Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il centro agricolo di Duino-Aurisina in provincia di Trieste, vedi Prepotto (Duino-Aurisina).
Prepotto
comune
Prepotto – Stemma Prepotto – Bandiera
Prepotto – Veduta
Castello e santuario di Castelmonte
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia-Giulia-Stemma.svg Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaNon presente
Amministrazione
SindacoMariaclara Forti (lista civica Prepotto per tutti) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate46°03′N 13°29′E / 46.05°N 13.483333°E46.05; 13.483333 (Prepotto)Coordinate: 46°03′N 13°29′E / 46.05°N 13.483333°E46.05; 13.483333 (Prepotto)
Altitudine105 m s.l.m.
Superficie33,24 km²
Abitanti741[1] (31-3-2019)
Densità22,29 ab./km²
Frazionivedi elenco
Comuni confinantiCollio (Brda) (SLO), Canale d'Isonzo (Kanal ob Soči) (SLO), Cividale del Friuli, Corno di Rosazzo, Dolegna del Collio (GO), San Leonardo, San Pietro al Natisone, Stregna
Altre informazioni
Cod. postale33040
Prefisso0432
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT030085
Cod. catastaleH040
TargaUD
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Cl. climaticazona E, 2 578 GG[2]
Nome abitantiprepottesi
Patronosan Giovanni Battista
Giorno festivo24 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Prepotto
Prepotto
Prepotto – Mappa
Posizione del comune di Prepotto nella ex provincia di Udine
Sito istituzionale

Prepotto (Prapòt in friulano[3], Pràpot in friulano medievale, Prapotno in sloveno[4][5]) è un comune italiano di 741 abitanti in Friuli-Venezia Giulia.

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

 
Panorama da Prepotto

Il territorio comunale è prevalentemente montuoso e boschivo, il centro storico del paese, posto sull'altura di Castelmonte, si trova a 618 metri sul livello del mare.

 
Panorama dalla chiesa dello S. Spirito di Albana

Geologia e idrografiaModifica

Il territorio comunale è attraversato dal torrente Judrio.

Geografia antropicaModifica

Il territorio di Prepotto dispone di una lunga serie di frazioni e località, dislocate lungo le pendici montuose attorno al centro del comune:

StoriaModifica

 
Scorcio scenografico da Castelmonte

Il nome di Prepotto viene fatto derivare dalla parola slovena pràpot che significa "felce" per la presenza notevole di questa pianta su tutto il territorio sin da tempi antichissimi.

Gran parte della storia del paese è stata identificata nella costruzione del castello di Castelmonte che sovrasta l'abitato e che probabilmente sorge dove era presente una postazione romana di vedetta. In realtà il più antico documenti scritto presente ancora oggi dove viene citato il nome della città di Prepotto risale al 1161 da cui si apprende che l'abitato era sottoposto al controllo della prepositura di Santo Stefano di Cividale del Friuli, per poi passare (lo si evince da un documento del 1253) al capitolo di Santa Maria di Cividale.

 
Il castello di Castelmonte nel 1914

Nel 1469 il castello e parte dell'abitato furono investiti da un rovinoso incendio e poi nuovamente danneggiato nel 1511 da un pesante terremoto e poi dall'invasione degli ungari, subendo dei restauri per tutto il Seicento. Fu con l'amministrazione austriaca, succeduta alla secolare dominazione veneziana, che il municipio venne fissato di sede all'interno del locale castello.

Durante la Prima guerra mondiale fu sede di un ospedale da campo delle truppe italiane d'istanza nell'area di Cividale del Friuli.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

Santuario di CastelmonteModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Santuario della Beata Vergine di Castelmonte.
 Lo stesso argomento in dettaglio: Manoscritto di Castelmonte.

Costruito assieme al Castello probabilmente a partire dal XII secolo, il santuario rappresenta un luogo di culto di riferimento nell'area. A partire dalla sua fondazione fu sottoposto al Patriarcato di Aquileia che ne mantenne la sovranità sino al termine della propria storia, mentre la struttura andò sviluppandosi in particolar modo dopo il XV secolo quando, colpita da un incendio la chiesa, si rese necessario ricostruirla in gran parte.

Chiesa parrocchiale di San Giovanni BattistaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Chiesa di San Giovanni Battista (Prepotto).

Situata al centro del paese di Prepotto, fu costruita nel XVI secolo e ampiamente modificata nella prima metà del Novecento.

Chiesa dello Spirito SantoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Chiesa dello Spirito Santo (Albana).

Piccola chiesetta situata sul colle di Albana di origini medioevali.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[6]

 

Lingue e dialettiModifica

Nel comune di Prepotto, accanto alla lingua italiana, la popolazione utilizza il friulano centro-orientale, una variante della lingua friulana, ed il locale dialetto sloveno - quest'ultimo soprattutto nelle frazioni della parte montana. Nel territorio comunale vige la Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 29 "Norme per la tutela, valorizzazione e promozione della lingua friulana"[7]. Il comune rientra nella lista di quelli in cui vige la tutela della comunità Slovena, DPR 12 settembre 2007 "Approvazione della tabella dei comuni del Friuli-Venezia Giulia nei quali si applicano le misure di tutela della minoranza slovena, a norma dell'articolo 4 della legge 23 febbraio 2001[8]"

EconomiaModifica

L'economia locale è prevalentemente incentrata sulla produzione e sulla commercializzazione di prodotti viticoli.

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2019.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Toponomastica: denominazioni ufficiali in lingua friulana, su arlef.it. URL consultato il 18 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2013).
  4. ^ DPR 12/09/2007 - Comuni slovenofoni del Friuli-Venezia Giulia, GU n. 276 del 27-11-2007. URL consultato il 10 marzo 2016.
  5. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 520.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Denominazioni ufficiali in Lingua Friulana, Arlef. URL consultato il 26 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2013).
  8. ^ [1]

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica