Apri il menu principale

Strada statale 372 Telesina

strada statale italiana
Strada statale 372
Telesina
Strada Statale 372 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniCampania Campania
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioA1 uscita Caianello
FineRA 9 presso Benevento Est
Lunghezza71,140[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 1/02/1962 - G.U. 97 del 13/04/1962[2]
GestoreANAS

La strada statale 372 Telesina (SS 372) è una strada statale italiana che ha inizio presso il casello di Caianello della A1 Milano-Napoli e termina a Benevento sul raccordo autostradale 9 di Benevento all'intersezione con la SS 7 Appia.

Questa arteria riveste sia importanza locale per il collegamento del capoluogo sannita con la sua provincia occidentale (Telese Terme), quanto ancor di più importanza regionale e nazionale perché permette di raggiungere l'A1 (e quindi Roma) agevolmente dal beneventano. Permette inoltre un percorso alternativo tra la stessa A1 ed il casello di Benevento della A16 Napoli-Canosa ben più breve di quello interamente autostradale.

Sino alla recente riorganizzazione della viabilità gestita dall'ANAS intorno a Benevento, il tracciato terminava sulla strada statale 88 dei Due Principati in località Masseria De Cicco, nel comune di Benevento. A seguito del D.P.C.M. del 23 novembre 2004, la statale ha assimilato il tratto di SS 88 che la separava dal RA 9 e la tangenziale Nord Est di Benevento fino all'innesto con il RA 9 (impropriamente considerata parte integrante di quest'ultimo), raggiungendo la sua estensione attuale[3].

La sede stradale è composta da una sola carreggiata per tutta l'estensione sino alle porte di Benevento: diviene a doppia carreggiata solo nei tratti da poco assimilati e prima facenti parte rispettivamente della SS 88 e del RA 9.

Per tutta l'estensione della strada vigono limiti di velocità molto restrittivi a causa delle cattive condizioni del manto stradale: 60 km/h in parte del tratto a carreggiata singola e in prossimità degli svincoli, 80 km/h nel tratto riammodernato a carreggiata singola e nel breve tratto a doppia carreggiata con corsia di emergenza.

Indice

Il futuroModifica

Ormai questa arteria ha avuto un aumento del traffico negli anni '90 in modo esponenziale, tuttavia il tracciato è rimasto uguale alla posa della prima pietra (negli anni 60/70). Proprio per questo l'ANAS insieme al Governo Berlusconi, ha inserito nel programma "Grandi Opere" (Delibera CIPE n. 121/2001 relativa al 1° Programma delle Infrastrutture Strategiche, emanata in attuazione della Legge 443/2001 (Legge Obiettivo) e risulta confermato dal documento "Infrastrutture Prioritarie" redatto dal Ministero delle Infrastrutture). Il raddoppio di tutto il tracciato della 372 sarà accompagnato dal sistema "project finance", ovvero la superstrada diventerà un'autostrada a pedaggio ma di proprietà ANAS. Il tracciato subirà qualche piccola variazione rispetto a quello esistente.

I lavori di raddoppio, dopo ben diciotto anni di stop e posticipazioni, inizieranno nel 2019[4].

Tabella percorsoModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica