Apri il menu principale

Manis crassicaudata

specie di animale della famiglia Manidae

DescrizioneModifica

La lunghezza del corpo, testa compresa, è tra 50 e 80 cm; quella della coda tra 45 e 60 cm. Il peso è tra 10 e 18 kg. Il colore delle scaglie è giallo-bruno; la pelle e il pelo (che, come negli altri pangolini asiatici, è anche tra le scaglie) è più scuro, di colore marrone. La testa e gli occhi sono piccoli. Il nome scientifico è dovuto alla grossezza della coda, maggiore di quella delle altre specie di pangolini. Le zampe sono dotate di forti artigli adatti allo scavo. La coda è prensile. Le femmine hanno un solo paio di mammelle.

BiologiaModifica

La dieta consiste di formiche e termiti. Vive al suolo e scava tane, ma è anche un eccellente arrampicatore. Ha abitudini notturne.

La longevità in natura non è nota, ma in cattività può superare i 13 anni.

 
Rappresentazione di un pangolino in una tavola degli Acta Eruditorum del 1689

Distribuzione e habitatModifica

Vive in diverse zone dell'India, del Pakistan, in Nepal e nello Sri Lanka. Gli habitat sono vari, dalla foresta alla savana.

ConservazioneModifica

La IUCN red list considera questa specie «in pericolo».

Bibliografia e collegamenti esterniModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica