Pezzo (Villa San Giovanni)

Pezzo (Villa San Giovanni)
frazione
Pezzo (Villa San Giovanni) – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Calabria.svg Calabria
Città metropolitanaProvincia di Reggio Calabria-Stemma.png Reggio Calabria
ComuneVilla San Giovanni-Stemma.png Villa San Giovanni
Territorio
Coordinate38°13′54.87″N 15°38′23.15″E / 38.231908°N 15.639765°E38.231908; 15.639765 (Pezzo (Villa San Giovanni))Coordinate: 38°13′54.87″N 15°38′23.15″E / 38.231908°N 15.639765°E38.231908; 15.639765 (Pezzo (Villa San Giovanni))
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pezzo (Villa San Giovanni)
Pezzo (Villa San Giovanni)

Pezzo (U Pezzu in dialetto reggino) è una frazione del comune di Villa San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria. Si sviluppa lungo la costa dalla fine dell'adiacente centro di Cannitello sino al porto di Villa (che assicura i collegamenti con la Sicilia) e sino al centro cittadino all'interno. Il suo fulcro è l'omonima Punta Pezzo, il punto più prossimo alla sponda siciliana dello Stretto di Messina, dove si trova il nucleo più antico del quartiere e il Santuario di Maria Santissima delle Grazie.
Zona marginale e periferica sino ai primi anni ottanta, essendo allora poco popolato ed abitato per lo più da famiglie di pescatori, in due decenni si è espanso sino a raggiungere il centro cittadino ed a divenire il quartiere più popoloso di Villa San Giovanni.
Il borgo nei dintorni della chiesa mantiene ancora oggi il suo aspetto marinaro, con le tante imbarcazioni da pesca ormeggiate lungo il lungomare villese, da cui si gode di una amplissima vista sullo Stretto.

StoriaModifica

Il sito dell'attuale quartiere di Pezzo corrisponderebbe all'antico Capo Cenide e sarebbe prossimo a quello della Colonna Reggina, punto del Trajectum Siciliae (passaggio per la Sicilia) sin dall'antichità, esistente già all'epoca delle guerre puniche. La zona, secondo gli sudi dello storico villese Luigi Nostro, sarebbe stata caratterizzata verosimilmente dalla presenza di un centro abitato, il quale ebbe fine probabilmente nel V secolo, distrutto da popolazione barbariche giunte sino allo Stretto, forse nel 412 dallo stesso Alarico, il quale assediò Reggio e tornò poi indietro, trovando la morte a Cosenza.
Negli anni immediatamente successivi la fine dell'Impero Romano d'Occidente, proprio presso Pezzo sorse il nuovo insediamento di Cene, che pero fu abbandonato anche questo fra l'850 e l'870, a causa delle incursioni saracene. I suoi abitanti fondarono Cenisio nell'entroterra pre-aspromontano: tale centro lungo il medioevo cambiò il suo nome in Fiumara di Muro o dei Mori, l'attuale Fiumara[1]. La denominazione della zona come Pezzo risale almeno al XVII secolo: infatti nell'Atlas Novus Italiæ, atlante olandese del 1655, la contrada è indicata come Torre del Pezzolo[2]. Il toponimo Torre è dovuto, con ogni probabilità, alla presenza di una torretta di avvistamento contro incursioni nemiche o piratesche, costruita dalla Signoria di Fiumara nel XVI secolo.

Il Santuario di Maria Santissima delle GrazieModifica

Presso Punta Pezzo, nell'antico rione di pescatori, si trova il Santuario di Maria Santissima delle Grazie, centro devozionale conosciuto a livello locale.
Una chiesa dedicata alla Madonna delle Grazie è stata sempre presente a Pezzo sin dal XVIII secolo, ma l'attuale tempio (risalente agli anni cinquanta) è stato eretto a parrocchia soltanto il 4 giugno 1982 da mons. Aurelio Sorrentino. Sin dal XVIII secolo si attribuivano miracoli e guarigioni alla Madonna delle Grazie di Pezzo ed altri le sono stati attribuiti nel XX secolo. Si celebra la festa il 2 luglio, data in cui accorrono a Pezzo numerosi fedeli dai paesi limitrofi e anche dalla vicina Messina e dal suo circondario. Recentemente è stata proclamata santuario regionale da mons. Vittorio Mondello, arcivescovo di Reggio Calabria-Bova.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Luigi Nostro, op. cit. in bibl., pgg. 37-38, pgg. 43-46.
  2. ^ Cosmo. Atlas Novus Italia, op. cit. in bibl., tavola 47: Calabria Ultra, olim altera Magnae Graeciae pars.

BibliografiaModifica

  • Luigi Nostro, Notizie storiche e topografiche attorno a tutti i paesi del Cenideo, dall'antichissima Colonna Reggina sino alla più recente Villa San Giovanni, ristampa anastatica realizzata dal Sistema Bibliotecario dello Stretto presso Officine Grafiche, Villa San Giovanni, 2005.
  • Cosmo. Atlas Novus Italia, Istituto Geografico De Agostini, Novara 1984. Riproduzione dell'atlante dell'Italia di William J. Bleau contenuto in Theatrum Orbis Terrarum sive Atlas Novus, Amsterdam 1655.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica