Ralstonite

minerale
Ralstonite
Thomsenolite-Ralstonite-177548.jpg
Classificazione Strunz (ed. 10)3.CF.05
Formula chimicaNaxMgxAl2-x(F,OH)6·(H2O)
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallinomonometrico
Sistema cristallinoisometrico
Classe di simmetriaesottaedrica
Parametri di cellaa=9,89
Gruppo puntuale4/m 3 2/m
Gruppo spazialeF d3m
Proprietà fisiche
Densità2,61 g/cm³
Durezza (Mohs)4,5
Coloreincolore o biancastro
Lucentezzavitrea
Opacitàda trasparente a traslucida
Strisciobianco
Diffusioneraro; localmente diffuso
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La ralstonite è un minerale, chimicamente un fluoruro complesso di sodio, alluminio e magnesio.

Prende il nome dal reverendo James Grier Ralston (1815-1880) che osservò per primo la specie minerale.

Abito cristallinoModifica

Origine e giacituraModifica

Forma in cui si presenta in naturaModifica

Si presenta in cristalli, generalmente di aspetto ottaedrico, che se limpidi sono incolori.[1]

Località di rinvenimentoModifica

A Ivittuut (Groenlandia) sono frequenti piccoli cristalli di 2–3 mm, anche se sono stati rinvenuti cristalli fino alla dimensione di 6 cm.
Nei Monti Ilmen (Urali) si trova associato a masse di criolite, criolitionite e chilite, oltre che ad aggregati granulari di thomsenolite.

Si può trovare la Ralstonite come prodotto delle fumarole vulcaniche, come accade al Vesuvio dove si rinviene in masse stalattitiche, associata a Salgemma, Eritrosiderite.
Analogamente, si rinviene nelle fumarole del vulcano Klyuchevki (Kamčatka) associata a erirosiderite e fluorite.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b AAVV, Minerali e rocce, Novara, Istituto Geografico de Agostini, 1968, pag.102.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) Webmin, su webmineral.com.
  Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia