Nectariniidae

famiglia di uccelli

DescrizioneModifica

Sono uccelli di piccola taglia, il cui peso va dai 5 grammi della nettarinia piccola pettonero (Cinnyris nectarinioides) ai 45 g del mangiaragni orecchiegialle maggiore (Arachnothera flavigaster).[2]
Presentano un marcato dimorfismo sessuale: il piumaggio dei maschi è di colori vivaci, spesso con riflessi metallici iridescenti, mentre quello delle femmine è meno appariscente; i maschi hanno inoltre dimensioni maggiori e code più lunghe. Fanno eccezione i mangiaragni del genere Arachnothera, che oltre a distinguersi dagli altri membri della famiglia per le maggiori dimensioni, presentano caratteristiche del piumaggio analoghe in entrambi i sessi.
Tutte le specie hanno un becco lungo e sottile, spesso ricurvo, e una lingua protrattile, bifida.

I Nettarinidi presentano numerose somiglianze con i colibrì del Nuovo Mondo (Trochilidae) e con gli honeyeater australiani (Meliphagidae), ma esse sono frutto di mera convergenza evolutiva, legata alla comune dieta nettarivora.

BiologiaModifica

 
Nettarinia purpurea (Cinnyris asiaticus) in volo stazionario.
 
Nido di nettarinia delle Seychelles (Cinnyris dussumieri).

Sono uccelli diurni, che generalmente vivono in coppie o occasionalmente in gruppi familiari più ampi.

AlimentazioneModifica

Sono uccelli con una dieta prevalentemente nettarivora e insettivora, ma alcune specie si nutrono anche di frutta.

La maggior parte delle specie è in grado di suggere il nettare dai fiori sia rimanendo ferme in volo stazionario, che posandosi sulle piante.

RiproduzioneModifica

I nidi dei Nettarinidi sono generalmente a forma di borsa, chiusi, sospesi ai rami; i nidi dei mangiaragni sono in genere meno elaborati, e possono essere delle piccole coppe fissate al lato inferiore di grandi foglie, come nel mangiaragni minore (Arachnothera longirostra), o dei lunghi cilindri, ugualmente fissati alle foglie degli alberi, come nel mangiaragni orecchiegialle minore (Arachnothera chrysogenys).

Nella maggior parte delle specie è la femmina ad occuparsi della costruzione del nido e della cova, sebbene il maschio collabori all'allevamento dei pulcini; in alcune specie di Arachnothera entrambi i sessi partecipano alla cova.[3]

Distribuzione e habitatModifica

Le specie della famiglia dei Nettarinidi sono diffuse nelle zone tropicali e subtropicali di Africa, Asia e Australasia.

Il maggior grado di biodiversità si osserva in Africa, dove il raggruppamento ha verosimilmente avuto origine. Sono presenti soprattutto nell'Africa sub-sahariana e in Madagascar, con popolazioni in Egitto, lungo il corso del Nilo. In Asia si trovano lungo le coste del mar Rosso e in Israele, con un vuoto nella loro distribuzione sino all'Iran, da dove raggiungono, senza soluzioni di continuità, la Cina e l'Indonesia. Mancano nella maggior parte delle isole dell'oceano Indiano, con l'eccezione delle Seychelles. In Australasia sono presenti in Nuova Guinea, nell'Australia nord-orientale e nelle Isole Salomone.[2]

La maggior parte delle specie sono uccelli stanziali o migratori stagionali sulla breve distanza.

Occupano una ampia varietà di habitat, dalla foresta pluviale alle foreste degradate, dalla savana alle aree di macchia costiera e alle foreste alpine; alcune specie si sono adattate anche ad habitat antropizzati come piantagioni e giardini. Il range altitudinale va dal livello del mare sino a 4900 m.[2]

TassonomiaModifica

La classificazione del Congresso ornitologico internazionale (gennaio 2014) attribuisce alla famiglia Nectariniidae 16 generi e 143 specie:[1]

 
Nettarinia golauniforme
(Anthreptes malacensis)
 
Nettarinia bruna del Gabon
(Anthreptes gabonicus)
 
Nettarinia dal collare nero-blu
(Hedydipna collaris)
 
Nettarinia olivacea
(Cyanomitra olivacea)
 
Nettarinia pettirossa
(Chalcomitra senegalensis)
 
Nettarinia di Johnston
(Nectarinia johnstoni)
 
Nettarinia reale
(Cinnyris regius)
 
Nettarinia di Mariqua
(Cinnyris mariquensis)
 
Nettarinia della Palestina
(Cinnyris osea)
 
Nettarinia purpurea
(Cinnyris asiaticus)
 
Nettarinia di Palawan
(Aethopyga bella)
 
Nettarinia golanera
(Aethopyga saturata)
 
Mangiaragni orecchiegialle maggiore
(Arachnothera flavigaster)
 
Mangiaragni faccianuda
(Arachnothera clarae)

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Nectariniidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 9 maggio 2014.
  2. ^ a b c Robert Cheke, Clive Mann & Josep del Hoyo, Family Nectariniidae (Sunbirds), in Handbook of the Birds of the World. Volume 13, Penduline-tits to Shrikes, Barcelona, Lynx Edicions, 2008, pp.196–243, ISBN 978-84-96553-45-3.
  3. ^ Forshaw J. & Lindsey T., Encyclopaedia of Animals: Birds, London, Merehurst Press, 1991, p. 207, ISBN 1-85391-186-0.

Altri progettiModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli