Apri il menu principale
Luigi Cammarata
vescovo della Chiesa cattolica
Mons. Cammarata Luigi.jpg
Il vescovo Luigi Cammarata, già arciprete di San Cataldo
BishopCoA PioM.svg
 
Nato19 ottobre 1885 a San Cataldo
Ordinato presbitero24 settembre 1911 dal vescovo Antonio Augusto Intreccialagli
Nominato vescovo4 dicembre 1946 da papa Pio XII
Consacrato vescovo2 marzo 1947 dall'arcivescovo Alberto Vassallo di Torregrossa
Deceduto24 febbraio 1950
 

Luigi Cammarata (San Cataldo, 19 ottobre 188524 febbraio 1950) è stato un vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nacque da un'antica famiglia benestante di proprietari terrieri, detti "burgisi". A 14 anni entrò nel seminario diocesano di Acireale dove completò la scuola media e il liceo ginnasio. Nel 1907 si trasferì a Roma per studiarvi teologia presso il Pontificio seminario romano maggiore e si laureò in teologia presso l'università di Sant'Apollinare.

Fu ordinato sacerdote nel 1911 da Antonio Augusto Intreccialagli, allora vescovo di Caltanissetta e ritornò a Roma per conseguire ancora presso l'università di Sant'Apollinare la laurea in utroque iure (diritto civile e diritto canonico). Fu cappellano militare durante la prima guerra mondiale (1915-1918). Nel 1922 fu chiamato a guidare il seminario vescovile di Nicastro come rettore.

Papa Pio XI lo nominò prima cameriere soprannumerario e poi suo prelato domestico col titolo di monsignore. Nel 1930 fu nominato parroco della chiesa madre di San Cataldo ed arciprete della stessa città.

Il 4 dicembre 1946 papa Pio XII lo nominò vescovo titolare di Cesarea di Mauritania e prelato ordinario di Santa Lucia del Mela. Volle compiere la visita pastorale nella diocesi affidatagli, ma non la portò a termine per motivi di salute.

Morì il 24 febbraio 1950 all'età di 64 anni. L'amministrazione della prelatura di Santa Lucia del Mela fu affidata da papa Giovanni XXIII al vescovo di Acireale Salvatore Russo.

Genealogia episcopaleModifica

Altri progettiModifica