Apri il menu principale
San Sebastiano al Vesuvio
comune
San Sebastiano al Vesuvio – Stemma San Sebastiano al Vesuvio – Bandiera
San Sebastiano al Vesuvio – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
Città metropolitanaProvincia di Napoli-Stemma.svg Napoli
Amministrazione
SindacoSalvatore Sannino (Partito Democratico) dal 1-5-2015
Territorio
Coordinate40°50′N 14°22′E / 40.833333°N 14.366667°E40.833333; 14.366667 (San Sebastiano al Vesuvio)Coordinate: 40°50′N 14°22′E / 40.833333°N 14.366667°E40.833333; 14.366667 (San Sebastiano al Vesuvio)
Altitudine175 m s.l.m.
Superficie2,65 km²
Abitanti9 026[1] (30-4-2018)
Densità3 406,04 ab./km²
Comuni confinantiCercola, Ercolano, Massa di Somma, Napoli, San Giorgio a Cremano
Altre informazioni
Cod. postale80040
Prefisso081
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT063070
Cod. catastaleI151
TargaNA
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantisansebastianesi
PatronoSan Sebastiano martire
Giorno festivo20 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Sebastiano al Vesuvio
San Sebastiano al Vesuvio
San Sebastiano al Vesuvio – Mappa
Posizione del comune di San Sebastiano al Vesuvio nella città metropolitana di Napoli
Sito istituzionale

San Sebastiano al Vesuvio (San Bastiane in napoletano) è un comune italiano di 9 026 abitanti della città metropolitana di Napoli in Campania.

Indice

Geografia fisicaModifica

Situata sulle pendici del complesso vulcanico Somma-Vesuvio, confina con Ercolano, Massa di Somma, Cercola, San Giorgio a Cremano e Napoli. Ha un'altitudine che va da 75 a 475 m s.l.m. mentre 175 m s.l.m. è la misurazione effettuata nei pressi del palazzo comunale. Ha classificazione sismica Zona 2: sismicità media, PGA fra 0,15 e 0,25 g.

 
Bambini vesuviani nel 1944 (Questa foto con la generica didascalia di San Sebastiano al Vesuvio non può essere giudicata attendibile per la posizione dello stesso Vesuvio, posizione meridionale dove non solo non si vede il Somma ma non sono visibili come invece accade da San Sebastiano, il colle del Salvatore, e la colata lavica. Evidentemente è una visione presa da Torre del Greco o da Trecase)

StoriaModifica

Il suo nome riflette il culto di San Sebastiano, patrono della piccola comunità fin dalla sua costituzione. L'eruzione del Vesuvio del marzo del 1944 distrusse circa il 40% dell'agglomerato urbano. Ricostruito negli anni successivi, presenta oggigiorno un aspetto ordinato e moderno. Nel 1953 dal territorio comunale venne scorporata, e costituita in comune autonomo, la frazione di Volla[2]. Domina il centro del paese l'imponente cupola maiolicata dell'antica chiesa Madre di San Sebastiano Martire, risalente al XVII secolo, ed elevata al rango di Santuario Diocesano, nel gennaio del 2007, dal Cardinale Arcivescovo di Napoli, Crescenzio Sepe. Il vecchio edificio comunale, ubicato in Via Roma di fronte al Santuario, fu edificato nella prima metà del XIX secolo. Al suo interno ha ospitato la sede del Ente Parco Nazionale del Vesuvio dal 1995 fino alla fine del 2008. Attualmente la sede principale del Parco Nazionale del Vesuvio è sita nel Palazzo Mediceo in Ottaviano. Figlio illustre di questa terra è il noto filosofo e giurista Gaetano Filangieri dei principi d'Arianello.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
Santuario di San Sebastiano Martire

Chiese e CappelleModifica

  • Santuario di San Sebastiano Martire, chiesa madre della città
  • Cappella di San Vito Martire a San Domenico, detta Cianciulli
  • Cappella di Santa Maria di Costantinopoli
  • Cappella privata della Vergine di Pompei, nella Masseria del Monaco Ajello
  • Cappella privata del convento francescano "Terz'ordine Verolino"

Ville VesuvianeModifica

  • Villa Figliola
  • Villa Tufarelli di Sopra

Masserie VesuvianeModifica

  • Masseria del Monaco Ajello
  • Masseria Cangiano
  • Masseria Parancola (ex Coppola)
  • Masseria Flauti
  • Masseria Riccardi (ex Pandolfo)
  • Ex Masseria Cajano a Casagnolella

Edifici StoriciModifica

  • Vecchio edificio municipale
  • Palazzo Falconi
  • Convento francescano "Terz'ordine Verolino"
  • Canonica del Priore
  • Palazzo Spàrano "a Casaluca"

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Dal 1861, anno in cui si tenne il primo censimento della storia italiana, al 2001 il comune di San Sebastiano al Vesuvio ha fatto registrare un costante aumento della popolazione. Nel censimento del 2011 si è registrata, per la prima volta, una netta diminuzione della popolazione, passata dai 9.849 abitanti del 2001 ai 9.167 abitanti. La variazione negativa è pari, pertanto, al 6,9%.

Abitanti censiti[3]

 

Economia ed occupazioneModifica

Risultano insistere sul territorio del comune 146 attività industriali con 664 addetti pari al 31,66% della forza lavoro occupata, 213 attività di servizio con 332 addetti pari al 15,83% della forza lavoro occupata, altre 178 attività di servizio con 516 addetti pari al 24,61% della forza lavoro occupata e 41 attività amministrative con 585 addetti pari al 27,90% della forza lavoro occupata.

Risultano occupati complessivamente 2.097 individui, pari al 21,29% del numero complessivo di abitanti

AmministrazioneModifica

Sindaco: Salvatore Sannino (PD)

Vice - Sindaco: Giuseppe Panico (PD)

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Campania: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Campania