Apri il menu principale

Le onorificenze sportive sono riconoscimenti conferiti da:

ad atleti italiani e società sportive italiane particolarmente meritevoli.

Indice

Onorificenze del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI)Modifica

Onorificenze sportive
Comitato olimpico nazionale italiano
Istituzione1995
Gradioro - argento - bronzo
Ordine più altoCollare d'oro al merito sportivo
Ordine più bassoStella al merito sportivo
Nastro dell'onorificenza dal 2014

Collare d'oro al merito sportivoModifica

dal 1995 al 18 dicembre 2014:

  Collare d'oro al merito sportivo[1]
Classe unica.
  Diploma d'Onore
(deliberazione del Consiglio nazionale del Comitato olimpico nazionale italian del 1995);

dal 18 dicembre 2014 - attuale:

  Collare d'oro al merito sportivo
Classe unica.
(deliberazione del Consiglio nazionale del Comitato olimpico nazionale italiano del 18 dicembre 2014, n. 1528).

Stella al merito sportivoModifica

dal 20 dicembre 1933 al 25 luglio 1943:

  •   Stella al merito sportivo
    Classe unica.
    Concessa per premiare «i Presidenti di Federazioni Sportive che più si siano distinte, durante un biennio, in affermazioni di carattere internazionale»
    (Foglio d'ordini del Partito nazionale fascista del 20 dicembre 1933, n. 117)
    L'assegnazione fu successivamente estesa anche a «fascisti, corpi armati, Enti che abbiano svolto lodevole attività sportiva»
    (Foglio d'ordini del Partito nazionale fascista del 24 giugno 1938, n. 203);

dal 12 dicembre 1964 al 18 dicembre 2014:

  Stella d'oro al merito sportivo
  Stella d'argento al merito sportivo
  Stella di bronzo al merito sportivo
(deliberazione del Consiglio nazionale del Comitato olimpico nazionale italiano del 12 dicembre 1964);

dal 18 dicembre 2014 - attuale:

  Stella d'oro al merito sportivo
  Stella d'argento al merito sportivo
  Stella di bronzo al merito sportivo
(deliberazione del Consiglio nazionale del Comitato olimpico nazionale italiano del 18 dicembre 2014, n. 1528).

Medaglia al valore atletico (20 dicembre 1933 - attuale)Modifica

dal 20 dicembre 1933 al 25 luglio 1943:
  Medaglia d'oro al valore atletico
  Medaglia d'argento di 1º grado al valore atletico
  Medaglia d'argento al valore atletico
  Medaglia di bronzo al valore atletico
Concessa per «esaltare i vincitori di competizioni sportive e per suscitare lo spirito di emulazione»
(Foglio d'ordini del Partito nazionale fascista del 20 dicembre 1933, n. 117);
dal 30 maggio 1964 al 23 marzo 2004:
  Medaglia d'oro al valore atletico
  Medaglia d'argento al valore atletico
  Medaglia di bronzo al valore atletico
(Deliberazione del Consiglio nazionale del Comitato olimpico nazionale italiano del 30 maggio 1964);
dal 23 marzo 2004 al 18 dicembre 2014:
  Medaglia d'oro al valore atletico
  Medaglia d'argento al valore atletico
  Medaglia di bronzo al valore atletico
(Deliberazione del Consiglio nazionale del Comitato olimpico nazionale italiano del 23 marzo 2004, n. 1260);
dal 18 dicembre 2014 - attuale:
  Medaglia d'oro al valore atletico
  Medaglia d'argento al valore atletico
  Medaglia di bronzo al valore atletico
(Deliberazione del Consiglio nazionale del Comitato olimpico nazionale italiano del 18 dicembre 2014, n. 1528).

Palma al merito tecnico (30 maggio 1964 - attuale)Modifica

dal 30 maggio 1964 al 18 dicembre 2014:
  Palma d'oro al merito tecnico
  Palma d'argento al merito tecnico
  Palma di bronzo al merito tecnico
(Deliberazione del Consiglio nazionale del Comitato olimpico nazionale italiano del 30 maggio 1964);
dal 18 dicembre 2014 - attuale:
  Palma d'oro al merito tecnico
  Palma d'argento al merito tecnico
  Palma di bronzo al merito tecnico
(Deliberazione del Consiglio nazionale del Comitato olimpico nazionale italiano del 18 dicembre 2014, n. 1528).

Federazioni sportiveModifica

Onorificenze T.S.N. - Tiro a Segno NazionaleModifica

Medaglia di benemerenza del Tiro a segno nazionale
T.S.N.
Tiro a Segno Nazionale
Tipologiaonorificenza sportiva
Statuscessato
IstituzioneSan Rossore, 17 aprile 1930
CessazioneRoma, 9 maggio 2010
Gradioro
argento
Ordine più altoMedaglia di benemerenza d'oro del Tiro a segno nazionale
Ordine più bassoMedaglia di benemerenza d'argento del Tiro a segno nazionale
Nastro dal 1930 della
Medaglia di benemerenza del Tiro a Segno Nazionale

Benemerenze del Tiro a Segno Nazionale (17 aprile 1930 - 9 maggio 2010)

  Medaglia di benemerenza del Tiro a segno nazionale
Classi d'oro, d'argento.
Conferite «per le sezioni che danno prova di una Iodevole organizzazione e per coloro che in particolar modo si distinguono per conseguire il miglior funzionamento delle sezioni stesse»
(legge 17 aprile 1930, n. 479, Riforma della legge sul tiro a segno nazionale, in G. U. del Regno n. 114 del 15 maggio 1930, entrata in vigore il 30 maggio; abrogata dal decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66[2]).
Conferite «a) alle sezioni che diano prova del miglior funzionamento, per organizzazione, per numero di iscritti, per i risultati delle gare da esse indette e per l'attività e propaganda sportiva svolta (…); ai membri dei consigli direttivi o della direzione del tiro, compresi i commissari, e ai segretari, che per operosità, spirito organizzativo e passione per l'istituzione siansi resi benemeriti della sezione e abbiano proficuamente contribuito, ciascuno nell'ambito delle proprie attribuzioni, ad assicurarne l'incremento; c) ai tiratori che eccellino in modo particolarmente distinto per valenza e per risultati conseguiti, specialmente nelle competizioni all'estero. A ciascuna medaglia è annesso un diploma» (art. 87)
del Regolamento per l'esecuzione della legge 17 aprile 1930, n. 479, sulla riforma del tiro a segno nazionale
(regio decreto 21 novembre 1932, n. 2051, Approvazione del regolamento per l'esecuzione della legge 17 aprile 1930, n. 479, sulla riforma del tiro a segno nazionale, in G. U. del Regno n. 66 del 20 marzo 1933, in vigore dal 1º aprile 1933; abrogata dal decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66[2]).

Onorificenze FITARCOModifica

  • Targa al Merito Sportivo[3]
  • Arco al Merito Sportivo
  • Freccia al Valore Atletico
  • Stella FITARCO
  • Medaglia d'Onore

Onorificenze FIDALModifica

  • Querce al Merito Atletico[4]
  • Regolamento d'onore per gli atleti "Azzurri"

Onorificenze FIPModifica

Onorificenze FISOModifica

  • Lanterna d'oro, lanterna d'argento, lanterna di bronzo
  • Targa Vladimir Pacl
  • Targa Alois Lantschner

Benemerenze FCIModifica

  • Al merito del ciclismo d'oro, d'argento e di bronzo

Onorificenze FISModifica

  • Scudo d'onore d'oro, d'argento e di bronzo (riservato alle società ed associazioni sportive)
  • Distintivo d'onore d'oro, d'argento e di bronzo (riservato ai dirigenti)
  • Maschera d'onore d'oro d'argento e di bronzo (riservato ai maestri di scherma)
  • Lama d'onore d'oro, d'argento e di bronzo (riservato agli atleti)

Benemerenze FMSIModifica

  • Leonardo da Vinci d'oro, d'argento e di bronzo

Onorificenze CIKModifica

  • Attestato di Benemerenza

RevocaModifica

Tutte le onorificenze possono essere revocate in caso di comportamento contrario ai principi dello Sport.

NoteModifica

  1. ^ Conferibile una sola volta. Nel caso un atleta, dirigente o società avessero meritato per la seconda volta il Collare d'Oro, veniva conferito il Diploma d'Onore, costituito da una targa, con relativo diploma, su cui era riprodotto il Collare d'Oro.
  2. ^ a b decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, Codice dell'ordinamento militare, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 8 maggio 2010, n. 106, supplemento ordinario n. 84.
  3. ^ http://www.fitarco-italia.org/cartefederali/onorificenze.html
  4. ^ http://www.fidal.it/content/Commissione-Onorificenze/51452
  5. ^ http://www.fip.it/News.asp?IDNews=8877

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport