Apri il menu principale
Rifugio Città di Milano
Schaubachhütte
Rifugio Città di Milano - Solda - agosto 2009.JPG
Il rifugio Città di Milano, davanti a Gran Zebrù e monte Zebrù
Ubicazione
StatoItalia Italia
Altitudine2 581 m s.l.m.
LocalitàSolda
CatenaAlpi Retiche meridionali
Coordinate46°29′25.95″N 10°35′50.65″E / 46.490541°N 10.597402°E46.490541; 10.597402Coordinate: 46°29′25.95″N 10°35′50.65″E / 46.490541°N 10.597402°E46.490541; 10.597402
Dati generali
ProprietàCAI di Milano
Gestionefamiglia Wallnöfer
Periodo di aperturatutto l'anno
Capienza55 posti letto
Mappa di localizzazione
Sito internet

Il rifugio Città di Milano (in tedesco Schaubachhütte) è un rifugio situato nel comune di Stelvio (BZ), in località Solda, nelle Alpi Retiche meridionali (Gruppo Ortles-Cevedale), a 2581 m s.l.m.

Si trova al centro dell'anfiteatro naturale formato dalla testata della Valle di Solda, presso la morena laterale destra della vedretta di Solda (Sulden-Ferner).

Raggiunto dalla Funivia Solda, è un punto di partenza privilegiato per numerose ascensioni e traversate e soprattutto per lo scialpinismo.

StoriaModifica

L'attuale rifugio è stato costruito sulle rovine del preesistente Schaubachhütte, edificato nel 1878 dalla sezione di Amburgo del Deutscher und Österreichischer Alpenverein e intitolato al letterato Adolf Schaubach, che compì 11 campagne nelle Alpi tra 1824 e 1847.[1]

Caratteristiche e informazioniModifica

Il rifugio, di proprietà del CAI di Milano, è aperto tutto l'anno.

AccessiModifica

Il principale sentiero di accesso, segnavia n. 1, sale da Solda, nei pressi della stazione di partenza della funivia (1916 m), passa dalla Croda di Beltovo (Legerwand) (2200 m), dove è posizionata la stazione intermedia della funivia, e porta alla meta in circa 1h40.

È possibile salire utilizzando la funivia sopracitata, la cui stazione a monte è pochi metri sopra il rifugio.

AscensioniModifica

TraversateModifica

È possibile raggiungere il rifugio del Coston (2661 m) attraversando in quota, a circa 2600 m, la Vedretta di Solda, in circa 1.30-2 ore, oppure scendendo alla stazione intermedia della funivia, attraversando la morena e imboccando il sentiero n. 2, in circa 2 ore.

Il rifugio Nino Corsi (2265 m), nell'alta Val Martello, è raggiungibile attraverso il Passo Madriccio (Madritschjoch) (3123 m) oppure attraverso il Passo del Lago Gelato (Eisseepass) (3139 m), nello stesso tempo di percorrenza di circa 4 ore.

Il rifugio Gianni Casati (3254 m), nei pressi del Passo del Cevedale (Langenfernerjoch), è raggiungibile attraversando la Vedretta di Solda e valicando il Passo del Lago Gelato.

NoteModifica

  1. ^ Gino Buscaini, Ortles-Cevedale - Parco nazionale dello Stelvio, p. 70.

BibliografiaModifica

  • Gino Buscaini, Ortles-Cevedale - Parco nazionale dello Stelvio. Milano, Club Alpino Italiano - Touring Club Italiano, 1984.
  • Rifugi delle Alpi. Novara, Istituto Geografico De Agostini, 2007. ISBN 978-88-418-3827-3
  • Mario Vannuccini, Parco Nazionale dello Stelvio - Guida escursionistica e alpinistica. Chiari, Nordpress, 2001. ISBN 88-85382-71-1

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica