Opuntioideae

sottofamiglia di cactus
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Opuntioideae
Cactus pyramid.jpg
Opuntia sp.
Sullo sfondo la Piramide del Sole,
Teotihuacán.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Caryophyllales
Famiglia Cactaceae
Sottofamiglia Opuntioideae
K.Schum., 1898
Tribù

Le Opuntioideae K.Schum., 1898 sono una sottofamiglia delle Cactaceae che comprende circa 300 specie suddivise in 15 generi.

Si distinguono per la presenza di spine speciali, aciculari (glochidi), per i semi dotati di un grosso arillo legnoso e per i fusti divisi in segmenti, spesso appiattiti (cladodi).

DescrizioneModifica

Le Opuntioideae sono piante dalle caratteristiche molto variabili a seconda dei generi e delle specie. L'aspetto può essere ad albero, con arbusti, o cespuglioso. Presentano un fusto segmentato in sezioni distinte o cladodi. Sono presenti foglie, glochidi e spine, a seconda dei generi. I fiori (diurni) sono solitari e crescono sulle zone perimetrali della piante. I frutti sono simili a bacche, indeiscenti, e alcuni si asciugano arrivati a maturazione.

DistribuzioneModifica

Le piante appartenenti alla sottofamiglia delle Opuntioideae sono presenti in tutto il continente americano e si distribuiscono dal Canada a tutta l'America settentrionale, ai Caraibi, a tutta l'America centrale sino alle estremità più meridionali del sud America.

Classificazione sistematicaModifica

Anderson (2001)Modifica

Nel 2001 il botanico statunitense Edward Frederick Anderson individuò e classificò i seguenti generi per la sottofamiglia[1]:

Stuppy (2002)Modifica

Nel 2002 Wolfgang Stuppy ha classificato le Opuntioideae in cinque tribù[2]:

NoteModifica

  1. ^ Anderson, Op. cit. pag. 101
  2. ^ Stuppy, Op. cit. pagg. 25-58

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica