Apri il menu principale
Saeed Al-Owairan
Nazionalità Arabia Saudita Arabia Saudita
Altezza 184 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2001
Carriera
Squadre di club1
1988-2001Al-Shabab598 (238)
Nazionale
1991-1998 Arabia Saudita Arabia Saudita 75 (24)
Palmarès
Coppa Asia.svg Coppa d'Asia
Argento Giappone 1992
Transparent.png Confederations Cup
Argento Arabia Saudita 1992
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Saeed Al-Owairan (in arabo: سعيد العويران‎, Saʿīd al-ʿUwayrān; Riyad, 19 agosto 1967) è un ex calciatore saudita.

Considerato uno dei migliori calciatori sauditi di ogni epoca, con la nazionale ha partecipato a due fasi finali del campionato mondiale di calcio e ha ottenuto il secondo posto alla Coppa d'Asia 1992 e alla Confederations Cup 1992.

Indice

CarrieraModifica

ClubModifica

Al-Owairan ha giocato con l'Al-Shabab, squadra di Riad, con cui ha vinto anche tre campionati sauditi e per due volte è stato vice-campione nazionale, nel 1989 e nel 1998. Nel 1991-1992 fu capocannoniere del campionato arabo con 16 gol. Ha vinto il Pallone d'Oro asiatico nel 1994.

NazionaleModifica

Conta 50 presenze e 24 gol con la nazionale saudita, con cui ha partecipato a tre edizioni della Confederations Cup e a due edizioni del mondiale, nel 1994 e il 1998. La sua partecipazione al mondiale 1994 è ricordata per il gol segnato nella partita del girone eliminatorio contro il Belgio, vinta dai sauditi col punteggio di 1-0. La rete, votata come la sesta più bella nella storia dei mondiali, fu realizzata al termine di una corsa palla al piede iniziata nella propria metà campo, superando 5 avversari e battendo Michel Preud'homme, che avrebbe poi vinto il premio Yashin come miglior estremo difensore del torneo[1]; il gol, segnato in una partita dominata dal caldo, (43 gradi alle 12,30 del 29 giugno, al Robert F. Kennedy Memorial Stadium[1]) si rivelò decisivo per qualificare la nazionale agli ottavi di finale al debutto in un campionato del mondo.

Al ritorno in patria il giocatore fu accolto come un eroe e ricoperto d'oro dall'allora re dell'Arabia Saudita Fahd, diventò il volto della pubblicità per Coca-Cola, Ford e Toyota ed ospite abituale alle televisioni arabe. Il successo e il denaro, però, portarono Al Owairan sulla strada degli eccessi e dei vizi, che gli costarono addirittura una condanna di tre anni di reclusione per essere stato sorpreso in un locale a luci rosse. Successivamente ottenne l'amnistia dallo stesso sovrano per poter giocare il mondiale del 1998[2].

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Al-Shabab: 1988-1989
Al-Shabab: 1990-1991, 1991-1992, 1992-1993
Al-Shabab: 1992-1993, 1998-1999
Al-Shabab: 1996, 2001

Competizioni internazionaliModifica

Al-Shabab: 1992, 1999
Al-Shabab: 1993, 1994
Al-Shabab: 2000-2001

IndividualeModifica

1994

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica