Apri il menu principale
Otoh Gunga

Nell'universo di Guerre stellari Otoh Gunga è una città sottomarina del pianeta Naboo, capitale del popolo Gungan.

CaratteristicheModifica

La città, ancorata ad un ammasso roccioso subacqueo sul fondo del lago Paonga, è costituita da una serie di bolle a forza idrostatica che impediscono all'acqua di entrare e all'aria di uscire, mentre consentono ai Gungan di attraversarle.

I materiali utilizzati per la costruzione sono una sorta di vegetali coltivati dai gungans che vanno a formare lo scheletro portante delle bolle, caratterizzato da strutture incurvate rassomiglianti ad esseri viventi. Ciascuna bolla è collegata alle altre tramite corridoi costruiti nel medesimo modo. All'interno della bolla più grande si trova la sede dell'alto consiglio Gungan e del capo Boss Nass. Il City Bigspace è invece un grande e maestoso viale voluto da Boss Rugor Nass, voglioso di lasciare il suo segno sull'ampliamento di Otoh Gunga. La città include anche hangar per i Bongo, numerose taverne e una delle attrazioni principali, lo Zoo di Otoh Gunga.

StoriaModifica

La città venne fondata da Boss Gallo all'incerca 3000 anni prima degli eventi narrati in Episodio I sulle fondamenta di un'altra antica città gungan, Spearhead. Originariamente la zona era occupata dagli abitanti delle città di Otoh Jahai, Otoh Langua, Otoh Mandassa, Otoh Raban, Otoh Sancture, Otoh Urs e Rellias finché Gallo non riunì tutte le tribù sotto un'unica bandiera.

All'epoca della Battaglia di Naboo, Otoh Gunga dava casa a milioni di gungans. Con il passare del tempo, infatti, l'agglomerato di bolle si era ingrandito sempre di più, attorno all'originario nucleo creato da Boss Gallo, chiamato adesso Quartiere Antico.

Dopo essere stata per tremila anni il simbolo della compattezza e della forza dei gungan, Otoh Gunga capitolò davanti alla forza della Federazione dei Mercanti nella seconda fase dell'invasione di Naboo. Inizialmente infatti, la Federazione non era a conoscenza della presenza di razze sottomarine sul pianeta. Quando ne venne confermata l'esistenza, Nute Gunray ordinò un attacco contro la loro principale fortezza, ovvero Otoh Gunga. Guidato da OOM-9 e assistito da Darth Maul, un contingente di droidi prese possesso della città, forzando così gli abitanti a rifugiarsi nelle foreste vicine, vicino a un santuario sacro ai gungans.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Guerre stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerre stellari