Apri il menu principale

Paterno (Ancona)

frazione del comune italiano di Ancona
Paterno
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Marche.svg Marche
ProvinciaProvincia di Ancona-Stemma.png Ancona
ComuneAncona-Stemma.png Ancona
Territorio
Coordinate43°34′13″N 13°24′28″E / 43.570278°N 13.407778°E43.570278; 13.407778 (Paterno)Coordinate: 43°34′13″N 13°24′28″E / 43.570278°N 13.407778°E43.570278; 13.407778 (Paterno)
Altitudine274 m s.l.m.
Abitanti157[1] (2001)
Altre informazioni
Cod. postale60100
Prefisso071
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Paterno
Paterno

Paterno (dall'Unità d'Italia al 1928 Paterno d'Ancona) era un comune italiano, soppresso con Regio Decreto 15 aprile 1928, n. 882[2] e accorpato al comune di Ancona, di cui è divenuto frazione. È uno dei castelli di Ancona.

Paterno conta duecento abitanti, per la maggior parte anziani; all'inizio del secolo XX i suoi abitanti erano 1309[3].

Il nucleo storico si trova sulla parte più elevata di una collina; intorno ad esso sorgono abitazioni più recenti, che si espandono fino al confine con l'aperta campagna. Nei pressi di Paterno avrebbe dovuto essere aperto un casello dell'autostrada A14 (E55), ma si preferì poi collocarlo più a nord.

La Chiesa di Santa Maria Assunta sorge a fianco della porta d'ingresso del centro storico (attualmente chiusa per inagibilità). Sulle pareti dell'edificio erano presenti lacerti di affreschi realizzati nella metà del XIV secolo, di cui non si conosce con precisione l'autore, ma che vennero attribuiti alla cerchia della Scuola di Ancona. Tali dipinti furono strappati, restaurati e collocati nel Museo Diocesano di Ancona; sono visibili al pubblico dal 30 settembre 2012.

NoteModifica

  Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che parlano delle Marche