Apri il menu principale

Senza apparente motivo

film del 2008 diretto da Sharon Maguire
Senza apparente motivo
Titolo originaleIncendiary
Paese di produzioneRegno Unito
Anno2008
Durata96 min
Rapporto2,35:1
Generedrammatico
RegiaSharon Maguire
SoggettoChris Cleave
SceneggiaturaSharon Maguire
Casa di produzioneAramid Entertainment Fund, Archer Street Productions, Capitol Films, Film4
Distribuzione in italianoMoviemax
FotografiaBen Davis
MontaggioValerio Bonelli
MusicheBarrington Pheloung, Shigeru Umebayashi
ScenografiaKave Quinn
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

«Io sono la città, Osama, io sono il mondo intero. Ammazzami con le bombe, e io mi ricostruirò più forte.»

(Jane (Michelle Williams))

Senza apparente motivo (Incendiary) è un film del 2008 diretto da Sharon Maguire e ispirato all'omonimo romanzo di Chris Cleave del 2005.

In Italia è uscito nelle sale cinematografiche il 26 febbraio 2010.

TramaModifica

Jane, una giovane madre, è infelicemente sposata con Lenny e intrattiene una relazione extra coniugale con Jasper, un giornalista. Un giorno, proprio mentre Jane e Jasper sono insieme, avviene un attentato terroristico nello stadio dove si gioca la partita tra Arsenal e Chelsea a cui il marito e il figlio di Jane stanno assistendo. Jane è sopraffatta dai sensi di colpa per aver tradito il marito morto e non si rassegna a riconoscere la morte di suo figlio. Intanto a consolarla ci penserà Terrance, l'ufficiale di polizia incaricato delle indagini, mentre non accetta l'appoggio morale dell'amante, verso cui scarica tutta la rabbia per la morte del suo figlioletto. Ma mentre i due uomini sono in lotta per lei, la verità dietro agli eventi di quella giornata inizia ad emergere.

ProduzioneModifica

Il film, ambientato a Londra e realizzato dalla regista di Il diario di Bridget Jones, è stato prodotto da Andy Paterson e Anand Tucker (compagno della regista) della Archer Street, conosciuti per La ragazza con l'orecchino di perla, Hilary and Jackie, Shopgirl e Beyond the Sea.

Frasi del filmModifica

«Quel giorno mi sembrò la fine del mondo, ma il mondo non finì.»

«Se vi dovessi parlare della mia vita vi direi che da 7 anni ha un senso, da quando questo piccolo uragano alto poco più di un metro ne fa parte.»

«Io sono la città, Osama, io sono il mondo intero. Ammazzami con le bombe, e io mi ricostruirò più forte.»

«Si dice che sei un mostro malvagio, ma io non credo nel male. Il tango si balla sempre in due.»

«L'amore è non arrendersi, Osama. L'amore è impetuoso, coraggioso, rumoroso... era il fracasso che faceva mio figlio quando giocava con le sue macchinine. Vorrei tanto che tu lo avessi sentito, quel rumore è il suono più potente e più forte della terra, risuonerà fino alla fine del tempo perché più assordante del rumore delle bombe.»

«Vieni da me. Vieni da me e faremo esplodere il mondo insieme con il frastuono e il furore.»

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema