Preferisco l'ascensore!

film del 1923 diretto da Fred C. Newmeyer e Sam Taylor
Preferisco l'ascensore!
Safetylast-1.jpg
La scena dell'orologio, tratta da una locandina dell'epoca
Titolo originaleSafety Last
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1923
Durata73 min
  • 54 min (versione italiana sonorizzata anni '70)
Dati tecniciB/N
rapporto: 4:3
film muto
Generecomico, thriller
RegiaFred C. Newmeyer, Sam Taylor
SoggettoHal Roach, Sam Taylor, Tim Whelan
SceneggiaturaHal Roach, Sam Taylor, Tim Whelan
ProduttoreHal Roach
FotografiaWalter Lundin
MontaggioThomas J. Crizer
Interpreti e personaggi

Preferisco l'ascensore! (in inglese Safety Last) è un film statunitense del 1923 diretto da Fred C. Newmeyer e Sam Taylor e interpretato da Harold Lloyd.

Tra i film più famosi dell'attore comico, è noto anche per la scena in cui questi figura sospeso dalle lancette di un orologio a muro di un palazzo di Los Angeles[1], ritenuta iconica del cinema comico muto americano[1].

Nel 1994 fu tra i film scelti per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso[2] e dal 2001 figura al 97º posto della classifica dei cento migliori film horror e thriller americani di tutti i tempi.

TramaModifica

Harold trova un impiego in un negozio di vestiti ma fa credere alla sua ragazza di esserne il direttore. Un suo amico, in fuga da un poliziotto, si arrampica su un grattacielo e Harold è impressionato dalle sue capacità acrobatiche. Il negozio dove lavora cerca una trovata pubblicitaria e Harold dice al direttore che scalerà un grattacielo: in realtà ha intenzione di scalare i primi piani e farsi sostituire dall'amico per i successivi: i due spartiranno i 1000 dollari di premio. Ma il poliziotto che lo seguiva ritrova l'amico di Harold, lo segue sul palazzo e quindi, impegnato a fuggire dal poliziotto, non può fare la scalata. Harold deve scalare tutto il palazzo; rischia realmente la vita ma riesce a salvarsi.

Effetti specialiModifica

Girare il film fu molto complicato, poiché allora non c'erano i mezzi di oggi per le scene acrobatiche. Grazie alla maestria dei tecnici, sembrò veramente che Lloyd si arrampicasse con sotto una strada trafficata. Quelle acrobazie erano molto pericolose, specialmente perché Lloyd avendo perso il pollice e l'indice destri in un incidente del 1919, usava una protesi-guanto: provò tuttavia le acrobazie sul serio e, nella scena dell'orologio, si disarticolò una spalla.

CuriositàModifica

Il film Ritorno al Futuro cita la scena delle lancette. All'inizio è infatti mostrato un orologio con la figura di un uomo appeso ad una lancetta, scena ripresa nel finale con Doc Brown appeso all'orologio della Torre.

La stessa scena è citata nel film Hugo Cabret (Hugo) del 2011 in 3D di Martin Scorsese[3]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Roger Ebert, Safety Last Movie Review & Film Summary (1923), su rogerebert.com, 3 luglio 2005. URL consultato il 28 ottobre 2016.
  2. ^ (EN) National Film Registry, National Film Preservation Board. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  3. ^ http://movieplayer.it/film/hugo-cabret_25955/curiosita/, su movieplayer.it.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema