Repubblica Socialista Sovietica Autonoma dell'Ossezia Settentrionale

repubblica autonoma all'interno della RSS Russa

La Repubblica Socialista Sovietica Autonoma dell'Ossezia del Nord (in osseto Цӕгат Ирыстоны Автономон Советон Социалистон Республикӕ?, Tsagât Ireštone Âvtonomon Šovêton Šotsiâlišton Rêšpublika; in russo Северо-Осетинская Автономная Советская Социалистическая Республика?, Severo-Osetinskaja Avtonomaja Sovetskaja Socialističeskaja Respublika) era una repubblica autonoma della RSFS Russa all'interno dell'Unione Sovietica.

Repubblica Socialista Sovietica Autonoma dell'Ossezia Settentrionale
repubblica autonoma
(OS) Цӕгат Ирыстоны ACCP
(RU) Северо-Осетинская АССР
Repubblica Socialista Sovietica Autonoma dell'Ossezia Settentrionale – Stemma
Repubblica Socialista Sovietica Autonoma dell'Ossezia Settentrionale – Bandiera
Localizzazione
StatoBandiera dell'Unione Sovietica Unione Sovietica
Repubblica sovietica Russa
Amministrazione
CapoluogoVladikavkaz
Data di istituzione5 dicembre 1936
Data di soppressione9 novembre 1993
Territorio
Coordinate
del capoluogo
43°05′00″N 44°39′00″E / 43.083333°N 44.65°E43.083333; 44.65 (Repubblica Socialista Sovietica Autonoma dell'Ossezia Settentrionale)
Superficie8 000 km²
Abitanti634 009 (1989)
Densità79,25 ab./km²
Altre informazioni
Linguerusso, osseto
Fuso orarioUTC+3
Cartografia

Storia modifica

La RSSA esistette dal 5 dicembre 1936 fino al 9 novembre 1993 quando divenne Repubblica dell'Ossezia Settentrionale (dal 1994 la Repubblica dell'Ossezia Settentrionale-Alania), soggetto federale della Russia.[1]

Nel 1990 la RSSA dell'Ossezia Settentrionale si dichiarò indipendente come parte del crescente conflitto etnico con l'Inguscezia.[2] Originariamente parte del territorio inguscio fu trasferito all'Ossezia Settentrionale nel 1944, portando con sé migliaia di ingusci, e con lo scioglimento dell'Unione Sovietica iniziarono i conflitti.[3][4]

Durante l'estate e l'inizio dell'autunno del 1992, ci fu un costante aumento della militanza dei nazionalisti ingusci. Allo stesso tempo, subentrò stato un costante aumento degli episodi di violenze organizzate, rapimenti e stupri contro gli abitanti ingusci dell'Ossezia settentrionale da parte dei loro vicini osseti, della polizia, delle forze di sicurezza e della milizia. Ciò alla fine avrebbe portato al conflitto osseto-inguscio.[5]

Note modifica

  1. ^ Северная Осетия: Этнополитические процессы, 1990-1994 гг.: Очерки. Документы. Хроника, vol. 1, Центр по изучению межнациональных отношений Института этнологии и антропологии им. Н.Н. Миклухо-Маклая Российской академии наук, 1995, pp. 179.
  2. ^ (EN) Sean M. Lynn-Jones e Karen Motley, Managing Conflict in the Former Soviet Union: Russian and American Perspectives, MIT Press, 1997, ISBN 978-0-262-51093-6.
  3. ^ (EN) Wixman, Peoples of the USSR: An Ethnographic Handbook, Routledge, 28 luglio 2017, ISBN 978-1-315-47540-0.
  4. ^ (EN) Radio Liberty Research Bulletin, Indiana University, Radio Free Europe/Radio Liberty, 1982.
  5. ^ Russia, the Ingush-Ossetian conflict in the Prigorodnyi region, Human Rights Watch/Helsinki, New York, Human Rights Watch, 1996, ISBN 1-56432-165-7, OCLC 38494937.

Voci correlate modifica

Collegamenti esterni modifica