Apri il menu principale

Raimondo Ponte

allenatore di calcio e ex calciatore svizzero
Raimondo Ponte
Nazionalità Svizzera Svizzera
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1991
Carriera
Squadre di club1
1972-1974 Aarau
1974-1980 Grasshoppers
1980-1981 Nottingham Forest 17 (3)
1981-1982 Bastia 29 (3)
1982-1988 Grasshoppers 169 (33)
1988-1991 Baden 43+ (6+)
Nazionale
1978-1984 Svizzera Svizzera 34 (2)
Carriera da allenatore
1988-1991 Baden
1993-1995 Baden
1995-2000 Zurigo
2001-2002 Lucerna
2002-2003 Carrarese
2003-2004 Wohlen
2005-2006 YF Juventus
2007-2008 Chiasso
2009-2012 Chiasso
2012-2012 Bellinzona
2012 Lugano
2014 Sion
2015 Aarau
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 ottobre 2015

Raimondo Ponte (Windisch, 4 aprile 1955) è un allenatore di calcio ed ex calciatore svizzero, di ruolo centrocampista.

CarrieraModifica

Da calciatore vinse per 3 volte il campionato svizzero (1978, 1983 e 1984) e per 2 volte la Coppa di Svizzera (1983 e 1988), sempre con la maglia del Grasshoppers. Dopo essersi trasferito ai tigurini dall'Aarau asciò il club zurighese, solo per due brevi esperienze, una con il Nottingham Forest e una con il Bastia. Particolarmente infelice fu la sua permanenza al Bastia, dove fu insultato ed emarginato.

Dopo una brillante carriera da calciatore Ponte si dedica al ruolo di allenatore, prevalentemente in Ticino.

Nella stagione 2007-2008 viene ingaggiato dal Chiasso con il quale retrocede in Prima Lega. Al Chiasso torna dalla stagione 2009-2010 sino alla fine della stagione 2011-2012, quando Ponte decide di non rinnovare più il contratto. Nei tre campionati sulla panchina rossoblu, conquista una promozione in Challenge League e due settimi posti. Una curiosità sul personaggio è quella di aver portato a più riprese le proprie squadre in ritiro presso la caserma militare di Windisch, suo paese natale[1]. Dopo aver lasciato la società rossoblu, si accasa presso il Bellinzona. Protagonista di un inizio di stagione deludente, e in acceso conflitto con alcuni giocatori, il tecnico viene licenziato dopo poche partite. Nel corso della medesima stagione, Ponte viene ingaggiato dal Lugano,[2] che conduce a una tranquilla salvezza.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica
Grasshopper: 1977-1978, 1982-1983, 1983-1984
Grasshopper: 1982-1983, 1987-1988
Grasshopper: 1974-1975
Competizioni internazionaliModifica
Grasshopper: 1979

AllenatoreModifica

Zurigo: 1999-2000

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica