Apri il menu principale
Riserva naturale orientata Bosco di Alcamo
RisNatMBonifato3.jpg
Tipo di areaRiserva Regionale
Codice WDPA15304
Codice EUAPEUAP0371
Class. internaz.Categoria IUCN IV: area di conservazione di habitat/specie
StatiItalia Italia
RegioniSicilia Sicilia
ProvinceTrapani Trapani
ComuniAlcamo
Superficie a terra199 ha
Provvedimenti istitutiviD.R. 206 29/06/1984
GestoreProvincia di Trapani
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Coordinate: 37°57′32.4″N 12°57′30.6″E / 37.959°N 12.9585°E37.959; 12.9585

La Riserva naturale orientata Bosco di Alcamo è un'area naturale protetta della Regione Siciliana istituita nel 1984[1], situata sulla cima del monte Bonifato, la montagna che sovrasta l'abitato di Alcamo.

Cenni storiciModifica

 
Vecchia foto di Monte Bonifato senza bosco.

Fino al XIX secolo la Riserva naturale Bosco di Alcamo era coperta da un bosco di latifoglie che scomparve a causa dell'azione dell'uomo.[2] A partire dal 1921 è stata soggetta ad un'opera di rimboschimento con pino d'Aleppo, cipresso e pino domestico.[2] Si è assistito successivamente alla ricomparsa graduale di specie di latifoglie proprie del luogo.[2]

TerritorioModifica

 
Panorama dalla vetta verso est

L'area protetta è dominata dal monte Bonifato, un rilievo piramidale calcareo alto 825 metri s.l.m. nei pressi dell'abitato di Alcamo, e ricopre una superficie di 199 ettari.[1] Il paesaggio intorno è agricolo e dominato dalla coltivazione della vite.

FloraModifica

Sul Monte Bonifato si trovava in antichità un bosco che è stato distrutto a causa dei continui incendi e tagli di legname.[3] Il bosco attuale, risultato di un vecchio rimboschimento forestale, si sviluppa sul versante settentrionale del rilievo ed è caratterizzato dalla presenza di due specie di pino, il pino marittimo (Pinus pinaster) e il pino d'Aleppo (Pinus halepensis). Scarsi residui di foresta mediterranea sempreverde resistono tra le rupi, in alcuni lembi di terra non influenzati dalle attività umane: vi si ritrovano il leccio, il frassino, e la roverella, essenze indigene.

È presente anche la tipica prateria ad ampelodesma[4] (o "disa"), sfruttata in passato per la legatura delle viti e la realizzazione di corde e ceste.[5] Altre piante che hanno avuto un ruolo importante nell'ambito dell'artigianato locale sono la Ferula (per la realizzazione di sedie, sgabelli e tavolini),[5] la palma nana (per realizzare scope o riempire materassi)[5] il sommaco siciliano (utilizzato nell'ambito della concia delle pelli e della tintoria)[5] e il frassino (da cui si otteneva la manna).[5]

Notevole anche la presenza dell'Euforbia, della Peonia e delle orchidee (tra cui compaiono le rare Orchis commutata e Orchis brancifortii).[5]

Sono inoltre presenti numerose piante aromatiche, tra cui il timo arbustivo, la ruta d'Aleppo, la mentuccia, il rosmarino, la salvia, l'assenzio e l'origano.[5]

FaunaModifica

Il bosco ospita diverse specie di volatili fra i quali: il colombaccio, la ghiandaia, la tortora, il gheppio, il tordo, il merlo, il picchio rosso, il pettirosso, la poiana, la beccaccia, la cinciallegra, il verdone, il verzellino, la cincia e il cardellino.[5]

Fra i rettili si trovano il biacco, la serpe comune endemica (in dialetto serpe nivura), la vipera, la lucertola e il ramarro.[5]

Si incontrano inoltre numerosi mammiferi, tra cui: istrici, volpi, donnole, conigli selvatici, ricci.[2][5]

Interesse geologicoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Monte Bonifato § Geologia.

Interesse storicoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Monte Bonifato § Cenni storici.

All'interno e in prossimità della riserva si trovano resti di interesse storico-culturale, tra cui:[2][5]

SentieriModifica

La riserva è attraversata da 3 sentieri:[4]

  • Sentiero S. Nicola, lungo 1800 m
  • Sentiero delle Orchidee, lungo 850 m
  • Panoramica Est, lungo 2400 m.

Strutture ricettiveModifica

Un edificio a margine della pineta dovrebbe svolgere attività di educazione ambientale nell'ambito degli scopi istitutivi della riserva.

NoteModifica

  1. ^ a b Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) 6º Aggiornamento approvato il 27 aprile 2010 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 115 alla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2010.
  2. ^ a b c d e Farneti, p. 780.
  3. ^ LIPU - Lega Italiana Protezione Uccelli, Sezione di Alcamo (TP) - RNO Monte Bonifato
  4. ^ a b www.boscoalcamo.it - La Riserva
  5. ^ a b c d e f g h i j k Comune di Alcamo - Itinerari artistici

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica