Apri il menu principale

Nayim

allenatore di calcio e ex calciatore spagnolo
Nayim
Nazionalità Spagna Spagna
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2000 - giocatore
Carriera
Giovanili
? Ceuta
?-1985 Barcellona
Squadre di club1
1985-1987Barcellona Atletic45 (7)
1986-1988Barcellona7 (0)
1988-1992Tottenham144 (28)
1992-1997Real Saragozza123 (5)
1997-2000CD Logroñés67 (5)
Nazionale
1984-1985 Spagna Spagna U-18 4 (0)
1985 Spagna Spagna U-19 1 (0)
1985 Spagna Spagna U-20 4 (0)
1987 Spagna Spagna U-21 1 (0)
Carriera da allenatore
?Atlético Ceuta
?CeutaVice
2009-2010Real SaragozzaVice
Palmarès
Transparent.png Mondiali di Calcio Under-20
Argento URSS 1985
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Mohammed Alí Amar, meglio conosciuto come Nayim (Ceuta, 5 novembre 1966), è un allenatore di calcio ed ex calciatore spagnolo.

Indice

CarrieraModifica

Centrocampista, Nayim crebbe nelle giovanili della squadra della sua città, il Ceuta, per poi passare al Barcellona, con cui fece anche alcune apparizioni in prima squadra tra il 1986 e il 1988, prima di trasferirsi in Inghilterra, dove indossò per quattro stagioni (1988-1992) la maglia del Tottenham. Nel 1991 la squadra vinse una FA Cup.

Tornò poi in Spagna, dove col Real Saragozza disputò 123 incontri in 4 stagioni (1992-1997), aiutando la squadra a vincere una Coppa del Re (1993-1994) e la successiva Coppa delle Coppe (1994-1995). Nella finale europea contro l'Arsenal fu suo il gol decisivo, considerato uno dei più bei gol in campo europeo: lo mise a segno con un pallonetto da 45 metri che superò il portiere avversario David Seaman.[1] La rete del centrocampista colpì tanto l'immaginario collettivo che nel 2006 il piccolo comune aragonese di Trasmoz dedicò ad essa una strada, intitolata Calle Gol de Nayim.[2]

Nel 1997 si trasferì al Logroñés, in Segunda División spagnola, dove chiuse la carriera nel 2000.

Da allora, è diventato allenatore in seconda del Ceuta e poi del Real Saragozza, fino a quando, dopo l'esonero dell'allenatore ed ex compagno di squadra José Aurelio Gay, non ha accettato il ruolo di vice di Javier Aguirre. [3]

Nel maggio del 2016 è direttore sportivo dell'Agrupación Deportiva Ceuta Fútbol Club.

NazionaleModifica

Nayim non ha mai indossato la maglia della nazionale maggiore della Spagna, mentre vanta presenze con quelle giovanili: una con l'Under 19, quattro con l'Under-20 e una con l'Under-21.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Barcellona: 1987-1988
Real Saragozza: 1993-1994
Tottenham: 1990-1991
Tottenham: 1991

Titoli internazionaliModifica

Real Saragozza: 1994-1995

NoteModifica

  1. ^ 1994/95: Nayim affonda l'Arsenal, uefa.com, 1º giugno 1995. URL consultato il 9 settembre 2009.
  2. ^ (ES) Vivir en la calle Gol de Nayim, El Periodico de Aragon, 18 giugno 2006. URL consultato il 30 maggio 2015.
  3. ^ (ES) Nayim deja el puesto de segundo entrenador, Realzaragoza.com, 18 novembre 2010. URL consultato il 18 novembre 2010.

Collegamenti esterniModifica

  • (DEENIT) Nayim, su Transfermarkt, Transfermarkt GmbH & Co. KG.  
  • Nayim, su calcio.com, HEIM:SPIEL Medien GmbH.  
  • (EN) Nayim, su soccerbase.com, Racing Post.  
  • (ENESCA) Nayim, su BDFutbol.com.