Apri il menu principale
Silvio Liotta

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XII, XIII, XIV
Gruppo
parlamentare
Forza Italia, Rinnovamento Italiano, Centro Cristiano Democratico-Unione di Centro
Circoscrizione Sicilia 1
Collegio 8 (Partinico)
Incarichi parlamentari
Presidente della V Commissione (bilancio, tesoro e programmazione) nella XII legislatura della Repubblica italiana dal 25 maggio 1994 all'8 maggio 1996
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia, poi UDC
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione Funzionario

Silvestre Saverio Liotta detto Silvio (Cremona, 9 ottobre 1935Palermo, 15 settembre 2018[1]) è stato un politico italiano.

BiografiaModifica

Laureato in Giurisprudenza, entra alla fine degli anni '60 nel ruolo della carriera direttiva dell'Assemblea Regionale Siciliana, di cui diviene nel 1986 Segretario generale fino a quando va in quiescenza nel 1994 [2].

Membro della Camera dei Deputati per 3 legislature dal 1994 al 2006. Nella XII legislatura, eletto con il maggioritario nel collegio di Partinico per il Polo della libertà, aderisce al gruppo di Forza Italia, e diviene Presidente della Commissione Bilancio.[3]

Nella XIII legislatura dopo essere stato eletto all'interno del Polo per le Libertà, nel gennaio 1997 entra a far parte di Rinnovamento Italiano, all'interno della coalizione di centro-sinistra de L'Ulivo.

L'anno successivo, nel 1998, nega inaspettatamente la fiducia al governo Prodi I, contribuendo a determinarne la caduta[4]. Liotta, immediatamente espulso dal partito di Lamberto Dini, passa al Centro Cristiano Democratico.

Nel 2001 è rieletto all'interno della Casa delle Libertà aderendo al gruppo UDC. Ha terminato il mandato parlamentare il 27 aprile 2006[5]

Nel 2007 diviene presidente della società regionale "Riscossione Sicilia spa". Nel 2010 fa parte del coordinamento regionale di Forza del Sud[6]

NoteModifica

  1. ^ Palermo: è morto Silvio Liotta, il deputato che fece cadere Prodi (IT)
  2. ^ Repubblica
  3. ^ Storia Camera
  4. ^ sito Camera
  5. ^ sito Camera
  6. ^ Blogsicilia, su palermo.blogsicilia.it. URL consultato il 25 maggio 2016 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2016).

Collegamenti esterniModifica