Apri il menu principale
MotorStorm: Apocalypse
videogioco
Firmam3.gif
PiattaformaPlayStation 3
Data di pubblicazioneSony PlayStation 3:
Giappone Cancellato
Stati Uniti 3 maggio 2011
Europa Italia 16 marzo 2011
Regno Unito 31 marzo 2011[1]
Australia 17 marzo 2011
GenereSimulatore di guida
OrigineRegno Unito
SviluppoEvolution Studios
PubblicazioneSony Computer Entertainment
SerieMotorStorm
Modalità di giocoGiocatore singolo, multiplayer e multiplayer online
Periferiche di inputSixaxis o DualShock 3
Motore graficoMotorStorm Engine (modificato), Havok
SupportoBlu-ray Disc
Preceduto daMotorStorm: Artic Edge

MotorStorm: Apocalypse è un videogioco racing arcade[2] fuoristrada esclusivo per la console PlayStation 3 ed è sviluppato da Evolution Studios e pubblicato da Sony Computer Entertainment[3][4]. Dopo i vari rinvii in Giappone e nel Regno Unito, Sony decide di rimandare la pubblicazione del gioco anche in America.[5]

Il gioco invece è stato regolarmente pubblicato in Europa e nei negozi italiani il 16 marzo 2011.[6]

In Asia, il gioco è stato pubblicato col il nome MotorStorm 3 Apocalypse. In Giappone Sony ha annullato l'uscita del gioco

SviluppoModifica

Il gioco è stato annunciato ufficialmente il 10 giugno 2010, nei giorni prima dell' E3 2010, da Evolution Studios sul PlayStation Blog.[7]

Il 21 agosto 2010, SCEE aveva confermato in un primo momento la data di distribuzione per MotorStorm: Apocalypse a febbraio 2011, ma fu spostata a marzo 2011 con una pubblicazione dei primi contenuti aggiuntivi.[8][9][10]

Il 13 gennaio 2011, SCEE conferma ufficialmente la data di distribuzione per MotorStorm: Apocalypse per il 16 marzo 2011.

AmbientazioneModifica

Il gioco si svolge in una città devastata da una serie di terremoti (che culmineranno nel "Big One" al termine della campagna principale) che si basa sul Golfo di California ed è la prima volta che la serie ha avuto luogo in un'area urbana.[11] I giochi precedenti hanno avuto luogo in diverse zone quali la Monument Valley, un'isola vulcanica immaginaria nell'Oceano Pacifico e la regione dell'Artide.

Data di uscita posticipataModifica

Il gioco era inizialmente previsto per essere commercializzato in Nuova Zelanda il 16 marzo 2011[12], ma in seguito al terremoto che colpi il paese, Sony ha deciso di rimandare la pubblicazione del gioco.[13]

La stessa sorte capita anche in Giappone, infatti dopo un violento terremoto e tsunami che colpi il paese il 10 marzo 2011, Sony Japan ha deciso di rimandare la pubblicazione del gioco a data da destinarsi.[14] Dopo questa decisione ne è stata presa un'altra cioè che lo stesso succederà in Europa.[15] Infatti, la Sony dichiarava: "Sebbene abbiamo spedito le copie ai negozianti la scorsa settimana, abbiamo preso la decisione di posticipare la data di uscita", ma alcuni negozianti non hanno rispettato tale provvedimento, perché il gioco oltre a essere presente nei negozi, è stato distribuito addirittura prima della sua pubblicazione ufficiale.[16] Il gioco è stato in seguito cancellato del tutto per il Giappone.

Il gioco è stato distribuito il 16 marzo 2011 in Europa e i negozianti che lo hanno ricevuto lo potranno vendere liberamente. In Australia, il gioco è stato pubblicato il 17 marzo 2011, ma come in Europa, Sony dichiara di voler fermare la spedizione del gioco nei negozi e di non mostrare le campagne pubblicitarie di MotorStorm: Apocalypse.[17]

Il gioco è stato rimandato anche in America a causa dei tragici eventi che hanno colpito il Giappone.[6]

AccoglienzaModifica

La rivista Play Generation diede al titolo un punteggio di 92/100, apprezzando la struttura di gioco perfetta e l'effetto 3D, considerandolo il migliore visto al tempo in un videogioco, e come contro i tempi di caricamento eccessivi in alcune fasi ed i bug nella modalità online, finendo per trovarlo un capitolo che univa una giocabilità eccellente a una realizzazione tecnica impeccabile, ritenendolo da non perdere[18]. La stessa testata lo classificò come uno dei quattro migliori giochi per ricoprire di fango la carrozzeria[19].

NoteModifica

  1. ^ Sony redates MotorStorm: Apocalypse for 31st March in UK Archiviato il 12 aprile 2011 in Internet Archive.
  2. ^ 3 ragioni per giocare a... MotorStorm Apocalypse, in Play Generation (Edizioni Master), nº 66, maggio 2011, p. 83, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  3. ^ MotorStorm Apocalypse, in Play Generation (Edizioni Master), nº 65, aprile 2011, pp. 92-93, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  4. ^ MotorStorm Apocalypse, in Play Generation (Edizioni Master), nº 66, maggio 2011, p. 70, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  5. ^ Motorstorm rinviato anche in USA
  6. ^ a b MotorStorm: Apocalypse rimandato negli USA
  7. ^ "Introducing MotorStorm Apocalypse"
  8. ^ MotorStorm Apocalypse dated for February 2011, DLC confirmed, su gamerzines.com. URL consultato il 21 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2010).
  9. ^ Motorstorm Apocalypse, in Play Generation (Edizioni Master), nº 70, settembre 2011, p. 68, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  10. ^ MotorStorm Apocalypse, in Play Generation (Edizioni Master), nº 72, novembre 2011, p. 68, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  11. ^ "MotorStorm Apocalypse Is Urban Survival Racing"
  12. ^ Motor Storm Apocalypse, in Play Generation (Edizioni Master), nº 63, febbraio 2011, p. 31, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  13. ^ Motorstorm ritarda in Nuova Zelanda
  14. ^ MotorStorm: Apocalypse Delayed In Japan, su thesilentchief.com. URL consultato il 14 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2011).
  15. ^ Motorstorm: Apocalypse rinviato anche in Europa
  16. ^ Vergogna ! Motorstorm Apocalypse è presente NEI NEGOZI EUROPEI, nonostante lo Tsunami giapponese
  17. ^ Dropper «Motorstorm: Apocalypse» inntil videre, su spill.no. URL consultato il 19 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 16 marzo 2011).
  18. ^ MotorStorm Apocalypse, in Play Generation (Edizioni Master), nº 66, maggio 2011, pp. 56-58, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  19. ^ MotorStorm Apocalypse, in Play Generation (Edizioni Master), nº 69, agosto 2011, p. 90, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).

Collegamenti esterniModifica

  Portale PlayStation: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di PlayStation