bonacini, Reggio Emilia, 18 dirigenti indagati per “violazioni nell’assegnazione di incarichi esterni”. C’è la moglie del sindaco Pd (ilfattoquotidiano.it), 24 febbraio 2019. URL consultato il 27 maggio 2019.

Altri progettiModifica