Monte Paschi Strade Bianche 2011

Italia Monte Paschi Strade Bianche 2011
Edizione
Data5 marzo
PartenzaGaiole in Chianti
ArrivoSiena
Percorso190 km
Tempo4h44'26"
Media40,079 km/h
Valida perUCI Europe Tour 2011
Ordine d'arrivo
PrimoBelgio Philippe Gilbert
SecondoItalia Alessandro Ballan
TerzoItalia Damiano Cunego
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Monte Paschi Strade Bianche 2010Strade Bianche 2012

La Monte Paschi Strade Bianche 2011, quinta edizione della corsa, è stata disputata il 5 marzo 2011, per un percorso totale di 190 km. Il vincitore è stato il belga Philippe Gilbert, che ha terminato la gara in 4h44'26" alla media oraria di km 40,079.

PercorsoModifica

La gara parte da Gaiole in Chianti ed arriva a Siena nella celebre Piazza del Campo, per una distanza complessiva di 190 km, percorrendo le strade bianche, la componente più caratteristica della corsa, 57,2 km, suddivisi in otto settori:

  • Settore 1 Radi: dal km 35 al 48,5 di km 13,5
  • Settore 2: dal km 53,9 al 59,4 di km 5,5
  • Settore 3 Lucignano d'Asso: dal km 82,3 al 94,2 di km 11,9
  • Settore 4 Pieve a Salti: dal km 95,2 al 103,2 di km 8,0
  • Settore 5 Monte Sante Marie: dal km 132,4 al 143,9 di km 11,5
  • Settore 6 Montechiaro: dal km 163,7 al 167 di km 3,3
  • Settore 7 Colle Pinzuto: dal km 170,4 al 172,8 di km 2,4
  • Settore 8 Le Tolfe: dal km 176,7 al 177,8 di km 1,1

Squadre e corridori partecipantiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Partecipanti al Monte Paschi Strade Bianche 2011.

Le squadre ciclistiche iscritte erano quattordici, composte da otto corridori ciascuna. Di queste sette erano le squadre con licenza "UCI Pro Tour", sei squadre rientravano nella fascia "UCI Professional Continental Team" e una nella "UCI Continental Team". Alla partenza si sono presentati 110 corridori; tra i precedenti vincitori della corsa ha partecipato Fabian Cancellara (edizione del 2008).

N. Cod. Squadra
1-8 ASA   Acqua e Sapone
11-18 AND   Androni Giocattoli
21-28 BMC   BMC Racing Team
31-38 COG   Colnago-CSF Inox
41-48 DER   De Rosa-Ceramica Flaminia
51-58 FAR   Farnese Vini-Neri Sottoli
61-68 GEO   Geox-TMC
N. Cod. Squadra
71-78 THR   HTC-Highroad
81-88 LAM   Lampre-ISD
91-98 LIQ   Liquigas-Cannondale
101-108 OLO   Omega Pharma-Lotto
111-118 GRM   Team Garmin-Cervélo
121-127 LEO   Team Leopard-Trek
131-138 TT1   Team Type 1-Sanofi Aventis

Resoconto degli eventiModifica

Dopo una prima fuga di Alessandro De Marchi e Joost Posthuma, il gruppo si è presentato compatto all'imbocco del primo tratto di sterrato, nel corso del quale sono usciti dal gruppo dieci ciclisti, Ermeti, Kohler, Rocchetti, Ricci Bitti, Brandle, Velits, Longo Borghini, Peterson, Van Avermaet e O’Grady ai quali successivamente si sono aggregati Hansen e Sinkewitz. Il vantaggio dei fuggitivi è arrivato a una punta massima di 3 minuti. Nel quinto tratto di sterrato, il più impegnativo, mentre il gruppo impetuosamente recuperava terreno, hanno allungato Van Avermaet e O'Grady ai quali si sono accodati Ermeti e Brandle. I fuggitivi raggruppatisi nuovamente conservavano ancora 43” sul gruppo all'inizio del sesto segemto sterrato. Nuovo tentativo di fuga di Van Avermaet e O'Grady che all'inizio dell'ultimo tratto di sterrato, l'ottavo, a 15 km dall'arrivo conservavano ancora 20” di vantaggio. La loro fuga termina ai meno 12 km. Un gruppo ristretto di 20 ciclisti si sono giocati la vittoria sull'ultima rampa che portava nel centro di Siena e in breve leggera discesa in Piazza del Campo. Il belga Philippe Gilbert ha vinto la 5/a edizione delle Strade Bianche precedendo l'ex campione del mondo Alessandro Ballan e Damiano Cunego[1][2].

Ordine d'arrivo (Top 10)Modifica

Pos. Corridore Squadra Tempo
1   Philippe Gilbert Omega Pharma 4h59'02"
2   Alessandro Ballan BMC s.t.
3   Damiano Cunego Lampre-ISD s.t.
4   Jure Kocjan Type 1-Sanofi s.t.
5   Fabian Cancellara Leopard-Trek s.t.
6   Ángel Vicioso Androni Gioc. s.t.
7   Oscar Gatto Farnese Vini s.t.
8   Giovanni Visconti Farnese Vini s.t.
9   Greg Van Avermaet BMC s.t.
10   Fabian Wegmann Leopard-Trek s.t.

NoteModifica

  1. ^ Marco Pastonesi, Gilbert è il re dello sterrato Il belga vince le Strade Bianche, in gazzetta.it, 5 marzo 2011. URL consultato il 7-3-2011.
  2. ^ Simon Mari, Strade Bianche, Gilbert ne piazza un'altra delle sue, in spaziociclismo.it, 5 marzo 2011. URL consultato il 5-3-2011.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo