Apri il menu principale
Otricoli
comune
Otricoli – Stemma Otricoli – Bandiera
Otricoli – Veduta
Panorama di Otricoli
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Umbria-Stemma.svg Umbria
ProvinciaProvincia di Terni-Stemma.svg Terni
Amministrazione
SindacoAntonio Liberati dal 5-6-2016
Territorio
Coordinate42°25′N 12°29′E / 42.416667°N 12.483333°E42.416667; 12.483333 (Otricoli)Coordinate: 42°25′N 12°29′E / 42.416667°N 12.483333°E42.416667; 12.483333 (Otricoli)
Altitudine209 m s.l.m.
Superficie27,53 km²
Abitanti1 829[1] (31-12-2017)
Densità66,44 ab./km²
FrazioniPoggio
Comuni confinantiCalvi dell'Umbria, Gallese (VT), Magliano Sabina (RI), Narni, Orte (VT), Stroncone
Altre informazioni
Cod. postale05030
Prefisso0744
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT055024
Cod. catastaleG189
TargaTR
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantiotricolani
Patronosan Vittore
Giorno festivo14 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Otricoli
Otricoli
Otricoli – Mappa
Posizione del comune di Otricoli all'interno della provincia di Terni
Sito istituzionale

Otricoli è un comune italiano di 1 829 abitanti della provincia di Terni in Umbria. Degna di nota la collegiata di Santa Maria Assunta.

Geografia fisicaModifica

StoriaModifica

 
Il Giove di Otricoli, ora ai Musei Vaticani

La Otricoli pre-romana era un centro collinoso di etnia sabina ma di cultura umbra; il toponimo deriverebbe da ocris- in greco, okri- in umbro che identifica quel «monte sacro» a cui faceva riferimento, tra il popolo degli umbri, un'intera comunità.[2] Durante la guerra sociale si schierò dalla parte degli italici, cosa che ne decretò la rovina.

Il municipio di Ocriculum fu fondato in pianura, vicino al Tevere, e ne restano diverse testimonianze archeologiche databili tra il I secolo a.C. e il II secolo. Nel IV secolo vi si fermò l'imperatore Costanzo II mentre si recava a Roma.[3] L'evento più rilevante avvenuto sul suo territorio sarebbe, stando allo storico Idazio vissuto nel V secolo, la sanguinosissima battaglia (50.000 morti) svoltasi in Utriculo tra la fine del 412 e l'inizio del 413 e combattuta tra l'esercito dell'usurpatore e comes d'Africa Eracliano (venuto da Cartagine su 3700 navi) e l'esercito fedele all'imperatore Onorio guidato dal comes Marino, con la vittoria di quest'ultimo.

Nel medioevo la popolazione tornò a vivere nella primitiva città umbra, non più in pianura ma di nuovo in collina.

Negli ultimi due decenni del Settecento iniziarono gli scavi della città romana che portarono alla luce numerosi e importanti reperti, il più importante dei quali è il Giove di Otricoli, ad oggi conservato nei Musei Vaticani.

Dal 2012 si tiene annualmente una rievocazione storica romana che prende il nome di Ocriculum AD 168.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[4]

 

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

SportModifica

CalcioModifica

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2017.
  2. ^ Le Tavole Eugubine, su tavoleeugubine.it.
  3. ^ Ammiano Marcellino, xvi 10,4.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Gemellaggio | Otricoli turismo

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN132596000 · ISNI (EN0000 0001 2180 4022 · LCCN (ENn85256155 · GND (DE4436849-5 · BNF (FRcb15655922x (data) · WorldCat Identities (ENn85-256155