Orinoco Flow

singolo di Enya del 1988
Orinoco Flow
Orinocoscreen2.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaEnya
Tipo albumSingolo
Pubblicazione15 ottobre 1988 - 10 gennaio 1989 (Stati Uniti)
Durata4:25
Album di provenienzaWatermark
Tracce3
GenereNew age
EtichettaWarner Music
ProduttoreNicky Ryan
Registrazione1987 - 1988
FormatiVinile, Cassetta, CD
Certificazioni
Dischi d'argentoRegno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 200 000+)
Enya - cronologia
Singolo precedente
(1987)
Singolo successivo
(1988)

Orinoco Flow, talvolta erroneamente chiamata Sail Away per via del suo ritornello, è un singolo della cantante e musicista irlandese Enya, pubblicato il 15 ottobre 1988 come primo estratto dal secondo album in studio Watermark.

DescrizioneModifica

(EN)

«Let me sail, let me sail, let the Orinoco flow, let me reach, let me beach on the shores of Tripoli»

(IT)

«Lasciami navigare, lasciami navigare, lascia scorrere l'Orinoco, lasciami arrivare, lasciami approdare sulle spiagge di Tripoli»

(EN)

«I have to say that Orinoco Flow is a very important song, because introduced me worldwide»

(IT)

«Devo dire che Orinoco Flow è una canzone molto importante, perché mi ha fatto conoscere nel mondo»

(Enya)

Prodotto raffinato di musiche composte dalla stessa Enya e testo dell'inseparabile paroliera Roma Ryan, la canzone, con il suo ritmo incalzante e le sue sonorità esotiche ottiene uno straordinario successo, facendo esplodere il fenomeno Enya nel mondo e portando ad un successo inaspettato il secondo album in studio della cantante irlandese, Watermark.
La canzone è stata l'ultima composta per l'album, nata come espressione naturale di gioia e gratitudine nei confronti del direttore generale della Warner Brothers Music UK Rob Dickins e del produttore Ross Cullum, entrambi citati nel testo del brano. La lavorazione ha richiesto un intenso lavoro di arrangiamento, soprattutto per le tonalità esotiche che caratterizzano la parte musicale.

Nel 1998 il singolo fu remixato per festeggiare il decimo anniversario. La canzone era molto popolare nei primi anni novanta e fu inserita in molte compilation di musica pop.

La divisione delle sillabe per seguire il ritornello può trarre in inganno l'ascoltatore, pensando che il testo sia in latino (come lo sono molte canzoni di Enya), ma in realtà la lingua è inglese.

Il titolo della canzone si riferisce infatti allo studio di Londra dove fu registrato, piuttosto che al fiume Orinoco del Venezuela, anche se è un deliberato doppio riferimento.

Nel 2009 viene pubblicato in versione rimasterizzata nell'edizione deluxe del secondo Greatest Hits della cantante, The Very Best of Enya.

Risulta al giorno d'oggi fra i brani più popolari e conosciuti della cantante irlandese, soprattutto per l'ampio utilizzo in colonne sonore e soundtrack musicali televisivi.

Successo commercialeModifica

Il brano è arrivato primo in Svizzera per 5 settimane, in Irlanda per 4 settimane, nei Paesi Bassi e nella Official Singles Chart per 3 settimane.[2]

TracceModifica

3" CD, 12" Vinile (1988)
  1. Orinoco Flow – 4:25
  2. Smaoitím... – 6:07
  3. Out of the Blue – 1:23
7" Vinile (1988)
  1. Orinoco Flow (Edit) – 3:43
  2. Out of the Blue – 1:23
CD (1998)
  1. Orinoco Flow (Edit) – 3:43
  2. Hope Has a Place – 4:44
  3. Pax Deorum – 4:58

Video musicaleModifica

Nel videoclip del brano, Enya indossa un vestito bianco ed è immersa nella flora e fauna venezuelane, ricorrenti sono le figure di animali, fiori, correnti e cascate che delineano un ambiente suggestivo attorno alla cantante e, durante il ritornello, si scorge l'immagine di una nave, che evidenzia il tema del viaggio.

Caratterizza il video un effetto pastello che sarà utilizzato anche per altri video di Enya.

Luoghi citati nella canzone (in ordine di menzione)Modifica

CuriositàModifica

ClassificheModifica

Classifiche internazionaliModifica

Classifica (1988/1989) Posizione
massima
Mondo[4] 9
Europa 1
Australia[5] 6
Austria[6] 8
Francia[7] 16
Germania[8] 2
Irlanda[9] 1
Italia[10] 20
Norvegia[11] 5
Nuova Zelanda[12] 2
Paesi Bassi[13] 1
Regno Unito[14] 1
Svezia[15] 2
Svizzera[16] 1
Stati Uniti Hot 100[17] 24
Stati Uniti Adult Contemporary[17] 7
Stati Uniti Alternative Songs[17] 6

Classifiche di fine annoModifica

Classifica (1988) Posizione
Paesi Bassi[18] 23
Classifica (1989) Posizione
Australia[19] 43
Canada[20] 60
Svizzera[21] 19

PremiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. URL consultato l'8 settembre 2013. Inserire Enya nel campo Keywords, quindi premere Search.
  2. ^ Scheda Singolo, su discography.enya.com (archiviato dall'url originale il 4 giugno 2008).
  3. ^ Testo e   musica, su YouTube. della canzone.
  4. ^ Posizione Raggiunta nella classifica mondiale, su mediatraffic.de.
  5. ^ Andamento nella Classifica Australiana, su australian-charts.com.
  6. ^ Andamento nella Classifica Austriaca, su austriancharts.at.
  7. ^ Andamento nella Classifica Francese, su lescharts.com.
  8. ^ Andamento nella Classifica Tedesca, su musicline.de. URL consultato il 20 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  9. ^ Ricerca Classifica Irlandese, su irishcharts.ie.
  10. ^ Posizione Raggiunta in Italia, su hitparadeitalia.it.
  11. ^ Andamento nella classifica Norvegese, su norwegiancharts.com.
  12. ^ Andamento nella classifica Neozelandese, su charts.org.nz.
  13. ^ Andamento nella classifica Olandese, su dutchcharts.nl.
  14. ^ Andamento nella classifica Inglese, su chartstats.com.
  15. ^ Andamento nella classifica Svedese, su swedishcharts.com.
  16. ^ Andamento nella classifica Svizzera, su hitparade.ch.
  17. ^ a b c Andamento nella classifica Billboard, su billboard.com.
  18. ^ Classifica Olandese di fine 1988, su dutchcharts.nl.
  19. ^ Classifica Australiana di fine 1989, su aria.com.au.
  20. ^ Classifica Canadese di fine 1989, su collectionscanada.gc.ca (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2010).
  21. ^ Classifica Svizzera di fine 1989, su hitparade.ch.
  22. ^ Enya ai World Music Awards del 1989, su youtube.com.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica