Madness (Muse)

singolo dei Muse del 2012
Madness
Madness (Muse).jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaMuse
Tipo albumSingolo
Pubblicazione20 agosto 2012
Durata4:39
Album di provenienzaThe 2nd Law
GenereSynth pop
EtichettaWarner Bros., Helium-3
ProduttoreMuse
Registrazione2011–2012
AIR Studios, Londra (Regno Unito)
EastWest Studios, Los Angeles (California)
Registrazione aggiuntiva ai Shangri-La Studios di Malibù e ai Capitol Studios di Los Angeles
FormatiCD, download digitale, streaming
Certificazioni
Dischi d'argentoRegno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 200 000+)
Dischi d'oroSvizzera Svizzera[2]
(vendite: 15 000+)
Dischi di platinoCanada Canada[3]
(vendite: 80 000+)
Italia Italia[4]
(vendite: 30 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (2)[5]
(vendite: 2 000 000+)
Muse - cronologia
Singolo precedente
(2012)
Singolo successivo
(2012)

Madness è un singolo del gruppo musicale britannico Muse, pubblicato il 20 agosto 2012 come primo estratto dal sesto album in studio The 2nd Law.[6]

Il brano è rimasto per 19 settimane alla prima posizione della classifica statunitense Alternative Airplay, battendo il precedente record detenuto da The Pretender dei Foo Fighters.[7]

DescrizioneModifica

Seconda traccia dell'album, Madness è un brano synth pop influenzato da brani come I Want to Break Free dei Queen, da Faith e I Want Your Sex di George Michael, oltre che dall'album di David Bowie Scary Monsters (and Super Creeps).[8] La critica specializzata ha evidenziato inoltre come il brano presentasse un'ispirazione alle composizioni dei Depeche Mode.[9]

PubblicazioneModifica

Il 6 agosto 2012 i Muse hanno annunciato che Madness sarebbe stato il primo singolo estratto da The 2nd Law e che la sua pubblicazione sarebbe avvenuta il 20 agosto.[6] In tale data il brano è stato trasmesso ufficialmente per la prima volta dall'emittente radiofonica BBC Radio 1,[10] venendo pubblicato poco dopo per il download digitale[11] e ricevendo inoltre un lyric video, caricato dal gruppo attraverso il proprio canale YouTube.[12]

Video musicaleModifica

Il videoclip, girato a Los Angeles sotto la regia di Anthony Mandler (realizzatore in passato del video di Neutron Star Collision (Love Is Forever)), è stato pubblicato il 5 settembre 2012 attraverso il canale YouTube del gruppo.[13]

TracceModifica

Download digitale
  1. Madness – 4:39
CD promozionale (Regno Unito)
  1. Madness (Radio Edit) – 3:38
  2. Madness (Album Version) – 4:40

FormazioneModifica

Gruppo
Altri musicisti
Produzione

ClassificheModifica

Classifica (2012) Posizione
massima
Austria[14] 56
Belgio (Fiandre)[14] 41
Belgio (Vallonia)[14] 10
Canada[15] 43
Canada (alternative)[16] 7
Danimarca[14] 38
Francia[14] 14
Germania[14] 67
Giappone[17] 9
Italia[14] 9
Paesi Bassi[14] 33
Portogallo (digital)[18] 8
Regno Unito[19] 25
Spagna[14] 30
Stati Uniti[20] 45
Stati Uniti (adult top 40)[21] 11
Stati Uniti (alternative)[22] 1
Stati Uniti (digital)[23] 29
Stati Uniti (mainstream rock)[24] 34
Stati Uniti (pop)[25] 23
Stati Uniti (radio)[26] 40
Stati Uniti (rock & alternative)[27] 3
Stati Uniti (rock airplay)[28] 1
Stati Uniti (rock digital)[29] 4
Stati Uniti (rock streaming)[30] 23
Svizzera[14] 27

NoteModifica

  1. ^ (EN) Madness, British Phonographic Industry. URL consultato il 10 novembre 2018.
  2. ^ (DE) Edelmetall, Schweizer Hitparade. URL consultato il 2 aprile 2016.
  3. ^ (EN) Madness – Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 6 dicembre 2014.
  4. ^ Madness (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 24 gennaio 2014.
  5. ^ (EN) Muse - Madness – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 20 giugno 2015.
  6. ^ a b (EN) 1st Single Announced // New Album Release Date, Muse, 6 agosto 2012. URL consultato il 14 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 13 marzo 2015).
  7. ^ (EN) Gary Trust, Muse's 'Madness' Rewrites Record For Longest-Reigning Alternative Songs No. 1, su Billboard, 11 febbraio 2013. URL consultato il 10 giugno 2013.
  8. ^ (EN) The 2nd Law - Album Summary, Muse Live. URL consultato il 20 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 24 novembre 2012).
  9. ^ (EN) Muse : on a écouté The 2nd Law en avant-première, su musique.jeuxactu.com, 1º agosto 2012. URL consultato il 20 agosto 2012.
  10. ^ (EN) MADNESS TO BE PREMIERED TONIGHT, Muse, 20 agosto 2012. URL consultato il 20 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2013).
  11. ^ Madness - Single, iTunes. URL consultato il 14 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 10 novembre 2013).
  12. ^   Muse, Muse - Madness (Lyric Video), su YouTube, 20 agosto 2012. URL consultato il 20 agosto 2012.
  13. ^ Muse, il video ufficiale di «Madness», TV Sorrisi e Canzoni, 5 settembre 2012. URL consultato il 12 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 13 marzo 2016).
  14. ^ a b c d e f g h i j (NL) Muse - Madness, Ultratop. URL consultato il 24 novembre 2014.
  15. ^ (EN) Muse - Chart history (Billboard Canadian Hot 100), su Billboard. URL consultato l'11 novembre 2018.
  16. ^ (EN) Canadian Rock & Alt Rock Cart Archive: September 18, 2012, Canadianrockalt.blogspot.ca. URL consultato il 25 settembre 2012.
  17. ^ (EN) Muse - Chart history (Japan Hot 100), su Billboard. URL consultato l'11 novembre 2018.
  18. ^ (EN) Portugal Digital Songs 2012-09-29 [collegamento interrotto], su billboard.biz. URL consultato il 20 settembre 2012.
  19. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100: 07 October 2012 - 13 October 2012, Official Charts Company. URL consultato il 12 ottobre 2012.
  20. ^ (EN) Muse - Chart history (Hot 100), su Billboard. URL consultato il 30 aprile 2013.
  21. ^ (EN) Muse - Chart history (Adult Top 40), su Billboard. URL consultato l'11 novembre 2018.
  22. ^ (EN) Muse - Chart history (Alternative Airplay), su Billboard. URL consultato l'11 novembre 2018.
  23. ^ (EN) Muse - Chart history (Digital Songs), su Billboard. URL consultato l'11 novembre 2018.
  24. ^ (EN) Muse - Chart history (Mainstream Rock Songs), su Billboard. URL consultato l'11 novembre 2018.
  25. ^ (EN) Muse - Chart history (Pop Songs), su Billboard. URL consultato l'11 novembre 2018.
  26. ^ (EN) Muse - Chart history (Radio Songs), su Billboard. URL consultato l'11 novembre 2018.
  27. ^ (EN) Muse - Chart history (Hot Rock & Alternative Songs), su Billboard. URL consultato l'11 novembre 2018.
  28. ^ (EN) Muse - Chart history (Rock Airplay), su Billboard. URL consultato l'11 novembre 2018.
  29. ^ (EN) Muse - Chart history (Rock Digital Songs), su Billboard. URL consultato l'11 novembre 2018.
  30. ^ (EN) Muse - Chart history (Rock Streaming Songs), su Billboard. URL consultato l'11 novembre 2018.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica