Apri il menu principale

Sottocapo di prima classe scelto Qualifica Speciale

Naval Ensign of Italy.svg
Sottocapo di prima classe scelto Qualifica Speciale
Fregio per sottufficiali e ruolo truppa in servizio permanente della Marina Militare.png Sottocapo di Prima Classe Scelto Qualifica Speciale.png
Fregio da berretto per sottufficiali e graduati Distintivo di grado
equivalente
NATO
OF-4

Il sottocapo di prima classe scelto Qualifica Speciale è la qualifica della categoria dei Graduati della Marina Militare Italiana, ed è stato istituito nel 2017 a seguito del riordino dei ruoli e delle carriere (decreto legislativo 29 maggio 2017, n.94 «Disposizioni in materia di riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze armate, ai sensi dell'articolo 1, comma 5, secondo periodo, della legge 31 dicembre 2012, n. 244»). Il sottocapo di prima classe scelto qualifica speciale ha rango preminente sui pari grado. Può essere attribuita al sottocapo di prima classe scelto dopo 8 anni di permanenza nel grado[1]. La qualifica è equivalente al codice di grado NATO OR-4[2]. Il sottocapo di prima classe scelto e il sottocapo di prima classe scelto qualifica speciale ricoprono incarichi di maggiore responsabilità, sono diretti collaboratori dei superiori gerarchici.

Il distintivo di grado del sottocapo di prima classe scelto qualifica speciale è costituito da 1 fondo nero rettangolare di mm 6,2 x 4,6 con sopra un gallone chiuso ai vertici superiori da un arco dello stesso colore (rosso cupo), 2 galloncini (rosso cupo), 2 righette (oro) ed una stella (oro) posta sotto l'arco.

CorrispondenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 94 - «Disposizioni in materia di riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze armate, ai sensi dell'articolo 1, comma 5, secondo periodo, della legge 31 dicembre 2012, n. 244».
  2. ^ NATO STANAG 2116 (NATO standardization agreement - accordo sulle norme) NATO Codes for Grades of Military Personnel (codici per i gradi del personale militare) edizione 6 del 25-02-2010.
  Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerra