Marty Nothstein

politico, ex pistard e ciclista su strada statunitense
Marty Nothstein
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 187 cm
Peso 96 kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Pista, strada
Termine carriera 2006
Carriera
Squadre di club
2001Mercury
2002-2006Navigators
Palmarès
Giochi olimpici 1 1 0
Campionati del mondo 3 2 2
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Marty Nothstein, all'anagrafe Martin Wayne Nothstein (Allentown, 10 febbraio 1971), è un politico, ex pistard e ciclista su strada statunitense. Da ciclista vinse una medaglia d'oro e una d'argento ai Giochi olimpici e tre titoli del mondo su pista. Dopo il ritiro dalle corse ha intrapreso l'attività politica nelle file del Partito Repubblicano.

Carriera ciclisticaModifica

Nothstein inizia a pedalare nel 1987; specializzatosi nelle discipline veloci, fa il suo debutto internazionale nel 1989, ai Campionati mondiali su pista a Lione. Vince la sua prima medaglia mondiale nel 1993, quando fa suo l'argento nel keirin. Diventa bi-campione del mondo nel 1994, vincendo le gare della velocità e del keirin nella rassegna iridata di Palermo. Ottenne questi risultati mentre era ancora alle prese con un infortunio al tallone.[senza fonte]

Nel 1995, pur con una frattura a una rotula, si aggiudica la medaglia di bronzo nella velocità a squadre ai campionati del mondo di Bogotá. L'anno dopo vince il titolo mondiale nel keirin, il secondo per lui, e la medaglia d'argento nella velocità ai Giochi olimpici di Atlanta, battuto dal tedesco Jens Fiedler. Quattro anni dopo, nel 2000 a Sydney, diventa il primo ciclista su pista statunitense dopo 16 anni a vincere una medaglia d'oro olimpica, conquistando la gara di velocità davanti al francese Florian Rousseau.

Nel marzo 2001 debutta da professionista su strada con il team Mercury-Viatel; dal 2002 al 2006 è invece tra le file del team Navigators. Si ritira dal ciclismo agonistico al termine della stagione 2006.

Carriera politicaModifica

Dopo il ritiro dalle corse ha intrapreso l'attività politica nelle file del Partito Repubblicano. Nel maggio 2015 è stato eletto nel Board of Commissioners della contea di Lehigh, in Pennsylvania; nel 2018, candidatosi alla Camera dei rappresentanti per i distretti Pennsylvania 7 e Pennsylvania 15 (quest'ultimo dopo le dimissioni di Charlie Dent) nell'ambito delle votazioni per la formazione del 116º Congresso, non è stato eletto, battuto in entrambe le votazioni dalla democratica Susan Wild.[1][2]

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Democrat Susan Wild wins House race in Pennsylvania, The Hill. URL consultato il 16 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 16 novembre 2018).
  2. ^ (EN) Susan Wild announces victory in 15th district special election, WFMZ. URL consultato il 16 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 20 gennaio 2019).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN233151802 · ISNI (EN0000 0003 6791 036X · LCCN (ENn2012014138 · WorldCat Identities (ENlccn-n2012014138