Nazionale di rugby a 7 maschile dell'Italia

rappresentativa nazionale maschile di rugby a 7 dell’Italia
Italia Italia
Logo della F.I.R..svg
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Prima
tenuta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Tenuta
alternativa
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 7
Federazione Federazione Italiana Rugby
C.T. Andrew Vilk
Coppa del Mondo
Partecipazioni 3 (esordio: 1993)
Miglior risultato 17ª (1993, 2005)

La Nazionale di rugby a 7 maschile dell'Italia è la selezione italiana di rugby a 7, che rappresenta l'Italia a livello internazionale. Sotto la giurisdizione della Federazione Italiana Rugby, è una delle core teams delle World Rugby Sevens Challenger Series e partecipa annualmente pure alle Sevens Grand Prix Series organizzate da Rugby Europe.

Ha partecipato occasionalmente ad alcuni tornei delle World Rugby Sevens Series, 9 in totale, l'ultima presenza nella stagione 2009-10 collezionando però soltanto 4 punti.

Nel circuito europeo delle Sevens Grand Prix Series, torneo allora chiamato FIRA European Sevens, il miglior risultato è stato il 2º posto raggiunto nel 2004 dopo la sconfitta 21-14 nella finale contro il Portogallo. Da non dimenticare però i 3° posti raggiunti negli anni successivi: 2005, 2006, 2009 ed un 4º posto più recentemente nel 2013.

La nazionale italiana ha collezionato tre presenze nella Coppa del Mondo di rugby a 7 (1993, 2005, 2009), durante l'edizione 2005, disputata ad Hong Kong, si anche aggiudicata il Bowl sconfiggendo in finale il Canada 7-5 grazie a una meta di Benjamin de Jager.

Nel 2014 alle Hong Kong Sevens, nelle World Series Qualifier, si è vista sfumare la possibilità di accedere alle World Series perdendo la finale promozione contro il Giappone per 26-5.

Partecipazioni ai principali tornei internazionaliModifica

  • 2002: n.p.
  • 2003: n.p.
  • 2004:   2º posto
  • 2005:   3º posto
  • 2006:   3º posto
  • 2007: 6º posto
  • 2008: 5º posto
  • 2009:   3º posto
  • 2010: 7º posto
  • 2011: 7º posto
  • 2012: 10º posto
  • 2013: 5º posto
  • 2014: 11º posto
  • 2015: 11º posto
  • 2016: 6º posto
  • 2017: 10º posto
  • 2018: 7º posto
  • 2019: 5º posto

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby