Apri il menu principale

Maurizio Enrico di Nassau-Hadamar

nobile tedesco
Maurizio Enrico di Nassau-Hadamar
Moritz Heinrich von Nassau-Hadamar.jpg
Principe di Nassau-Hadamar
In carica 1653 –
1679
Predecessore Giovanni Ludovico
Successore Francesco Alessandro
Nascita Hadamar, 23 aprile 1626
Morte Hadamar, 24 gennaio 1679
Dinastia Casato di Nassau
Padre Giovanni Ludovico di Nassau-Hadamar
Madre Ursula di Lippe
Coniugi Ernestina Carlotta di Nassau-Siegen
Maria Leopoldina di Nassau-Siegen
Anna Luisa di Manderscheid-Blankenheim
Figli Dettaglio
Religione cattolica

Maurizio Enrico di Nassau-Hadamar (Hadamar, 23 aprile 1626Hadamar, 24 gennaio 1679) fu, dopo il padre, il secondo governante della linea minore di Nassau-Hadamar, del ramo ottoniano del Casato di Nassau.

Nascita e famigliaModifica

Maurizio Enrico nacque il 23 aprile 1626 a Hadamar, figlio del principe Giovanni Ludovico di Nassau-Hadamar e della moglie Ursula, figlia del conte Simone VI di Lippe.

Politica e religioneModifica

Maurizio Enrico continuò la politica di sviluppo della città di Hadamar, iniziata dal padre. Egli fu particolarmente impegnato nello sviluppo delle infrastrutture, dell'ordine pubblico, del sistema sanitario e dei servizi sociali. A differenza del padre egli però non cercò di influenzare i principati circostanti.

Il 17 luglio 1663 egli fece riprendere i lavori per la costruzione dell'ospizio di Santa Elisabetta nella piazza del mercato superiore, per il quale il padre aveva posto le fondamento; l'edificio venne terminato il 21 novembre 1663.

Dopo la conversione del padre al cattolicesimo, Maurizio Enrico venne cresciuto anch'esso come cattolico e supportò la controriforma a Hadamar. Egli fu inoltre promotore della costruzione, tra il 1658 e il 1666, della chiesa francescana sul luogo dove era appena stata demolita la chiesa di Sant'Egidio. La famiglia principesca possedeva una cripta sotto il coro; le prime tumulazione avvennero nel maggio 1661.

Nella seconda metà del 1675 egli costruì la cappella di Herzenberg, di forma ottagonale, che in seguito divenne il coro della chiesa di Herzenberg.

Matrimoni e discendenzaModifica

Maurizio Enrico si sposò tre volte e fu padre di tredici figli.

Il suo primo matrimonio venne celebrato a Siegen il 30 gennaio 1650 con la cugina Ernestina Carlotta (23 ottobre 1623 - 15 agosto 1668), figlia del conte Giovanni VIII di Nassau-Siegen. Dalla loro unione nacquero:

  1. Ernestina Ludovica (Hadamar, 17 febbraio 1651 – Hadamar, 29 maggio 1661);
  2. Giovanni Ermanno Lamoral Francesco (Hadamar, 21 gennaio 1651 - Hadamar, 18 febbraio 1654);
  3. Carlo Filippo (Hadamar, 15 maggio 1656Oirschot, 22 luglio 1661);
  4. Francesco Gaspare Ottone (Hadamar, 29 novembre 1657 – Hadamar, 24 febbraio 1659);
  5. Claudia Francesca (Hadamar, 6 giugno 1660Neustadt an der Waldnaab, 6 marzo 1680), il 18 luglio 1677 sposò il principe Ferdinando Augusto di Lobkowitz (7 settembre 1655 – 3 ottobre 1715);
  6. Massimiliano Augusto Adolfo (Hadamar, 19 ottobre 1662 – Hadamar, 26 maggio 1663).

Il 12 agosto 1669, si sposò a Siegen in seconde nozze con Maria Leopoldina (1652 - 27 giugno 1675), figlia del conte Giovanni Francesco Desiderato di Nassau-Siegen e nipote della prima moglie di Maurizio Enrico. Ebbero i seguenti figli:

  1. Leopoldo Francesco Ignazio (Hadamar, 26 settembre 1672 - Hadamar, 19 luglio 1675);
  2. Francesco Alessandro (Hadamar, 27 gennaio 1674 - Hadamar, 27 maggio 1711), che succedette al padre come principe di Nassau-Hadamar;
  3. Ugo Lotario Lamoral Augusto (Hadamar, 4 aprile 1675 - Hadamar, 24 giugno 1675).

Il terzo matrimonio avvenne il 24 ottobre 1675 a Hachenburg con Anna Luisa (Hachenburg, 11 aprile 1654 - Hadamar, 23 aprile 1692), maggiore delle figlie del conte Salentino Ernesto di Manderscheid-Blankenheim. Ne nacquero i seguenti figli:

  1. Damiano Salomone Salentino (Hadamar, 24 luglio 1676 - Hadamar, 18 ottobre 1676);
  2. Guglielmo Bernardo Luigi (Hadamar, 25 maggio 1677 - Hadamar, 3 ottobre 1677);
  3. Ugo Ferdinando Leonor Augusto (Hadamar, 22 maggio 1678 - Hadamar, 16 aprile 1679);
  4. Albertina Giovanna Francesca Caterina (Hadamar, 6 luglio 1679 - Anholt, 24 aprile 1716), il 20 luglio 1700 sposò ad Anholt il principe Ottone Luigi di Salm-Neufville.

AntenatiModifica

BibliografiaModifica

  • Karl Josef Stahl, Hadamar — Stadt und Schloss, 1974

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN64856043 · GND (DE121164721 · CERL cnp00427984 · WorldCat Identities (EN64856043