Apri il menu principale

AlleatiModifica

15th Army Group (15º Gruppo d'armate)Modifica

Comandante del 15º gruppo d'armate (denominato dal marzo 1944 Allied Armies in Italy): generale Harold Alexander
Capo di stato maggiore: tenente generale John Harding

  U.S. Fifth Army (5ª Armata)Modifica

tenente generale Mark Clark

  II Corps (II Corpo statunitense)Modifica

maggiore generale Geoffrey Keyes
  •   1st Armored Division (1ª Divisione corazzata statunitense): maggiore generale Ernest N. Harmon
    • 1st Armored Infantry Regiment (1º reggimento fanteria corazzata)
      • 6th, 11th ed 14th battaglioni corazzati
    • 1st Armored Regiment
      • 1st, 4th ed13th battaglione carri
    • Truppe della divisione
      • 27th, 68th ed 91st batterie di artiglieria corazzata
      • 16th Engineer Battalion (battaglione del genio)
      • 81st Reconnaissance Squadron (squadrone da ricognizione)
  •   34th Infantry Division (34ª Divisione corazzata statunitense): maggiore generale Charles W. Ryder
    • 133rd Infantry Regiment (133º reggimento fanteria)
      • 3 battaglioni (1st, 3rd, 100th)
    • 135th Infantry Regiment
      • 3 battaglioni
    • 168th Infantry Regiment
      • 3 battaglioni
    • Truppe della divisione
      • 125th, 151st ed 175th Light Artillery Battery (batterie di artiglieria leggera)
      • 185th Medium Artillery Battery (batteria di artiglieria media)
      • 109th Engineer Battalion (battaglione del genio)
  •   36th Infantry Division (36ª Divisione corazzata statunitense): maggiore generale Fred L. Walker
    • 141st Infantry Regiment (141º reggimento fanteria)
      • 3 battaglioni
    • 142nd Infantry Regiment
      • 3 battaglioni
    • 143rd Infantry Regiment
      • 3 battaglioni
    • Truppe di riserva
      • 131st, 132nd and 133rd Light Artillery Battery (batterie di artiglieria leggera)
      • 155th Medium Artillery Battery (batteria di artiglieria media)
      • 111th Engineer Battalion (battaglione del genio)

  X Corps (X Corpo britannico)Modifica

tenente generale Richard McCreery

  Corps expéditionnaire français en ItalieModifica

generale Alphonse Juin
  •   3e division d'infanterie algérienne (3ª Divisione di fanteria algerina): maggiore generale Joseph de Goislard de Monsabert
    • 3e régiment de tirailleurs algériens (3º reggimento di fucilieri algerini): colonnello François de Linares
      • 3 battaglioni
    • 4e régiment de tirailleurs tunisiens (4º reggimento di fucilieri tunisini)
      • 3 battaglioni
    • 7e régiment de tirailleurs algériens (7º reggimento di fucilieri algerini)
      • 3 battaglioni
    • Truppe della divisione
      • 67e régiment d'artillerie d'Afrique
      • 37° Groupe autonome des Forces Terrestres Antiaériennes
      • 83e bataillon du génie (battaglione del genio)
      • 3e régiment de spahis algériens de reconnaissance (3º reggimento di spahis algerini da ricognizione)
  •   2e division d'infanterie marocaine (2ª Divisione di fanteria marocchina): generale André M. Dody
    • 4e régiment de tirailleurs marocains (4º reggimento di fucilieri algerini)
      • 3 battaglioni
    • 5e régiment de tirailleurs marocains (5º reggimento di fucilieri algerini)
      • 3 battaglioni
    • 8e régiment de tirailleurs marocains (8º reggimento di fucilieri algerini)
      • 3 battalion
    • Truppe della divisione
      • 63e régiment d'artillerie d'Afrique
      • 87e bataillon du génie (battaglione del genio)
      • 41e groupe de Forces Terrestres Antiaériennes
      • 3e régiment de spahis marocains (3º reggimento di spahis marocchini)
    • 1er, 3e ed 4e gruppi di tabors marocains (battaglioni di truppe coloniali marocchine) comandante generale Guillaume
      • 3 tabor (unità equivalenti a battaglioni composti da tre goum pari alle compagnie)

  Primo Raggruppamento MotorizzatoModifica

generale Vincenzo Dapino
    • 67º Reggimento fanteria "Legnano"[6]
    • LI Battaglione bersaglieri
    • 11º Reggimento artiglieria,
    • V Battaglione controcarri
    • battaglione del genio

  Riserva d'armataModifica

Fu inviata ad Anzio e non prese parte ai combattimenti a Cassino

AsseModifica

Oberbefehlshaber Südwest: (comando supremo del settore sud-est) Feldmaresciallo Albert Kesselring

Heeresgruppe C (Gruppo d'armate C)Modifica

10. Armee (10ª Armata)Modifica

generale (Generaloberst) Heinrich von Vietinghoff

  XIV. Panzerkorps (XIV Corpo corazzato)Modifica

tenente generale (General der Panzertruppe) Fridolin von Senger und Etterlin
  •   5. Gebirgs-Division (5ª Divisione da montagna, fino al 17 gennaio[7]): tenente generale (General der Gebirgstruppe) Julius Ringel
    • Gebirgsjäger-Regiment 85 (85º reggimento truppe da montagna)
      • 3 battaglioni
    • Gebirgsjäger-Regiment 100 (100º reggimento truppe da montagna)
      • 3 battaglioni
    • truppe di divisione
      • Aufklärungs-Bataillon 95 (95º battaglione ricognizione)
      • Gebirgs-Artillerie-Regiment 95 (95º reggimento artiglieria da montagna)
      • Panzerjäger-Bataillon 95 (95º battaglione anticarro)
      • Gebirgs-Pionier-Bataillon 95 (95º battaglione del genio militare)
      • leichte Flak Batterie (Luftwaffe) 73 (73ª batteria antiaerea leggera della Luftwaffe)
  •   15. Panzergrenadier-Division (15ª Divisione panzergrenadier): maggior generale (Generalleutnant) Eberhard Rodt)
    • Panzergrenadier-Regiment 104 (104º reggimento Panzergrenadier)
      • 3 battaglioni
    • Panzergrenadier-Regiment 115 (115º reggimento Panzergrenadier)
      • 3 battaglioni
    • Panzergrenadier-Regiment 129 (129º reggimento Panzergrenadier)
      • 3 battaglioni
    • truppe di divisione
      • Panzer Aufklärungs Abteilung 115 (115º battaglione ricognizione corazzato)
      • Panzer Abteilung 115 (115º battaglione corazzato)
      • Artillerie Bataillon 33 (33º battaglione artiglieria)
      • Panzerjäger-Bataillon 33 (33º battaglione anticarro)
      • Pionier-Bataillon 115 (115º battaglione del genio militare)
  •   44. Infanterie-Division (44ª Divisione di fanteria): maggior generale (Generalleutnant) Friedrich Franek
    • Infanterie-Regiment 131 (131º reggimento fanteria)
      • 3 battaglioni
    • Infanterie-Regiment 132 (132º reggimento fanteria)
      • 3 battaglioni
    • Infanterie-Regiment 134 (134º reggimento fanteria)
      • 3 battaglioni
    • truppe della divisione
      • Aufklärungs-Abteilung 44 (44º battaglione da ricognizione)
      • Artillerie-Regiment 96 (96º reggimento artiglieria)
      • Panzerabwehr-Abteilung 46 (46º battaglione anticarro)
      • Pionier-Bataillon 96 (96º battaglione del genio militare)
  •   94. Infanterie-Division (94ª Divisione di fanteria): maggior generale (Generalleutnant) Bernhard Steinmetz
    • Infanterie-Regiment 267 (267º reggimento fanteria)
      • 3 battaglioni
    • Infanterie-Regiment 274 (274º reggimento fanteria)
      • 3 battaglioni
    • Infanterie-Regiment 276 (276º reggimento fanteria)
      • 3 battaglioni
    • truppe della divisione
      • Aufklärungs-Abteilung 194 (194º battaglione da ricognizione)
      • Artillerie-Regiment 194 (194º reggimento artiglieria)
      • Panzerabwehr-Abteilung 194 (194º battaglione anticarro)
      • Pionier-Bataillon 194 (194º battaglione del genio militare)
  •   71. Infanterie-Division (71ª Divisione di fanteria, dal 17 gennaio)[8]: maggior generale (Generalleutnant) Wilhelm Raapke)
    • Infanterie-Regiment 191 (191º reggimento fanteria)
      • 3 battaglioni
    • Infanterie-Regiment 194 (194º reggimento fanteria)
      • 3 battaglioni
    • Infanterie-Regiment 211 (211º reggimento fanteria)
      • 3 battaglioni
    • Divisional troops
      • Aufklärungs-Abteilung 171 (171º battaglione da ricognizione)
      • Artillerie-Regiment 171 (171º reggimento artiglieria)
      • Panzerabwehr-Abteilung 171 (171º battaglione anticarro)
      • Pionier-Bataillon 171 (171º battaglione del genio militare)

Riserve d'armataModifica

  •   29. Panzergrenadier-Division (29ª Divisione panzergrenadier): generale Walter Fries
    • Panzergrenadier-Regiment 15 (15º reggimento Panzergrenadier)
      • 3 battaglioni
    • Panzergrenadier-Regiment 71 (71º reggimento Panzergrenadier)
      • 3 battaglioni
    • truppe della divisione
      • Panzer Aufklärungs Abteilung 129 (129º battaglione ricognizione corazzato)
      • Panzer Abteilung 129 (129º battaglione corazzato)
      • Artillerie Bataillon 29 (29º battaglione artiglieria)
      • Panzerjäger-Bataillon 29 (29º battaglione anticarro)
      • Pionier-Bataillon 29 (29º battaglione del genio militare)
  •   90. Panzergrenadier Division (90ª Divisione panzergrenadier): generale Ernst-Günther Baade
    • Panzer Grenadier Regiment 155
      • 3 battaglioni
    • Panzer Grenadier Regiment 200
      • 3 battaglioni
    • Panzer Grenadier Regiment 361
      • 3 battaglioni
    • truppe della divisione
      • Panzer Aufklärungs Abteilung 190 (190º battaglione ricognizione corazzato)
      • Panzer Abteilung 190 (190º battaglione corazzato)
      • Artillerie Bataillon 190 (190º battaglione artiglieria)
      • Panzerjäger-Bataillon 90 (90º battaglione anticarro)
      • Pionier-Bataillon 90 (90º battaglione del genio militare)

NoteModifica

  1. ^ a b Molony, p. 513.
  2. ^ Molony, p. 607.
  3. ^ Molony, p. 607n
  4. ^ Molony, p. 278n.
  5. ^ a b c d Molony, p. 608n.
  6. ^ Molony, p. 519.
  7. ^ a b Ellis, p. 551.
  8. ^ Ellis p. 550.

BibliografiaModifica

  • John Ellis, Cassino, The Hollow Victory: The Battle for Rome, January-June 1944, Londra, Arum Press, 2003 [1984], ISBN 1-85410-916-2.
  • Hans Houterman e Koppes, Jeroen, World War II unit histories and officers, su unithistories.com. URL consultato il 30 ottobre 2010.
  • H. F. Joslen, Orders of battle : Second World War, 1939-1945, Uckfield, Naval & Military Press, 2003 [1960], ISBN 1-84342-474-6.
  • C.J.C. Molony, F.C. (R.N.) with Flynn, H.L. Davies e T.P. Gleave, The Mediterranean and Middle East, Volume V: The Campaign in Sicily 1943 and The Campaign in Italy 3rd September 1943 to 31st March 1944, History of the Second World War, United Kingdom Military Series, Uckfield, GB, Naval & Military Press, 2004 [1973], ISBN 1-84574-069-6.

Voci correlateModifica