Mattia Signorini

scrittore italiano

Mattia Signorini (Badia Polesine, 25 giugno 1980) è uno scrittore italiano.

BiografiaModifica

Mattia Signorini è nato nel 1980 a Badia Polesine e ha vissuto a Rovigo fino al 2005. Ha studiato Scienze della Comunicazione all'Università di Padova, laureandosi con una tesi in Sociologia che tratta le modalità di comunicazione tra studenti e docenti nelle scuole secondarie, basandosi sulle teorie di interazione proposte da Erving Goffman. Dopo l'università ha lavorato a Padova nel marketing come copywriter e nel commerciale di una GDO che si occupa di prodotti per la casa e cosmetici.

Nel 2007 ha pubblicato Lontano da ogni cosa (Salani), che ha ottenuto un ottimo successo di pubblico e critica. Di questo romanzo hanno scritto: "Il libro fotografa con lucidità d'inchiostro i figli degli anni '80, ma soprattutto riesce nell'impresa non facile di raccontare una generazione senza cadere nel romanzo generazionale" (D-Repubblica); "Un romanzo che mette a nudo soprattutto i sentimenti, quelli forti, autentici, con una carica emozionale rara, che coinvolge i lettori" (Avvenire). L'anno successivo si è iscritto al corso magistrale di Filosofia all'Università di Padova, che ha lasciato a un esame dalla laurea.

Nel 2009 ha pubblicato La sinfonia del tempo breve (Salani), con cui ha vinto il Premio Tropea 2010, la cui terna finalista era composta anche da Scintille di Gad Lerner e Il silenzio dei chiostri di Alicia Giménez-Bartlett, e che è stato tradotto in Europa, Sudamerica e Israele. Di questo romanzo hanno scritto: "Un libro che ha tutte le qualità della narrativa, ma anche il respiro della grande letteratura" (GQ); "Una fiaba intessuta da memorie di scrittori amati, da Calvino a Conrad" (Corriere della Sera); "Un romanzo pieno di charme" (Liberation); "Un romanzo che ci fa credere nella bellezza della vita" (Bild am Sonntag). Si è trasferito a Milano, dove ha vissuto per quattro anni e ha scritto per le riviste GQ e Vogue intervistando i protagonisti della scena indie musicale italiana e dove ha lavorato come editor e talent scout di narrativa italiana per l'Agenzia Letteraria Vicki Satlow. Ha terminato di scrivere il suo terzo romanzo pochi mesi prima di lasciare la città.

Nel 2013 ha pubblicato Ora (Marsilio), finalista al Premio Stresa. Di questo romanzo hanno scritto: "Ora affronta i temi della maturità, con tutto il carico di interrogativi esistenziali che essa porta con sé. Un libro profondo ma anche vivace e leggero, intenso e molto godibile, percorso da momenti di riflessione e, insieme, da episodi divertenti. Con una scrittura - non ultima qualità di quest'opera - di grande scorrevolezza e leggibilità" (Il Sole 24 Ore); "Ora ricorda per tema e importanza narrativa "La casa a Nord-Est" di Maldini, e come per il capolavoro di Maldini, anche Signorini sceglie i luoghi, le persone, il paese, mettendo al centro l'anima del protagonista e il suo sguardo sulle piccole grandi cose quotidiane, comprese le disillusioni che graffiano l'animo di tutti, le difficoltà legate alla perdita della famiglia, e ancor più profondamente il riflettere su ciò che eravamo e non saremo più" (Il Messaggero). All'inizio dello stesso anno è ritornato a vivere a Rovigo, dove ha fondato la scuola di scrittura creativa Palomar, che ha visto due studenti del primo anno firmare contratti per le case editrici Mondadori e Rizzoli.

Nel 2014 ha dato vita al Festival Rovigoracconta, che si svolge a maggio e vede protagonisti scrittori, cantanti, giornalisti e attori di cinema e teatro e conta migliaia di spettatori ogni anno.

Nel 2015 ha pubblicato Le fragili attese (Marsilio). Di questo romanzo hanno scritto: "Uno dei migliori romanzi italiani degli ultimi anni. Un romanzo di emozioni, di convinzioni, di lotte, di vita. Un romanzo che incanta" (Gian Paolo Serino, Il Giornale); "Poetico. Struggente" (Valeria Parrella, Grazia); "Conquista per la capacità di narrare con limpidezza quei momenti bui che ci si trova a dover attraversare nella vita" (Elle).

OpereModifica

  • Lontano da ogni cosa, Salani, 2007-Tascabile TEA 2011.
  • La sinfonia del tempo breve, Salani, 2009-Tascabili Marsilio MAXI 2014.
  • Ora, Marsilio, 2013
  • Le fragili attese, Marsilio 2015
  • Stelle minori, Feltrinelli 2019

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN9636515 · ISNI (EN0000 0000 8088 3421 · SBN IT\ICCU\UBOV\761821 · LCCN (ENno2007130023 · GND (DE140827587 · BNF (FRcb162285780 (data) · BNE (ESXX5009150 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2007130023