Apri il menu principale

Sacrario militare del Tonale

cimitero militare italiano della I guerra mondiale
Sacrario militare del Tonale
Passo Tonale Monument.jpg
Tipomilitare
Confessione religiosacattolica
Ubicazione
StatoItalia Italia
ComunePonte di Legno
LuogoPasso del Tonale
Costruzione
Data apertura1936
ArchitettoPietro Del Fabbro
Mappa di localizzazione

Coordinate: 46°15′30.38″N 10°34′55.63″E / 46.258439°N 10.582119°E46.258439; 10.582119

Il sacrario militare del Tonale si trova sul passo del Tonale, tra la Val Camonica e la Val di Sole dove si combatté la prima guerra mondiale. È situato geograficamente in Trentino ma affidato amministrativamente dal 1983 al comune di Ponte di Legno (Lombardia).[1]

Indice

StoriaModifica

 
Il primo monumento alla Vittoria

Il sacrario del Tonale è stato progettato dall'architetto Pietro Del Fabbro ampliando una struttura precedente. Tale struttura consisteva in un monumento alla Vittoria in forma di un semplice recinto con al centro un basamento con la statua della Vittoria alata. La prima pietra del monumento alla Vittoria fu posta da Re Vittorio Emanuele III il 3 settembre 1922, l'inaugurazione avvenne quasi esattamente due anni più tardi il 31 agosto 1924.[2]

Nel 1933 avvenne la trasformazione in sacrario con la traslazione delle salme dei caduti riesumati da vari cimiteri militari della zona. La struttura è stata poi completata e inaugurata nel 1936. Dal 1983 il sacrario è curato dal Comune di Ponte di Legno che finanziò anche il suo restauro nel 2015.[2]

 
Cripta del sacrario.

StrutturaModifica

 
Vittoria alata.

Il monumento è costituito da una vasta cripta a pianta quadrata, le cui pareti ospitano i loculi dei caduti. Dietro un altare, posto al centro della cripta, si trova una grande statua in marmo, rappresentante Cristo risorto. L'esterno della cripta è formato da un avancorpo a pianta semicircolare e da una terrazza sovrastante la cripta, sulla quale è stato collocato il basamento della statua in bronzo della Vittoria alata del precedente monumento alla Vittoria. La statua è opera dello scultore Timo Bortolotti che riprodusse una copia della famosa Vittoria alata di epoca romana situata nel Museo di Santa Giulia di Brescia. Sempre opera di Bortolotti sono anche gli arredi dell'altare interno del sacrario come i quattro candelabri dedicati ai caduti delle Province di Trento e Brescia e ai caduti di Ponte di Legno e Vermiglio.[3] Alla terrazza si accede tramite due scalinate ad arco.

Ai lati della scala e sopra l'ingresso si trovano in totale quattro nicchie con delle lapidi commemorativi. Nella nicchia a destra sono raffigurati i fratelli Calvi e in quella sul lato sinistro l'effige di Gennaro Sora, tutti combattenti sul fronte del Tonale e su quello dell'Adamello. Sopra l'ingresso invece sono inseriti sulla sinistra una lapide in memoria di Francesco Tonolini di Breno e sulla destra una in memoria di Angelo Tognali di Vione, entrambi ufficiali Alpini della Valcamonica decorati con la Medaglia d'oro al valor militare e caduti durante la Grande Guerra.[4]

CadutiModifica

Nel sacrario sono raccolte le salme di 847 caduti italiani, cinquanta dei quali sono ignoti, provenienti dai cimiteri di guerra dismessi delle località Case di Viso, Ponte di Legno, Pezzo, Stadolina, Temù, Val d'Avio. Inoltre sono stati qui tumulati anche in tempi recenti i resti di vari caduti affiorati dopo il ritiro dei ghiacciai della zona.[4]

NoteModifica

  1. ^ Sacrario Militare Passo del Tonale, su difesa.it. URL consultato il 16 marzo 2019.
  2. ^ a b Passo Tonale, il Monumento ai Caduti torna a splendere. Conclusi i lavori finanziati dal Comune di Ponte di Legno, su gazzettadellevalli.it, 20 novembre 2015. URL consultato il 21 agosto 2018.
  3. ^ Timo Bortolotti - Presentazione, su timobortolotti.it. URL consultato il 21 agosto 2018.
  4. ^ a b Il Sacrario Militare del Passo del Tonale, su grandeguerraeresistenza.it. URL consultato il 21 agosto 2018.

BibliografiaModifica

  • Ministero della Difesa Commissariato generale onoranze caduti in guerra (a cura di), Sacrari militari della prima guerra mondiale. 1, Castel Dante di Rovereto ed altri sacrari militari italiani e stranieri del Trentino-Alto Adige, Roma, Ministero della Difesa, 1974, OCLC 869885645.
  • Commissariato generale onoranze caduti in guerra, Sacrari e cimiteri di guerra nelle Tre Venezie : Venezie Euganea e Tridentina: Monte Grappa, Arsiero, Asiago, Bassano, Belluno, Bezzecca, Casteldante, Colle Isarco, Colle di Resia, Feltre, Montello, Padova, Pasubio, Pian di Salesei, Pocol, S. Candido, S. Stefano di Cadore, Schio, Stelvio, Tonale, Trento, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza : in localita vicine: Brescia, Mantova, Salo, Sondrio, Roma, Editrice Olimpia, 1963, OCLC 889554479.
  • Serena Solano e Walter Belotti, Attraverso il passo del tonale: percorsi di archeologia e storia dall'antichità alla Grande Guerra, Milano, Edizioni Et, 2017, OCLC 1024132094.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica