Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la modella australiana, vedi Sophie Turner (modella).
Sophie Turner nel 2019

Sophie Belinda Jonas[1], nata Turner (Northampton, 21 febbraio 1996), è un'attrice britannica.

BiografiaModifica

Sophie Turner è nata a Northampton. Si trasferisce a Chesterton, nei pressi di Warwick, all'età di due anni. Frequenta la Warwick Prep School fino all'età di undici anni e in seguito si trasferisce alla King's High School.[2] Nel suo primo ruolo di attrice televisiva, Sophie interpreta Sansa Stark, secondogenita di casa Stark nella serie fantasy Il Trono di Spade.[2] Il suo insegnante di teatro la incoraggiò a prender parte all'audizione.[3]

Ha ricoperto il ruolo da protagonista nel film thriller Another Me, basato sull'omonimo romanzo della scrittrice scozzese Catherine MacPhail, recitando a fianco di Jonathan Rhys Meyers e Claire Forlani.[4] Il film ha debuttato in Nord America al Toronto International Film Festival nel 2013.[5][6] Nel 2014 ha affiancato Samuel L. Jackson e Jessica Alba nel film Barely Lethal - 16 anni e spia.[7] Nello stesso anno appare come protagonista del video musicale del brano Oblivion dei Bastille. Nel gennaio 2015 Sophie viene scelta dal regista Bryan Singer per interpretare la versione adolescente della mutante Jean Grey nel film X-Men - Apocalisse, uscito nel 2016[8], ruolo che riprende nel 2019 in X-Men - Dark Phoenix.

Vita privataModifica

Sophie attualmente risiede a New York. È molto amica della collega Maisie Williams, conosciuta sul set de Il Trono di Spade.

Nel 2016 Turner inizia a frequentare il frontman dei Jonas Brothers e dei DNCE, Joe Jonas, e nell'ottobre 2017 la coppia annuncia il loro fidanzamento.[9] L'1 maggio 2019 si sono sposati a sorpresa a Las Vegas ed il 29 giugno 2019 la coppia convola nuovamente a nozze a Carpentras, in Provenza.

Nell’aprile 2019, rivela di aver sofferto di depressione a causa delle critiche ricevute per il suo ruolo ne Il Trono di Spade, aggiungendo che si prenderà una pausa dalla recitazione per concentrarsi sulla sua salute mentale.[10][11].

FilmografiaModifica

 
Sophie Turner nel 2016

CinemaModifica

TelevisioneModifica

VideoclipModifica

RiconoscimentiModifica

Emmy Award

- 2019 Candidatura come miglior attrice non protagonista per ‘’Il Trono di Spade’’

Scream Award
Screen Actors Guild Awards
Young Artist Awards
  • 2012 – Candidatura per la miglior attrice non protagonista in una serie televisiva per Il Trono di Spade
  • 2014 – Candidatura per la miglior attrice non protagonista in una serie televisiva per Il Trono di Spade

Doppiatrici italianeModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Sophie Turner è stata doppiata da:

NoteModifica

  1. ^ (EN) Erica Gonzales, Sophie Turner Has Officially Changed Her Last Name to Jonas After Her Surprise Wedding, in Harper's Bazaar, 2 maggio 2019. URL consultato il 9 giugno 2019.
  2. ^ a b WiC Daily - WinterIsComing.net
  3. ^ 'Game of Thrones': Sophie Turner on fans bashing Sansa | Inside TV | EW.com
  4. ^ BAZ BAMIGBOYE: These horribly sharp dressers star in sinister six-part BBC series | Mail Online
  5. ^ Jonathan Rhys Meyers Source » Blog Archive » Panda Eyes to premiere at TIFF 2013, su jrhysmeyers.com. URL consultato il 25 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2013).
  6. ^ Sophie Turner Bio
  7. ^ Sophie Turner da Game of Thrones al cast di Barely Lethal | Il blog di ScreenWeek.it
  8. ^ Una Stark in X-Men: Apocalypse: Bryan Singer svela i volti di Jean Grey, Ciclope e Tempesta, su bestmovie.com, 23 gennaio 2015. URL consultato il 20 ottobre 2015.
  9. ^ (EN) Joe Jonas and Sophie Turner Are Engaged: See Her Ring, su E! Online, Sun Oct 15 10:59:00 PDT 2017. URL consultato il 25 aprile 2019.
  10. ^ (EN) Megan Davies, Game of Thrones star says she suffered from depression due to trolls, su Digital Spy, 18 aprile 2019. URL consultato il 25 aprile 2019.
  11. ^ (EN) Sam Warner, GoT's Turner taking break from acting 'to focus on her mental health', su Digital Spy, 17 aprile 2019. URL consultato il 25 aprile 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN296487780 · ISNI (EN0000 0004 0173 1788 · LCCN (ENno2013019804 · GND (DE1066403236 · WorldCat Identities (ENno2013-019804