Apri il menu principale
Paolo Alberto Faccini
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1994
Carriera
Squadre di club1
1978-1979 Roma 0 (0)
1979-1980 Nocerina 24 (4)
1980-1983 Roma 14 (3)
1983-1984 Sambenedettese 36 (9)
1984-1985 Avellino 15 (2)
1985-1986 Perugia 23 (2)
1986-1987 Pisa 16 (1)
1987-1988 Sambenedettese 35 (5)
1988-1989 Parma 26 (1)
1989-1990 Padova 26 (2)
1990-1991 Baracca Lugo 31 (7)
1991-1993 Spezia 41 (8)
1993-1994 L'Aquila 15 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Paolo Alberto Faccini (Verona, 22 gennaio 1961) è un procuratore sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

CarrieraModifica

Ha disputato 29 partite, con 5 reti all'attivo, in Serie A, con le maglie di Roma e Avellino (con la maglia degli Irpini segnò addirittura un gol contro la squadra della sua città e del cuore, l'Hellas Verona il 19 maggio 1985 nella sfida vinta dai gialloblù per 4-2 al Bentegodi davanti al proprio pubblico in festa per la conquista dello storico scudetto) , aggiudicandosi coi giallorossi lo scudetto nella stagione 1982-1983 (3 presenze, una rete nel successo esterno sul Cagliari alla prima giornata)[1] e la Coppa Italia 1980-1981.

Ha inoltre disputato sei campionati di Serie B nelle file di Sambenedettese, Perugia, Pisa, Parma e Padova, per complessive 164 presenze e 20 reti, conquistando la promozione in massima serie col Pisa nella stagione 1986-1987.

Dopo il ritiro, è diventato un procuratore sportivo, occupandosi prevalentemente di calcio olandese e belga.[2]

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Roma: 1982-1983
Roma: 1980-1981

Competizioni giovaniliModifica

Roma: 1981

NoteModifica

  1. ^ (EN) Tabellino Serie A 1982-1983 Rsssf.com
  2. ^ Faccini: "Alderweireld molto dotato, ma 10 milioni potrebbero essere troppi", vocegiallorossa.it. URL consultato il 9 maggio 2013.

Collegamenti esterniModifica