Apri il menu principale
Plumbopalladinite
Classificazione Strunz (ed. 10)1.AG.25
Formula chimicaPd3Pb2[1]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallinodimetrico
Sistema cristallinoesagonale[1]
Parametri di cellaa=4,470, c=5,719[1]
Gruppo puntuale6mm[2]
Gruppo spazialeP 63/mc[2]
Proprietà fisiche
Densità12,36 (calcolata)[2] g/cm³
Durezza (Mohs)5[1]
Opacitàopaca[2]
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La plumbopalladinite è un minerale scoperto nel 1970 nella miniera di Majak nei dintorni di Talnach nella Siberia occidentale, Russia e regolarmente approvata dall'IMA. Il nome deriva dalla sua composizione chimica (piombo e palladio).[1]

MorfologiaModifica

La plumbopalladinite è stata scoperta sotto forma di aggregati di dimensioni comprese fra 0,05 e 0,15mm (alcuni fino a 0,7mm) composti da minuscoli granuli.[1]

Origine e giacituraModifica

La plumbopalladinite è stata trovata in una miniera di rame e nichel nelle venature di cubanite nella talnakhite. Solitamente è associata con argento nativo, galena, polarite, sfalerite e stannopalladinite.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g (EN) Michael Fleischer, New mineral names (PDF), in American Mineralogist, vol. 56, 1971, pp. 1121-1123. URL consultato il 6 dicembre 2012.
  2. ^ a b c d John W. Anthony, Richard A. Bideaux, Kenneth W. Bladh, Monte C. Nichols, Handbook of Mineralogy (PDF), Chantilly, VA 20151-1110, Mineralogical Society of America.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia