Apri il menu principale
Pietro Laffranco
Pietro Laffranco daticamera.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Durata mandato 29 aprile 2008 –
22 marzo 2018
Legislature - XVI

- XVII

Gruppo
parlamentare
XVI:

- Popolo della Libertà

XVII:

- Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente

Coalizione XVI:

Coalizione di centro-destra del 2008

XVII:

Coalizione di centro-destra del 2013

Circoscrizione Umbria
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia (Dal 2013)
In precedenza:
Movimento Sociale Italiano (Fino al 1995)
Alleanza Nazionale (1995-2009)
Il Popolo della Libertà (2009-2013)
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione Avvocato

Pietro Laffranco (Perugia, 21 gennaio 1970) è un politico e avvocato italiano.

Indice

BiografiaModifica

Laureato in Giurisprudenza con lode, ha collaborato con le cattedre di Diritto commerciale ed industriale dell'Università degli Studi di Perugia. È avvocato dal 2001.

È impegnato in politica sin dai tempi del liceo, passione ereditata dal padre Luciano, che fu presidente nazionale del Fronte Universitario d'Azione Nazionale. È stato membro del Consiglio d'Amministrazione dell'Università di Perugia. Ha ricoperto vari incarichi regionali e nazionali nel FUAN, nel Fronte della Gioventù e in Azione Giovani, organizzazioni giovanili della destra politica. Dal 1995 al 2004 è stato consigliere di Alleanza Nazionale al Comune di Perugia, svolgendo il ruolo di capogruppo.

Nell'aprile 2000 è stato eletto consigliere regionale risultando il più votato della lista di AN con oltre 5000 preferenze personali. Dopo aver ricoperto l'incarico di segretario dell'Assemblea, su indicazione della Casa delle Libertà è divenuto Vice Presidente del Consiglio Regionale. Al congresso nazionale di Bologna del 2002 è stato eletto membro della Direzione nazionale di AN; è stato responsabile nazionale del Dipartimento per i Consigli Regionali.

Nel febbraio 2005 è stato scelto dai vertici nazionali della Casa delle Libertà quale candidato Presidente della Regione per l'intera coalizione, conseguendo alle elezioni del 3 e 4 aprile il 34% e quasi 15.000 voti in più delle liste collegate. Ha costituito il gruppo consiliare CdL per l'Umbria, per coordinare l'attività dell'opposizione di centro destra.

Impegno parlamentareModifica

Su indicazione di Alleanza Nazionale dell'Umbria, è stato candidato alle elezioni politiche del 13 e 14 aprile 2008 nella lista del Popolo della Libertà per la Camera dei deputati ed è stato eletto parlamentare della XVI legislatura, e dal maggio 2009 vice capogruppo Pdl alla Camera. Nel marzo 2009 ha aderito al Popolo Della Libertà, divenendo coordinatore regionale vicario dell'Umbria. Dal gennaio 2011 è vice tesoriere del Pdl alla Camera[1], dopo la scissione di Futuro e Libertà per l'Italia, promossa da Gianfranco Fini, cui non aderisce

Si è candidato ed è stato rieletto alla Camera dei Deputati nella circoscrizione umbra nel febbraio 2013, ed è componente della commissione finanze. Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà, aderisce a Forza Italia[2][3]. È tesoriere del gruppo parlamentare di Forza Italia alla Camera dei Deputati.

Incarichi istituzionaliModifica

  • Segretario della Giunta delle elezioni dal 22 maggio 2008
Componente degli organi parlamentari
  • I commissione (affari costituzionali, della presidenza del consiglio e interni) dal 21 maggio 2008
  • COPASIR - comitato parlamentare per la sicurezza della repubblica dal 31 gennaio 2011
  • Comitato Parlamentare per i procedimenti d'accusa dal 24 giugno 2008
  • Comitato per la legislazione (dal 6 settembre 2011 al 22 settembre 2011)
  • Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi (dal 4 giugno 2008 al 21 gennaio 2009 e dal 30 gennaio 2009 al 2 settembre 2011)

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica