Apri il menu principale

Mia moglie è una bestia

film del 1988 diretto da Castellano e Pipolo
Mia moglie è una bestia
Mia moglie è una bestia.jpg
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1988
Durata104 min
Generecommedia
RegiaCastellano e Pipolo
SoggettoCastellano e Pipolo
SceneggiaturaCastellano e Pipolo
ProduttoreMario e Vittorio Cecchi Gori
Casa di produzioneMaura International Film
Distribuzione in italianoColumbia Tri Star
FotografiaCarlo Poletti
MontaggioAntonio Siciliano
MusicheBruno Zambrini
Interpreti e personaggi

Mia moglie è una bestia è un film del 1988 diretto da Castellano e Pipolo.

TramaModifica

Gianni è un pubblicitario milanese a corto di idee che va in montagna a sciare, presso Cervinia, sotto rigido consiglio della fidanzata, nel tentativo di incoraggiarlo a sfuggire all'esaurimento nervoso che lo sta affliggendo ultimamente e che gli provoca anche delle allucinazioni. Durante un'escursione fuori pista si ritrova all'interno di una caverna dove scopre ibernata una giovane e bellissima donna preistorica, da cui rimane subito attratto. La cavernicola, all'insaputa dell'uomo, si nasconde nella sua macchina e, pertanto, arriva a Milano. Dopo varie disavventure e incomprensioni, trionfa l'amore tra il milanese e l'ex preistorica, ora affermata donna moderna.

CuriositàModifica

  • Il titolo iniziale del film era Gelato di donna, poi cambiato in seguito durante le riprese.
  • Originariamente il ruolo di Huc era stato affidato a Paola Liguori, protagonista del film Intervista di Federico Fellini del 1987, ma l'attrice non convinse i registi nei provini, e venne sostituita da Eva Grimaldi, anche lei attrice nello stesso film di Fellini.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema