Rodigo

comune italiano
Rodigo
comune
Rodigo – Stemma Rodigo – Bandiera
Rodigo – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Mantova-Stemma.png Mantova
Amministrazione
SindacoGianni Grassi (PdL) dal 10-6-2018
Territorio
Coordinate45°12′N 10°38′E / 45.2°N 10.633333°E45.2; 10.633333 (Rodigo)Coordinate: 45°12′N 10°38′E / 45.2°N 10.633333°E45.2; 10.633333 (Rodigo)
Altitudine31 m s.l.m.
Superficie41,61 km²
Abitanti5 301[2] (31-10-2019)
Densità127,4 ab./km²
FrazioniFossato, Rivalta sul Mincio[1]
Comuni confinantiCastellucchio, Ceresara, Curtatone, Gazoldo degli Ippoliti, Goito, Porto Mantovano
Altre informazioni
Cod. postale46040
Prefisso0376
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT020051
Cod. catastaleH481
TargaMN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantirodighesi
Patronosan Bernardino da Siena
Giorno festivo20 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Rodigo
Rodigo
Rodigo – Mappa
Posizione del comune di Rodigo nella provincia di Mantova
Sito istituzionale

Rodigo (pronuncia: Ròdigo[3]; Ròdech in dialetto alto mantovano[4]) è un comune italiano di 5 301 abitanti della provincia di Mantova in Lombardia.

Geografia fisicaModifica

Il comune di Rodigo è situato a circa 15 km da Mantova, in direzione nord-ovest, è costituito dal capoluogo Rodigo e dalle frazioni di Rivalta sul Mincio e Fossato.

Origini del nomeModifica

Il nome Rodigo deve probabilmente le sue origini al nome del fondatore Roto, ovvero "del popolo dei Roti"[5].

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Contea di Rodigo.

L'origine di Rodigo si situa nell'XI secolo, tra il 1050 e il 1100.

In latino questa formula veniva scritta Rodingum, cioè Roti vicus, che per elisione e scambio di lettere si sarebbe mutato in Rodi igo, cioè "Luogo di Roto".

Lo stemma del Comune, raffigurante una ruota, risale all'epoca in cui Rodigo era Contea (1479-1587): esso riportava il motto Rotat Omnia Secum.

Nella frazione di Fossato, negli anni dal 1855 al 1861, soggiornò il patriota e poeta Ippolito Nievo: una lapide posta sulla casa ne ricorda l'evento.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

 
Villa Balestra

Architetture militariModifica

Architetture civiliModifica

  • Villa Balestra
  • Casa di Ippolito Nievo, in frazione Fossato
  • Villa Bambini[6], già Varini, bell'edificio del 700, un tempo casino di caccia dei Conti Cavriani
  • Corte "La Motella"[7]

AltroModifica

Carlo Grazioli politico (Rodigo, 5 gennaio 1936Mantova, 24 luglio 2017) è stato un politico italiano.

Carlo Grazioli nacque a Rivalta sul Mincio, frazione di Rodigo. Frequentò l'istituto magistrale a Mantova e iniziò la professione di maestro elementare dopo il diploma.

Militò nella corrente di sinistra della Democrazia Cristiana, con la quale fu eletto consigliere al comune di Rodigo e fu candidato alla Camera dei deputati nel 1968 e al Senato nel 1976, 1979 e 1983. Nel 1976 e nel 1979 fu eletto, ma nel 1983 mancò la riconferma; nel 1986 fu allora nominato membro del consiglio d'amministrazione della RAI, un incarico in continuità con l'attività che aveva svolto nell'VIII legislatura avendo fatto parte della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, e che ricoprì fino al 1993.

Collaborò quindi con Mino Martinazzoli alla trasformazione della DC nel Partito Popolare Italiano, facendo parte del suo ufficio di segreteria.

Nel 2004 fu eletto sindaco del suo comune natale a capo di una lista di area di centrosinistra, fino alla scadenza naturale del mandato nel 2009, dopo la quale si ritirò a vita privata.

Alessandro Tosi patriota (Rivalta sul Mincio 1814-1879)

patriota integro e ardente predilesse le dottrine di Mazzini, partecipò al convegno di Zurigo nel 1834, prese parte nei moti di Milano del 1857, aiutò nella fuga Felice Orfini. Morì a Rivalta sul Mincio nel 1879.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[8]

EconomiaModifica

I due centri principali sono quindi Rodigo e Rivalta sul Mincio: pur distando solo 5 km, si sono sviluppati storicamente in modo molto diverso, secondo le loro diverse condizioni ambientali. Inoltre Rivalta sul Mincio ha una popolazione 2336 abitanti, la quale supera di circa 1000 unità quella dello stesso Rodigo[9].
Rodigo ha seguito un tradizionale sviluppo agricolo, mentre Rivalta sul Mincio, grazie alla prossimità col fiume Mincio, è sempre stata caratterizzata da un'economia strettamente legata all'ambiente acquatico, come la pesca e la raccolta e la lavorazione delle canne palustri.

La tradizione agricola del Comune ora è esaltata nella coltivazione del Melone, prodotto su buona parte del territorio comunale, in onore del quale è stata istituita la Fiera del Melone, che si svolge tradizionalmente alla fine di giugno.

Infrastrutture e trasportiModifica

Rodigo è attraversata dalla strada provinciale 1.

Il servizio di collegamento con Mantova è costituito da autocorse svolte dall'APAM; in passato, fra il 1886 e il 1933, era attiva una stazione lungo la tranvia Mantova-Asola[10].

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

NoteModifica

  1. ^ Comune di Rodigo - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 ottobre 2019.
  3. ^ ITALIAPEDIA | Comune di Rodigo - Relazioni
  4. ^ Pierino Pelati, Acque, terre e borghi del territorio mantovano. Saggio di toponomastica, Asola, 1996.
  5. ^ Storia di Rodigo.
  6. ^ Lombardia Beni Culturali.
  7. ^ Lombardia Beni Culturali.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ Fonte censimento ISTAT 2001
  10. ^ Mario Albertini, Claudio Cerioli, Trasporti nella Provincia di Cremona - 100 anni di storia, Editrice Turris, Cremona, 1987, pp. 125–133, ISBN 88-85635-89-X.
  11. ^ Bauen & Wohnen

BibliografiaModifica

  • Giacomo Capitanio, Rodigo, Cronistoria (1050-1866), 2ª ed., Mantova, 1995.
  • Renato Bonaglia, Mantova, paese che vai..., Mantova, 1985. ISBN non esistente.
  • Pierino Pelati, Acque, terre e borghi del territorio mantovano. Saggio di toponomastica, Asola, 1996.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN234787087 · WorldCat Identities (ENviaf-234787087
  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia