Luciana Ottaviani

ex attrice cinematografica e fotomodella

Luciana Ottaviani, nota anche con lo pseudonimo di Jessica Moore (Urbino, 8 agosto 1967), è un'ex modella, attrice cinematografica e showgirl italiana.

Luciana Ottaviani, accreditata come Jessica Moore (a sinistra), e Gabriele Gori in Riflessi di luce (1988).

BiografiaModifica

Trasferitasi in giovane età a Pesaro, ha usato anche i nomi d'arte Gilda Germano e Jessica Moore. È apparsa in una decina di film tra il 1986 e il 1989; successivamente s'è ritirata dall'ambiente cinematografico per motivi familiari.[1]

CarrieraModifica

Conclusi gli studi classici, nel 1986 ha debuttato prima come valletta e ballerina, e poi come attrice. Come fotomodella è apparsa senza veli sulle riviste Playmen e Gin Fizz/Gin Film, oltreché sull'edizione italiana di Playboy. In televisione, tra la fine del 1987 e l'inizio del 1988 ha preso parte al programma Indietro tutta! nel corpo di ballo delle "Ragazze Coccodè", e nel 1989 ha partecipato all'episodio Messo in congedo per motivi gravi della serie Classe di ferro.

Ha debuttato nel cinema con il regista Dario Donati (alias Aristide Massaccesi), nel film La monaca nel peccato; è diventata nota grazie alla seconda collaborazione con Massaccesi (stavolta sotto lo pseudonimo di Joe D'Amato), nella pellicola Eleven Days, Eleven Nights (11 giorni, 11 notti) in cui ha interpretato il primo ruolo da protagonista, cui ha fatto seguito l'anno seguente Top Model, ancora con D'Amato. Oltre a questi ha ricoperto ruoli secondari nei film successivi, lavorando in particolare con Mario Bianchi e Lucio Fulci.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Programmi televisiviModifica

NoteModifica

  1. ^ Nocturno, n. 95, luglio 2010, pp. 100-105.

BibliografiaModifica

  • Manlio Gomarasca, Nocturno Cinema, n. 2, dicembre 1996, pp. 52-54.
  • Manlio Gomarasca e Davide Pulici, 99 donne - Stelle e stelline del cinema italiano, in collaborazione con Stefano Ippoliti e Michele Giordano, Milano, Media Word, 1999, pp. 157-162.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN311590126 · ISNI (EN0000 0004 4244 4910 · BNF (FRcb14208365d (data) · WorldCat Identities (ENviaf-311590126