Salah (danzatore)

danzatore francese

Salah Benlemqawanssa noto anche come Salah the Entertainer e Spider Salah (Saint-Denis, 28 giugno 1979) è un danzatore francese. È un pluripremiato ballerino hip-hop che ha vinto la stagione inaugurale di La France a un incroyable talent, la quarta edizione di Arabs Got Talent e la quarta edizione di Tú Sí Que Vales (Italia). È nato nel sobborgo di Parigi Saint-Denis ed è di origine marocchina (padre) e algerina (madre).[1][2] Chiama il suo stile di danza personale "PABE" che sta per Popping, Animation, Boogaloo ed Effects.[3][4][5][6][7] Sebbene Salah sia noto soprattutto per il popping, è anche abile nella break dance.

CarrieraModifica

Salah ha iniziato a ballare nel 1996 dopo aver visto la crew didanza O Posse esercitarsi nelle loro mosse davanti agli specchi del Théâtre national de Chaillot.[8] Due anni dopo, lui e la sua crew The Family hanno vinto il secondo posto alla competizione internazionale di b-boying Battle of the Year (BOTY) nel 1998. Nel 1999 entra a far parte della compagnia di danza contemporanea Montalvo-Hervieu.[9]

Nel 2006, Salah ha vinto la prima edizione di Incroyable Talent.[10][11] Nel 2007, ha eseguito un one-man show alla Breakin' Convention di Londra chiamato "Il sogno di Gluby".[12] Nel 2008, ha recitato nella parte di se stesso in Beats Per Minute, un film indipendente su un popper francese che scopre di poter riavvolgere il tempo con le sue mosse di danza.[13] Nel 2009, Salah ha fatto da giudice nella battle del BOTY in Germania.

«"My life is dance and dance is my life. I sacrifice a lot for the dance. I am always practicing or performing. There is not much time for a personal life, but I love what I do! It takes a lot of inspiration, time and dedication to become a good dancer.[8]»

Nel 2011, Salah ha portato avanti un progetto digitale chiamato Breathe the Beat. Attraverso Breathe the Beat, ha pubblicato una serie di cinque tutorial video che spiegano come si ispira al mondo che lo circonda per creare il suo stile di danza PABE.[14] Ha anche giudicato una competizione online in base ai principi dei suoi tutorial per vedere quale ballerino poteva creare la migliore performance di un minuto.[15] Il progetto prevedeva anche una serie di roadshow in tutto il Regno Unito tenuti da Brooke e Roxy delle crew Funkstylerz e Plague.[16] Dopo Breath the Beat, Salah ha girato il Nord America da ottobre 2011 a ottobre 2012 come ballerino di primo piano nella produzione del Cirque du Soleil Michael Jackson: The Immortal World Tour.[17]

Nel 2013, Salah è diventato testimonial del marchio Puma . Attraverso questa collaborazione, Puma ha lanciato un progetto di danza chiamato "Puma the Quest" che ha dato a cinque ballerini l'opportunità di viaggiare per il mondo e avere come mentore Salah. I ballerini di strada sono stati scelti tra centinaia di video inviati che sono stati ristretti a un gruppo principale di 20. Il gruppo principale doveva esibirsi dal vivo di fronte a una giuria tra cui il cantante Nawell Madani, il rapper Youssoupha e lo stesso Salah. I cinque vincitori - Lara Laquiz, Tiet Sofian, Steph 2SL, Anto e b-boy Ska - sono stati annunciati il giorno seguente alle finali del Juste Debout 2013. Hanno viaggiato con Salah a New York City, Berlino, Tokyo, Parigi, Londra e Los Angeles per conoscere la cultura di strada in ogni città. Quando sono tornati a Parigi hanno creato uno spettacolo sulla loro esperienza in tutto il mondo.

Nel dicembre 2013, Salah è apparso di nuovo in La France a un incroyable talent in uno speciale chiamato La Finale des Champions ("la Finale dei Campioni").[18] Tre mesi dopo, nel marzo 2014, Salah è stato giudice del programma televisivo per bambini Battle Dance (Canal J) con la cantante Sherefa Luna e il b-boy Ali " Lilou " Ramdani.[19] Nel 2015, Salah ha vinto la quarta stagione di Arabs Got Talent[2] e nel 2017 l'edizione italiana dello show.

FormazioneModifica

Salah è specializzato nell'hip-hop, ma ha anche studiato altre forme di danza tra cui africana, salsa, tap, contemporanea e danza del ventre.[8] Salah è membro delle crew Vagabonds[3] e Massive Monkees e della compagnia di danza contemporanea Montalvo-Hervieu.[9] Per mantenersi in forma, si allena cinque volte a settimana con due trainer.[1]


TitoliModifica

  • 'Tú sí que vales[20]
    • 2017: Vincitore
  • 'Arabs Got Talent[2]
    • 2015: Vincitore
  • 'Last One Stands
    • 2014: campione di Popping 1v1
  • 'DANCE@LIVE
    • 2014: campione di Freestyle 1v1
  • Red Bull Beat It[21]
    • 2012: campione di Freestyle 1v1
  • UK B-Boy Championship[22]
    • 2016: campione di Popping 1v1
    • 2010: campioni di crew di breakdance [con i Vagabonds]
    • 2007: campione di Popping 1v1
  • Funkin' Styles
    • 2010: campione di Freestyle 1v1
    • 2006: campione di Freestyle 1v1
  • EuroBattle[23]
    • 2008: campione di Popping 1v1
    • 2006: campione di Popping 1v1
  • Juste Debout[24]
    • 2006: campioni di Popping 2v2 - Salah & Iron Mike
    • 2004: campioni di Popping 2v2 - Salah & Damon Frost
  • Incroyable Talent[10][11]
    • 2006: Vincitore
  • The Notorious IBE[25]
    • 2005: campione della Stand Up Dance Battle
    • 2003: campione della Stand Up Dance Battle
    • 2002: campione della Seven 2 Smoke
  • Urban Momentum[9]
    • 2004: campione di Freestyle 1v1
  • B-Boy Showdown[9]
    • 1998: campione di Popping 1v1

ApparizioniModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Puma the Quest: Meet Salah, su SportEtStyle.com, L'Équipe, 18 marzo 2013. URL consultato il 28 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 28 febbraio 2014).
  2. ^ a b c Jumana Al Tamimi, ‘Arab Charlie Chaplin’ wins reality show, in Gulf News, 8 marzo 2015. URL consultato il 9 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2015).
  3. ^ a b c Salah Faculty Bio, su BWYDance.com. URL consultato il 5 novembre 2009 (archiviato il 22 ottobre 2010).
  4. ^ Salah, su Dance-Book.com. URL consultato il 5 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 19 settembre 2009).
  5. ^ Salah Workshop - PABE, su BreakinConvention.com, 2009. URL consultato il 5 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2010).
  6. ^ Salah Benlemqawanssa, su SalsaLibre.pl, 2007. URL consultato il 5 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2010).
  7. ^ Birmingham Brings Breathe the Beat!, su BreakinConvention.com, 9 agosto 2011. URL consultato il 2 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2011).
  8. ^ a b c d Nika "Nawtee Neek" Kramer, Interview with Salah, su RedBullBCOne.com, 19 ottobre 2001. URL consultato il 22 ottobre 2010 (archiviato il 22 ottobre 2010).
  9. ^ a b c d e (FR) Les Danseurs: Salah BENLEMQAWANSSA, su Montalvo-Hervieu.com. URL consultato il 5 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2010).
  10. ^ a b c d Cast, su BeatsPerMinuteFilm.com. URL consultato il 6 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2010).
  11. ^ a b c Su-Ann Chow-Seegoolam, Breakin' Convention 2009: Theatre Review, in NG-Magazine.com, 10 maggio 2009. URL consultato il 5 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2011).
  12. ^ a b (DE) Khue Pham, HipHop-Tanzfestival: Ballett für B-Boys, su Spiegel Online, 5 agosto 2007. URL consultato il 28 febbraio 2014 (archiviato il 28 febbraio 2014).
  13. ^ Home, su BeatsPerMinuteFilm.com. URL consultato il 6 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2010).
  14. ^ Tutorials, su BreatheTheBeat.com. URL consultato il 10 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2011).
  15. ^ Competition, su BreatheTheBeat.com. URL consultato il 10 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 16 novembre 2011).
  16. ^ The Artists, su BreatheTheBeat.com. URL consultato il 10 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2011).
  17. ^ a b Francois Marchand, Review: Michael Jackson reborn in Cirque du Soleil's Immortal World Tour, su The Vancouver Sun, 4 novembre 2011. URL consultato il 9 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2011).
  18. ^ a b (FR) La France a un incroyable talent, su M6.fr. URL consultato l'8 marzo 2014 (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2014).
  19. ^ a b (FR) Jury - Salah, su CanalJ.fr. URL consultato l'8 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2017).
  20. ^ Tu si que vales 2017 | Trionfa SALAH the Entertainer, è lui il vincitore della quarta edizione, su La Gazzetta Digitale, 9 dicembre 2017. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  21. ^ (FR) Red Bull Beat It : Salah is the best party dancer !, in RedBull.fr, 23 novembre 2012. URL consultato il 23 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 23 dicembre 2012).
  22. ^ Hall of Fame, in BBoyChampionships.com. URL consultato il 26 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2012).
  23. ^ "EuroBattle". EuroBattle.com. Archived from the original on May 7, 2012. Retrieved May 7, 2012. Note: This is a flash site so it's not possible to link to the actual page where it says he won. To check this information from the homepage, click on "PAST EVENTS" in the column on the left side of the screen; then click on either "2008 - 4TH EDITION" or "2006 - 2ND EDITION". You will see Salah's name listed there with the other winners.
  24. ^ JD Winners, in Juste-Debout.com. URL consultato il 23 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2015).
  25. ^ Hall of Fame, in TheNotoriousIBE.com. URL consultato il 5 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 5 dicembre 2010).
  26. ^ Hala Khalaf, Shock as pianist Azzi is voted off Arabs Got Talent, in The National, 8 febbraio 2015. URL consultato il 22 febbraio 2015.
  27. ^ All India Dance Competition and Workshop, in EventElann.com, 17 novembre 2013. URL consultato il 28 febbraio 2014 (archiviato il 28 febbraio 2014).
  28. ^ IBE 2013 Line Up & Special Invites, in TheNotoriousIBE.com. URL consultato il 15 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 13 ottobre 2013).
  29. ^ Artist, in R16Korea.com. URL consultato il 7 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2013).
  30. ^ The judges, the judges, the judges..., in RedBullBCOne.com. URL consultato il 22 ottobre 2009 (archiviato il 22 ottobre 2010).
  31. ^ Judges, in BBoyChampionships.com, 2008. URL consultato il 5 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2010).
  32. ^ (PL) News - Warsaw Challenge 2008, in Hip-Hop.pl, 2008. URL consultato il 12 maggio 2010 (archiviato il 22 ottobre 2010).
  33. ^ (PL) The third edition of the event - Warsaw Challenge 2007, in WarsawChallenge.pl. URL consultato il 1º giugno 2012 (archiviato il 1º giugno 2012).
  34. ^ Meena Iyer, International hip-hop dancer Salah in Mad About Dance, in The Times of India, 6 agosto 2014. URL consultato il 16 luglio 2016 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2014).
  35. ^ Astérix et Obélix: Mission Cléopâtre Cast Information, in Fandango.com. URL consultato il 5 novembre 2009 (archiviato il 22 ottobre 2010).
  36. ^   Salah Benlemqawanssa and Sofia Boutella (dancers), Feel the Vibe (music video), Ministry of Sound, 2005. URL consultato il 15 maggio 2010.
  37. ^ Salah, in Pro-Dance.co.uk. URL consultato il 17 ottobre 2010 (archiviato il 22 ottobre 2010).
  38. ^ Sources:
    • For the appearance, see: Artists, in UrbanDance.eu. URL consultato il 30 gennaio 2013.
    • For the year, see: (BG) Dimitar Bozhanov, Наши рапъри при Тимбърлейк, in Standart News, 19 luglio 2008. URL consultato il 30 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  39. ^ (FR) Rencontres de la Villette 2007, in Alter-Nativa.net, 24 ottobre 2007. URL consultato il 5 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2010).
  40. ^ Anna Kisselgoff, DANCE REVIEW; All Manner of Strange Beasts, All Getting Along, in The New York Times, 4 maggio 2001. URL consultato il 5 novembre 2009 (archiviato il 22 ottobre 2010).
  41. ^ International Guest Workshop Salah (FRA), in DanceKool.com, 20 dicembre 2010. URL consultato il 9 novembre 2011.
  42. ^ SDK.EUROPE ARTISTS HISTORY, in SDKEurope.com. URL consultato l'8 maggio 2012 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2012).
  43. ^ The teachers of the last years, in UrbanDance.eu. URL consultato il 14 febbraio 2011 (archiviato il 14 febbraio 2011).
  44. ^ Faculty/Guest Tutors, in OnesToWatch.com.hk. URL consultato il 24 maggio 2012 (archiviato il 23 maggio 2012).
  45. ^ Put Your Foot Down, in IDFB.co.uk. URL consultato il 1º febbraio 2013 (archiviato il 1º febbraio 2013).
  46. ^ Faculty, in TheHipDrop.com. URL consultato il 15 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 9 gennaio 2014).
  47. ^ (HU) Salah, in UrbanDance.hu. URL consultato il 4 marzo 2014 (archiviato l'8 marzo 2014).
  48. ^ Teachers, in FairPlayAcademy.com. URL consultato il 16 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 31 maggio 2016).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN265867030 · WorldCat Identities (ENlccn-no2003068322