Apri il menu principale

DescrizioneModifica

Con la sua forma piramidale, il monte Ventasso segna lo spartiacque fra i bacini del torrente Enza e del fiume Secchia. La montagna rientra nel territorio dell'ex Parco del Gigante, ora parte del Parco nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano. La zona è stata designata come sito di interesse comunitario e zona di protezione speciale (IT4030002).[2]

Sul fianco nord-ovest della montagna è situato il lago Calamone e la stazione sciistica di Ventasso Laghi.

Ogni anno nel periodo estivo si svolge l'Ecomaratona del Ventasso su un percorso ad anello lungo le pendici del monte. La maratona parte da Busana (850 m) e sale lungo i sentieri fino alla cima del Ventasso (1.725 m).[3]

EscursioniModifica

La cima è raggiungibile tramite il sentiero 661 partendo dalla strada statale 63 presso Busana oppure tramite il sentiero 663 da Nismozza sempre lungo la statale 63 o da Montemiscoso e passando per il Lago Calamone. I due sentieri si incontrano nei pressi dell'oratorio di S. Maria Maddalena (1505 m) con bivacco annesso sempre aperto. L'antico oratorio fu probabilmente un antico eremitaggio di donne e meta di un tradizionale pellegrinaggio alla fine del mese di luglio.[4]

 
Panoramica dalla cima del Ventasso

CuriositàModifica

Il comune di Ventasso deve il suo nome proprio al monte, che sorge nel suo territorio, all'interno dell'ex comune di Ramiseto. La denominazione del comune è stata scelta dai cittadini tramite un referendum.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Altezza secondo Touring Club Italiano, Reggio Emilia e provincia, in collane Guide d'Italia e Guide verdi d'Italia, Touring Editore, 2000 - ISBN 88-365-1585-1
  2. ^ Formulario Natura 2000 del sito IT4030002 (PDF) [collegamento interrotto], su regione.emilia-romagna.it. URL consultato il 24-03-2011.
  3. ^ Ecomaratona Del Ventasso
  4. ^ unionecomuni.re.it. URL consultato l'11 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2013).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica