Apri il menu principale

Roberto Gori

allenatore di calcio e ex calciatore italiano
Roberto Gori
Roberto Gori.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 1972 - giocatore
1983 - allenatore
Carriera
Giovanili
195?-1956Cenisia
Squadre di club1
1956-1958Cenisia30 (-?)
1958-1964Biellese158 (-?)
1964-1967Lazio11 (-?)
1967-1972Livorno104 (-?)
Carriera da allenatore
1977-1979Biellese[1][2]
1980-1981Omegna[3]
1982-1983Omegna[4]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Roberto Gori (Piombino, 19 giugno 1938) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

CarrieraModifica

Ha disputato 3 stagioni in Serie A nella Lazio, come portiere di rincalzo (11 presenze complessive) del titolare Idilio Cei. Ha collezionato inoltre 104 presenze in Serie B, tutte con la maglia del Livorno

È tuttora nella memoria dei tifosi blucerchiati per l'intervento sospetto su Ermanno Cristin, nella sfida Lazio-Sampdoria dell'Olimpico dell'8 maggio 1966, non ritenuto tuttavia falloso dall'arbitro Bernardis. La mancata concessione del calcio di rigore fu determinante per la prima retrocessione in B nella storia dei genovesi.[5]

NoteModifica

  1. ^ Almanacco illustrato del calcio 1979, edizioni Panini, pag. 275
  2. ^ Almanacco illustrato del calcio 1980, edizioni Panini, pag. 281
  3. ^ Almanacco illustrato del calcio 1982, edizioni Panini, pag. 291
  4. ^ a b Almanacco illustrato del calcio 1984, edizioni Panini, pag. 303
  5. ^ Articolo su enciclopediadelcalcio.com

Collegamenti esterniModifica

  • Dario Marchetti (a cura di), Roberto Gori, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.
  • Scheda, su carrierecalciatori.it.